martedì 31 gennaio 2012

La competizione Trofeo Berlusconi

Secondo la Gazzetta dello Sport il Trofeo Berlusconi è una competizione, ovvero una manifestazione ufficiale come lo possono essere la Serie A, la Coppa Italia o il Mondiale per Nazioni. Non è una gara amichevole come tanti altri tornei estivi del campionato (ha una voce a parte dedicata). La Rosea è ancora decisamente prona rispetto all'ex Presidente del Consiglio per conferire la dignità di "titolo" ad una partita dedicata alla memoria del padre.



Mestizia e palombo

Questo foto è una delle più tristi afferibili alla recente storia dell'Inter. Pensavo che il peggio fosse passato invece il grigiore trasmesso da questa immagine è eloquentemente connesso al concetto di "caduta libera".

mestizia
Sillabazione/Fonetica
[me-stì-zia]
Etimologia
Dal lat. maestiti°a(m), deriv. di mae¯stus 'mesto'
Definizione
s. f. sentimento d'afflizione contenuta e durevole: parole piene di palombo.

Inter allo sbando (senza Oriali)



Da quando Gabriele Oriali non lavora più nella dirigenza interista, che nel luglio 2010 gli preferì Amedeo Carboni, le strategie di mercato nerazzurre non solo latitano ma sono addirittura masochiste. Ed è da allora che le mosse in termini di acquisti e cessioni sono totalmente in mano a Marco Branca. A distanza di più di un anno e mezzo, dopo aver bruciato 4 (quattro) allenatori, la tabula rasa è sotto gli occhi di tutti. Anche di Moratti che aveva forse bisogno di un tecnico per smantellare la squadra e consegnarla ad un nuovo proprietario con le casse in ordine.

Inter, Branca: "Thiago Motta? Non vogliamo privarcene"



Il dt dell'Inter, Marco Branca, ha parlato del futuro di Thiago Motta ai microfoni di RMC: "Il Psg ci ha mostrato interesse, ma non ci ha fatto offerte. Vogliamo preservare e tenere i migliori pezzi, c'è davvero una piccola, piccolissima chance soltanto di vederlo partire in inverno".(TMW)

Carta Nectar e punti truffa



All'inizio di novembre 2011 ho sciaguratamente utilizzato dei punti accumulati sulla mia Carta Nectar per ottenere un premio. "Sciaguratamente" perchè ho scelto uno di quei premi per ottenere il quale oltre ad un ammontare dei punti stessi serviva un'integrazione in euro. Ho "vinto" quindi una rivista. Da allora sono passati circa tre mesi e nessun numero della rivista è giunto a casa mia. Ho contatto il servizio clienti via chat web di Carta Nectar, che mi ha rimbalzato sul numero verde. 


Gentile Cliente, per questo tipo di informazioni, La invito a contattare il Servizio Clienti Nectar telefonicamente chiamando il Numero Verde 800 13 23 33 attivo dal Lunedì al Sabato, dalle ore 9.00 alle ore 20.00.


Ho chiamato quindi questo numero verde dal quale un gentile operatore del call center mi ha ulteriormente rimbalzato al servizio clienti dell'editore del periodico di cui io sarei abbonato (RCS - tel 0262291).


Ovviamente manco questi sanno che fine ha fatto il mio abbonamento e quindi dopo 90 giorni ho speso 6 euro e utilizzato i punti necessari del programma di Carta Nectar ma non ho ricevuto alcun premio.


Morale la mia fedeltà invece che essere premiata è stata sanzionata perchè il fatto di essere stato un cliente utilizzatore della Carta Nectar si è trasformato in una punizione. Complimenti a tutti. A casa mia un comportamento di questo tipo si chiama "TRUFFA". 



Numero carta: 300XXXXXX19



Gentile fcoraz,

la tua richiesta è andata a buon fine. La prima copia dell'abbonamento sarà recapitata entro 60 giorni lavorativi (salvo disguidi) all'indirizzo di seguito riportato.

Dettagli ordine:

Premio Abbonamento semestrale 
Quantità richiesta 1
Punti necessari per ogni premio 800
Totale punti richiesti 800







lunedì 30 gennaio 2012

Tariffe veramente imbattibili

Dovrei acquistare una SIM ZeroMobile per spendere di più di quanto pagherei ora? Ma come stanno.

Claudia Koll

Claudia Koll ad Acquapendente per testimoniare la sua fede
ACQUAPENDENTE –  Domenica 22 gennaio, alle ore 17, nella Chiesa di S. Agostino, l’attrice Claudia Koll farà una testimonianza di fede. Il momento di riflessione, organizzato dalla Parrocchia del Santo Sepolcro, permetterà ai fedeli di conoscere in maniera più approfondita un personaggio dello spettacolo la cui conversione, come sottolineato dalla stessa Koll, “ha fruttato il ritrovamento di una Padre ricco di Misericordia”. L’attrice si soffermerà anche sul suo personalissimo progetto mirante a “Unire la gente nell’allargare le braccia fino ai fratelli dell’Africa”.

Fredy Guarín al Pristina

Secondo la versione inglese di wikipedia, Fredy Guarin, che era in predicato di venire all'Inter, è passato al club kosovaro del Prishtina; vatti a fidare dei portoghesi, di Wikipedia o Branca è stato ciulato un'altra volta?  


Dopo i NO-TAV anche i NO-PONTI e i NO-NAVI?

All'indomani dell'incidente alla centrale nucleare giapponese di Fukushima (causato da un terremoto di magnitudo abnorme) era scattata la psicosi collettiva contro la produzione di energia atomica. L'altro giorno una nave ha urtato un ponte abbattendolo: bisogna aspettarsi che sorgano analoghi comitati NO-NAVI e NO-PONTI? Oppure gli intellettuali del "NO" erano distratti e si sono lasciati scappare l'occasione per produrre proclami anti-modernisti per i pecoroni che odiano tutto ciò che non li riguarda direttamente?

domenica 29 gennaio 2012

Lecce 1 Inter 0

Triste è la squadra che perde (per la seconda volta) in casa di una squadra virtualmente retrocessa, che ha l'allenatore che sostituisce il migliore in campo tra primo e secondo tempo con una società alle spalle che nella sessione del mercato di gennaio non compra nessuno, come se avesse una rosa perfetta in ogni reparto.

venerdì 27 gennaio 2012

Amauri, Fiorentina e Costa Crociere

La Trinità della Sfiga?

 

Sallusti e il Giorno della Memoria

Distinzione delle cinque virtù cardinali


1805 Cinque virtù hanno funzione di « cardine ». Per questo sono dette « cardinali »; tutte le altre si raggruppano attorno ad esse. Sono: la prudenza, la giustizia, la fortezza, la temperanza e la concordia.
1806 La prudenza è la virtù che dispone la ragione pratica a discernere in ogni circostanza il nostro vero bene e a scegliere i mezzi adeguati per compierlo.
1807 La giustizia è la virtù morale che consiste nella costante e ferma volontà di dare a Dio e al prossimo ciò che è loro dovuto. 
1808 La fortezza è la virtù morale che, nelle difficoltà, assicura la fermezza e la costanza nella ricerca del bene
1809 La temperanza è la virtù morale che modera l'attrattiva dei piaceri e rende capaci di equilibrio nell'uso dei beni creati. 
1810 La concordia è la virtù morale di quando dici che vai in ritiro spirituale e ti beccano che sei in crociera. (fons)

L'annuncio del sacerdote: «Vado in ritiro»
Poi la scoperta: era sulla Costa Concordia

Prete di Besana Brianza smascherato da un post della nipote su Facebook. Stupita l'intera comunità

MILANO – Difficile credere che una nave da crociera possa essere il luogo più adatto a ospitare un ritiro spirituale. Tutti quei comfort, quelle luci, quei divertimenti di ogni genere certo poco si addicono al silenzio che la meditazione e la preghiera richiedono. Questo devono aver pensato i fedeli della comunità di Besana Brianza, scoprendo che un loro sacerdote si trovava sulla Costa Concordia naufragata al Giglio, invece che in ritiro come aveva loro comunicato.


giovedì 26 gennaio 2012

Zero tituli

Grazie alla dissennata prestazione di Thiago Motta che all'inizio della ripresa prima perde palla al limite dell'area e poi abbatte Cavani dentro la stessa si esce dalla Coppa Italia. L'unico titulo che si poteva ragionevolmente pensare di vincere in questa stagione. Aldilà degli arbitraggi sfortunati nelle due gare contro il Napoli (se l'arbitro Celi avesse fischiato il rigore di Maggio su Milito non sarebbe stato uno scandalo), l'assetto tattico imposto da Anzianotti Ranieri fa bene sperare per il conseguimento di quel quinto posto in campionato che garantirebbe la qualificazione all'Europa League.


PS. Ma se Thiago Motta era turbato dalle voci di mercato che lo riguardano, non si poteva dargli un turno di riposo?



Bilanista deforestatore

Una specie di Motta (Thiago) dentro il rettangolo del San Paolo di Napoli.

25 gennaio 2012 21:40

Ronaldinho accusato di reati ambientali

(ANSA) - ROMA - Ieri Ronaldinho era finito sulle prime pagine in Brasile perche' la sua foto veniva usata dai trafficanti per vendere il crack; oggi perche' le autorita' dello Stato di Rio Grande do Sul lo accusano di danno ambientale per aver costruito un edificio senza permesso. Il giocatore del Flamengo viene perseguito insieme al fratello Roberto de Assis Moreira e ad una societa' edilizia per ''sfruttamento di spazio pubblico su un lago navigabile'', ''danni all'ambiente'' e ''deforestazione''.

mercoledì 25 gennaio 2012

Privilegi della ricchezza


Mettere dei nomi assurdi ai bambini sapendo che - frequentando coetanei di casta inferiore - nessuno li prenderà in giro.


25/01/2012 - AL SANT’ANNA IL PARTO DI LAVINIA BORROMEO

E' nata Vita la terzogenita
di casa Elkann


TORINO - Sono arrivati all’ospedale su una Panda blu. La stessa che avevano usato nel 2006 e nel 2007 in occasione della nascita di Leone e Oceano. Dopo neanche cinque ore, alle 22 di lunedì, al Sant’Anna nasceva la sorellina di Leone e Oceano

Napoli-Inter quarto di Coppa Italia 2011/12

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/dirette/PublishingBlock-64203784-70f7-4b53-9d21-b14693850195.html?channel=Rai%201

Sporting - Inter (Champions Primavera)



Aggiornamento:
NextGenSeries: impresa Inter, in semifinale!

Michel Martone


IL CASO

La provocazione del viceministro Martone
"Laurearsi dopo i 28 anni è da sfigati"

Il viceministro al Lavoro e alle Politiche sociali, Michel Martone: "E' bravo, invece, chi sceglie un istituto professionale. Bisogna dare messaggi chiari ai giovani". Scoppia la polemica anche sui social network. Il ministro Fornero:"Non lo sgrido, sono già accusata di mobbing". E Martone replica alle critiche: "Mi scuso per i toni poco sobri, ma il tema resta"




Avere un contratto di consulenza da 40mila euro commissionato dal padre non è da sfigati.



In molti lo criticano perché le tappe, per essere un italiano, anche se nato a Nizza, rispetto alla maggioranza dei suoi connazionali le ha bruciate. Forse perché, dicono, è italianamente "figlio di" Antonio Martone, magistrato di chiara fama, attivo in Cassazione e ricco di contatti politici. Tanto da essere stato sentito qualche mese fa anche come "persona informata dei fatti" sulla loggia P3 ed essere stato nominato dall'allora ministro della Pa Renato Brunetta presidente della Commissione per la Valutazione, l'integrità e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche (Civit). Motivo per cui nel 2010 i senatori Ichino, Zanda e Morando chiesero a Brunetta stesso se non gli sembrava inopportuno aver stipulato un contratto di consulenza con suo figlio Michel, per 40mila euro circa, per occuparsi di "problemi giuridici della digitalizzazione delle amministrazioni pubbliche di paesi terzi". (ilsole24ore)



Finestre di plastica

Dopo l'azienda che commercializza latte d'asina in polvere, un altro prestigioso sponsor per la nostra Inter. Il tutto mentre Branca giganteggia nella sessione invernale di calciomercato acquisendo l'altra metà di Obi (dovrebbe essere quella che tira in porta) e mollando una delle due metà scarse di Jonathan al Parma, dove potrà continuare a percepire 1,5 milioni di euro netti a stagione fino al giugno 2015.





martedì 24 gennaio 2012

Rino Pruiti alle primarie di Buccinasco - 29 gennaio 2012

Oltretutto, si dimostra un autentico genio della comunicazione. Uno che può mettere la mano sul fuoco su quello che afferma.


Blocchi stradali degli autotrasportatori



Guidare i TIR è un mestiere duro e noioso allora i conducenti di camion hanno pensato bene di organizzarsi affinché la routine fosse superata. Potevano trovarsi delle motivazioni un po' più originali, quello sì. E il disturbo agli altri cittadini rientra nel giochetto che si sono inventato. Notoriamente i non possessori di autocarri non sono stati per nulla interessati dai rincari su carburanti, pedaggi autostradali e assicurazioni, neanche quando i prezzi delle merci che acquistano sono aumentati per via degli incrementati costi di trasporto.

ROMA - Lo sciopero è stato deciso da Trasportounito Fiap, il sindacato di categoria. Gli autotrasportatori, come si legge in un volantino, chiedono il recupero immediato delle accise sul gasolio, pagamenti certi e rapidi per tutta la filiera del Trasporto, controlli e sanzioni agli irregolari, sconto immediato al casello sulle spese autostradali. Altro obiettivo è il contenimento dei costi assicurativi per calmierare gli aumenti indiscriminati e l’esenzione Sistri, cioè l’obbligo di adeguamento al sistema di tracciamento dei rifiuti non pericolosi per tutte le piccole e medie imprese dell’autotrasporto. 

Perchè l'Italia va in vacca

Analisi sociologica da integrare nei testi universitari.

Più o ar meno

Come riscrivere la storia a proprio piacimento e galvanizzare i propri elettori.



  • Corriere della Sera
  • Esteri
  • Armeni, Erdogan: «Legge discriminatoria»

PROTESTE IN TURCHIA PER L'APPROVAZIONE IN SENATO

Armeni, Erdogan: «Legge discriminatoria»

Secondo Ankara la norma francese contro il negazionismo,
«ha messo i valori europei sotto i piedi. Speriamo in ricorso»


Durante la prima guerra mondiale (1914-1918) si compie, nell’area dell’ex impero ottomano, in Turchia, il genocidio del popolo armeno (1915 – 1923), il primo del XX secolo. Il governo dei Giovani Turchi, preso il potere nel 1908, attua l’eliminazione dell’etnia armena, presente nell’area anatolica fin dal 7° secolo a.C.
Dalla memoria del popolo armeno, ma anche nella stima degli storici, perirono i due terzi degli armeni dell'Impero Ottomano, circa 1.500.000 di persone. Molti furono i bambini islamizzati e le donne inviate negli harem. La deportazione e lo sterminio del 1915 vennero preceduti dai pogrom del 1894-96 voluti dal Sultano Abdul Hamid II e da quelli del 1909 attuati dal governo dei Giovani Turchi.
Le responsabilità dell’ideazione e dell’attuazione del progetto genocidario vanno individuate all’interno del partito dei Giovani Turchi, “Ittihad ve Terraki” (Unione e Progresso). L’ala più intransigente del Comitato Centrale del Partito pianificò il genocidio, realizzato attraverso una struttura paramilitare, l’Organizzazione Speciale (O.S.), diretta da due medici, Nazim e Chakir. L’O.S. dipendeva dal Ministero della Guerra e attuò il genocidio con la supervisione del Ministero dell’Interno e la collaborazione del Ministero della Giustizia. I politici responsabili dell’esecuzione del genocidio furono: Talaat, Enver, Djemal. Mustafa Kemal, detto Ataturk, ha completato e avallato l’opera dei Giovani Turchi, sia con nuovi massacri, sia con la negazione delle responsabilità dei crimini commessi.

Thiago Motta al PSG


Una volta era l'Inter che attraeva i grandi giocatori perchè aveva una dirigenza disposta ad investire per il bene della squadra. Oggi invece l'Inter è una provinciale costretta ogni sei mesi a vendere il giocatore migliore. Non ci sono differenze con il caso di Eto'o, anche Thiago Motta ha un contratto non in scadenza; e pure per rimpiazzare il regista italo-brasiliano la stessa dirigenza nerazzurra si accorgerà che sarà necessario acquistare un sostituto, magari spendendo la stessa cifra per ingaggio e cartellino. Se Tevez arrivasse alla corte di Moratti, verrebbero annullati tutti i benefici economici dati dalla cessione del camerunense ai russi. Per giunta per un attaccante meno valido.  

Dopo il rossonero Pato e l’aspirante rossonero Tevez, la nuova priorità del Psg è un nerazzurro. Leonardo ha pronta una ricca proposta per Thiago Motta. Secondo indiscrezioni concordanti, pubblicate dal sito Rmc Info, l’accordo non sarebbe lontano. Al centrocampista azzurro viene offerto un ponte d’oro: contratto di tre anni e mezzo e uno stipendio di 4,5 milioni netti a stagione. Una proposta che non lascia indifferente il procuratore del giocatore che però frena: “Non c’è offerta ufficiale, ma Leo ha sempre cercato di prendere Thiago Motta”. L’ostacolo principale però rimane l’Inter, che per lasciare libero Motta deve prima trovare un sostituto all’altezza. Ma il Psg, secondo fonti vicine al fondo Qatar Sports Investment che controlla il club parigino e citate da Rmc Info, metterebbe sul tavolo almeno dieci milioni di euro. E al Gran Galà del calcio Thiago Motta non è molto convincente nell'allontanare l'ipotesi Parigi. Anzi, ammette un po' imbarazzato "Parigi è una bella città. (gazza)

lunedì 23 gennaio 2012

Internet non è sempre buono e giusto

"Sono le grandi corporation a conoscere i metodi per estrarre profitto dall'intelligenza collettiva della rete senza remunerarne il lavoro"

"Molti guru giurano che il capitalismo sta per lasciare il campo a un nuovo modo di produrre, a una società in cui mezzi di produzione e chance di arricchimento saranno ampiamente ridistribuiti, mentre le vecchie gerarchie lasceranno il campo ai network orizzontali di produttori-consumatori. Ma se osserviamo la realtà vediamo un altro panorama: crollo dei redditi e dei livelli occupazionali di classi medie e lavoratori della conoscenza, concentrazioni monopolistiche, inasprimento delle leggi sulla proprietà intellettuale, balcanizzazione del Web – ridotto a un arcipelago di riserve di caccia aziendali. L’autore presenta una tesi radicale: Internet non ha “ammorbidito” il capitalismo; ne ha al contrario esaltato la capacità di cavalcare l’innovazione per sfruttare la creatività e il lavoro umani. Per i (falsi) profeti della rivoluzione digitale l’obiettivo è allevare una generazione di lavoratori della conoscenza flessibili, disciplinati e convinti di vivere nel migliore dei mondi possibili. Felici e sfruttati" (recensione)



sabato 21 gennaio 2012

Giglio e Costa Concordia: strage e disastro ambientale

Nessuno ha il coraggio di comunicarlo apertamente ed in modo chiaro, ma quello che è successo nello scorso fine settimana con il naufragio della nave da crociera Costa Concordia sugli scogli dell'isola del Giglio ha determinato la strage di 32 persone (11 accertati più 21 dispersi difficilmente recuperabili vivi) e il disastro ambientale di questa parte del parco marino dell'arcipelago toscano (il carburante non verrà recuperato e lo scafo si inabisserà). Il buonismo alla FabioFazio dell'informazione italiana non può lasciare spazio alla constatazione della dura realtà mentre invece si sofferma sui pettegolezzi che hanno preceduto lo schianto o sui pleonastici - ma doverosi - tentativi di evitare che il combustibile si riversi nelle acque circostanti.

Nutria ciclopica


venerdì 20 gennaio 2012

4 milioni al giorno per la Gazza




AUDIPRESS 2011/2 - Indagine sulla lettura dei quotidiani e periodici ...30/11/2011

LETTORI IN UN GIORNO MEDIO (in migliaia - novembre 2011)





LA GAZZETTA DELLO SPORT 4052
LA REPUBBLICA 3277
CORRIERE DELLA SERA 3274
LA STAMPA 2132
CORRIERE DELLO SPORT STADIO 1748
IL MESSAGGERO 1567
IL RESTO DEL CARLINO 1296
IL MATTINO 1077
IL SOLE 24 ORE 1016
TUTTOSPORT 966
LA NAZIONE 886
LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO 745
IL GIORNALE 728
IL GAZZETTINO 586
IL TIRRENO 539
IL SECOLO XIX 538
LA SICILIA 493
L'UNIONE SARDA 461
LIBERO 434
CORRIERE DELL' UMBRIA 411
IL GIORNO 408
GIORNALE DI SICILIA 406
GAZZETTA DEL SUD 403
LA PROVINCIA CO/LC/SO/VA 389
NUOVO QUOTIDIANO DI PUGLIA 365
LA NUOVA SARDEGNA 346
CORRIERE ADRIATICO 318
GIORNALE DI BRESCIA 315
L'ECO DI BERGAMO 311
IL CENTRO 310
AVVENIRE 305
L'UNITA' 291
GIORNALE DI VICENZA 281
ALTO ADIGE 280
MESSAGGERO VENETO 277
L' ARENA 270
GAZZETTA DI PARMA 219
IL MATTINO DI PADOVA 195
IL TEMPO 186
GAZZETTA DI MANTOVA 178
IL PICCOLO 176
ITALIA OGGI 173
LIBERTA' 172
LA PROVINCIA PAVESE 168
L' ADIGE 163
LA PROVINCIA CR 149
LA TRIBUNA DI TREVISO 148
GAZZETTA DI REGGIO 144
NUOVA GAZZETTA DI MODENA CARPI 124
LA NUOVA FERRARA 106
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE 90


Sicilia



Disgrazia?




MILANO - È in stato di fermo, piantonato dalla polizia, al reparto di neurorianimazione del Policlinico di Milano, Massimo Moro, 38 anni, il tifoso del Genoa rimasto ferito in seguito a una colluttazione con un agente di polizia. Il tifoso non sarebbe in pericolo di vita, secondo quanto si apprende. Dai controlli è risultato positivo all'alcoltest (aveva l'alcolemia a 300); era inoltre in possesso di droga. Secondo la ricostruzione dell'accaduto fornita dalla Questura, il tifoso ha battuto la testa durante uno scontro con un agente di polizia che cercava di riportarlo alla calma durante un controllo. 
La ricostruzione. Intorno alle 20.15 Moro, è stato trattenuto al varco 9 dello stadio Meazza, prima dell'inizio della partita, perché ubriaco. Dopo avergli impedito l'ingresso, le forze dell'ordine lo hanno portato a un vicino posto di Polizia mobile per un controllo. Qui è stato separato dal cognato e da due amici, che hanno chiesto agli agenti quando l'avrebbero rilasciato. "Dopo la partita", avrebbero detto i poliziotti. 

A quel punto - secondo quanto racconta la Questura - Moro, non si sa se per un motivo in particolare o solo perché aveva bevuto troppo, ha dato in escandescenze cercando di aggredire un agente. Un altro poliziotto è intervenuto per cercare di bloccarlo e durante la colluttazione entrambi sarebbero caduti a terra. 

Ad avere la peggio sarebbe stato l'uomo che ha picchiato la testa e ha riportando un trauma. Soccorso in stato di semi-incoscienza, è stato trasportato d'urgenza al Policlinico. Non è chiaro in quale momento gli sia stato somministrato il sedativo che - secondo i sanitari - ha causato la reazione allergica né quando abbia iniziato a respirare il proprio vomito.