martedì 14 febbraio 2012

Trenitalia del Terzo Mondo

Non nevica, non piove, non ci sono scioperi. Forse fa un po' freddo. Ma le basse temperature non spiegano la normalità di ritardi che raddoppiano i regolari tempi di percorrenza. Converrebbe che i pendolari accettassero un sensibile aumento del prezzo degli abbonamenti in cambio della fruizione di un servizio dignitoso, come avviene in Svizzera, Francia o Germania dove il costo degli abbonamenti è sensibilmente più elevato che nel nostro Paese. Ma il trasporto locale su rotaia lì funziona.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.