domenica 15 gennaio 2012

Costa Vergogna (II)

La Costa Concordia affonda e l’Italia è retrocessa da S&P. C’è l’imbarazzo di metafore.

Ci sono anche delle buone notizie: la carriera di Di Caprio potrebbe ravvivarsi.

Perplessità sull’efficacia dei soccorsi. Molti giubbotti di salvataggio avevano la paperella.

La nave è talmente grossa che ora il Giglio è un arcipelago.

L’impatto all’ora di cena. Si cerca quel pirla che ha ordinato linguine allo scoglio.

Dubbi sulle operazioni di salvataggio. Il comandante ha chiesto di scendere e spingere.



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.