sabato 21 gennaio 2012

Giglio e Costa Concordia: strage e disastro ambientale

Nessuno ha il coraggio di comunicarlo apertamente ed in modo chiaro, ma quello che è successo nello scorso fine settimana con il naufragio della nave da crociera Costa Concordia sugli scogli dell'isola del Giglio ha determinato la strage di 32 persone (11 accertati più 21 dispersi difficilmente recuperabili vivi) e il disastro ambientale di questa parte del parco marino dell'arcipelago toscano (il carburante non verrà recuperato e lo scafo si inabisserà). Il buonismo alla FabioFazio dell'informazione italiana non può lasciare spazio alla constatazione della dura realtà mentre invece si sofferma sui pettegolezzi che hanno preceduto lo schianto o sui pleonastici - ma doverosi - tentativi di evitare che il combustibile si riversi nelle acque circostanti.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.