23 aprile 2011

Stuzzichini al Grana Padano



Per chi ama il formaggio croccante, ci sono questi novelli stuzzichini a base di Grana Padano: un cibo accattivante nel gusto e - al contempo - nutriente. A me, che aggradano particolarmente le croste dei formaggi, questo Grok piace assai... L'idea poi che un prodotto caseario abbia convertito il suo consumo tipico in spuntino, per soddisfare il peccato capitale della gola, è rivoluzionaria. Pertanto, lodi ai brillanti della San Lucio.


22 aprile 2011

Il monaco



PRINCIPATO DEL MONACO.

Il problema non è tanto che l’uomo stia diventando come merce. Semmai è la merce che si sta sempre di più umanizzando. L’abito non fa il monaco, l’abito è il monaco. (fonte)

21 aprile 2011

Concorso?



Quanto avrà speso il Consorzio dell'Olio IGP Toscano per pubblicizzare un concorso il cui montepremi è di € 15.000? No perché ho il sospetto sia almeno 100 volte il costo per pubblicizzarlo... 

N° 20 Buoni del valore di € 750,00 cad IVA inclusa, validi per un soggiorno per 2 persone in un Agriturismo in Toscana da scegliere tra le strutture indicate sul  sito www.oliotoscanoigp.it/ita/home.html e da prenotare
almeno 15 giorni prima. I Buoni dovranno essere usufruiti tra il 10 luglio 2011 e il 31 dicembre 2011 (esclusi ponti, festività, dal 7 al 21 agosto 2011 e i periodi di chiusura dei singoli Agriturismi); dopo tale data i Buoni perderanno ogni valore. Eventuali eccedenze rispetto al valore indicato (€ 750,00) sono a carico dei vincitori. MONTEPREMI: € 15.000,00 (IVA inclusa)

Marco Mazzoli ha visitato Radio Deejay


Organi più importanti


Ho un sospetto sugli organi a cui la maggioranza parlamentare è più sensibile.


PROPOSTA DI LEGGE DEL DEPUTATO REMIGIO CERONI. NEL MIRINO ANCHE CONSULTA E QUIRINALE

Il Pdl: «Si modifichi la Costituzione:
il Parlamento conti più di tutti gli altri»

«Le Camere vengono prima di altri organi».

 «Il Parlamento è sovrano, gerarchicamente viene prima degli altri organi costituzionali come... 

20 aprile 2011

Quelli dei pass fasulli e quelli delle multe


CRONACA

Inchiesta sui falsi pass disabili
coinvolti i giocatori del Bologna

Un permesso risulta legato a targhe di auto in uso ai calciatori: la procura manda i vigili a Casteldebole per le verifiche. Dopo l'inascoltato appello del pm Giovannini ("Chi è irregolare si faccia avanti"), sono stati avviati controlli a tappeto

di LUIGI SPEZIA

E ora il Bologna non vorrebbe perdere anche da Sirio. L'inchiesta sui falsi handicap della Procura arriva a Casteldebole, anche se qui nella cittadella calcistica c'è in uso un permesso handicap vero e non taroccato, nè comprato a 250 euro dagli indagati dell'inchiesta per truffa del pm Valter Giovannini. Ieri pomeriggio, smesse le divise blu per non dare nell'occhio, i vigili urbani sono entrati nella sede rossoblù, per controllare una strana questione legata agli accessi facilitati in centro. Risulta che un pass vero, riconducibile ad una collaboratrice del Bologna FC realmente invalida, come da certificato mostrato ai cronisti, è collegato a dieci targhe di auto in possesso di altrettanti giocatori della prima squadra. I giocatori "segnati" sono certamente 
Di Vaio, Portanova, Viviano, Morleo, Mudingayi, Moras e Esposito.
 

LA CONTRAVVENZIONE

Eto'o multato in via Montenapo:
«Ma era solo per un minuto»

Il campione, in sosta vietata per un caffè, è uscito di corsa dal bar per tentare di convincere la vigilessa


Julio Cesar multato come Eto'o

Parcheggio in divieto di sosta in via Montenapoleone, a Milano, e inevitabile multa di 39 euro recapitatagli personalmente dal vigile. Julio Cesar, a bordo del suo Suv, ha accettato con un sorriso sulle labbra la sanzione inflittagli dal vigile, al contrario di Eto’o qualche settimana fa, quando il camerunense cercò di dissuadere la vigilessa. (fonte)


Il miracolo postumo del Santo subito Wojtyla


Il prossimo primo maggio Giovanni Paolo II verrà beatificato sei anni dopo la morte. Si tratta di un piccolo record perché solitamente devono trascorrere due lustri prima che la Chiesa Cattolica tributi questa onorificenza (che si concreta anche nella dedica di un giorno dell'anno solare sul calendario, quindi è un premio molto ambito). Ma questa non è l'unica anomalia riscontrabile nella carriera ultra-terrena di questo papa polacco: dato che le autorità religiose non sono riuscite a trovare dei miracoli compiuti da GP2 quand'era ancora in vita, hanno dovuto "ripiegare" su un avvenimento successivo al suo corporeo trapasso. 



(Adnkronos) - ''Si, ero malata e sono guarita''. Suor Marie Simon-Pierre, religiosa dell'Istituto delle Maternite's Catholiques d'Aix-­en-­Provence, che compirà cinquant'anni il 27 febbraio prossimo, ha raccontato la sua miracolosa guarigione dal morbo di Parkinson, guarigione che ha contribuito alla beatificazione di Giovanni Paolo II.
Questa malattia, spiega, ''è stata diagnosticata nel 2001'' e ''giorno dopo giorno ho visto il mio stato di salute peggiorare'' fino a quel 2 aprile 2005, il giorno in cui è morto Wojtyla. ''Ho avuto il sentimento quel giorno - riferisce suora Marie Simon-Pierre - di perdere un amico. Mi sentivo molto vicino al Papa. Lo seguivo da molto vicino e mi ero particolarmente avvicinato a lui all'annuncio della mia malattia perché anche lui soffriva del morbo di Parkinson. Quando è morto ho avuto l'impressione di perdere qualcuno di caro''.

19 aprile 2011

I 5 referendum di Milano (12 giugno 2011)



Il prossimo 12 giugno i cittadini milanesi avranno la possibilità di votare per altri cinque referendum di ambito locale e di tipo consultivo, oltre ai quattro di carattere abrogativo a carattere nazionale. Di questi nove quesiti, almeno sette sono totalmente inutili o pleonastici.


I referendum che si terranno nel capoluogo lombardo sono stati promossi dal movimento di "Iniziativa popolare referendaria per la qualità dell'ambiente e la mobilità sostenibile a Milano". Più sotto è riportata una breve descrizione di ciascuno di essi seguita da un breve commento.


Per far supportare la solidità e la bontà delle proposte, cito i nomi di alcune personalità che vi hanno aderito (la lista completa è in questa pagina, si può notare l'interesse crescente presso la cittadinanza milanese per questi cinque quesiti dal biblico numero di persone che hanno voluto commentare); ci sono - tra gli altri - due futuri perdenti alle prossime elezioni per il nuovo sindaco di Milano (entrambi politici del centro-sinistra anche se i loro nominativi sono riportati in un'altra categoria), due brave giornaliste e qualche abile esponente del mondo della cultura e dello sport. 

Università e professioni
Stefano Boeri (Architetto progettista Expo – non aderisce al quesito sui Navigli),  Giuliano Pisapia (avvocato)
Giornalismo
Daria Bignardi (giornalista e conduttrice TV), Paola Maugeri (giornalista e conduttrice TV), 
Cultura e sport
Antonio Cornacchione (comico), Diego Parassole (comico), Debora Villa (comica Zelig), Claudio Batta (comico Zelig), Billy Costacurta (calciatore), Linus (Direttore artistico Radio DJ), Filippa Lagerbäck (showgirl e conduttrice televisiva)


1 Oggetto: Richiesta di referendum consultivo d’indirizzo per ridurre traffico e smog attraverso il potenziamento dei mezzi pubblici, l’estensione di “ecopass” e la pedonalizzazione del centro. (Si sono dimenticati di richiedere anche l'eliminazione di nebbia, neve e giorni di pioggia)
2 Oggetto: Richiesta di referendum consultivo d’indirizzo per raddoppiare gli alberi e il verde pubblico e ridurre il consumo di suolo. (Postulare il raddoppio degli alberi e il dimezzamento del numero degli edifici avrebbe reso il quesito ancora più incisivo) 
3 Oggetto: Richiesta di referendum consultivo d’indirizzo per conservare il futuro parco dell’area EXPO. (Questa istanza è masochista: invece che per soli sei mesi, vogliono mantenere il parco di cemento ad libitum) 
4 Oggetto: Richiesta di referendum consultivo d’indirizzo per il risparmio energetico e la riduzione della emissione di gas serra. (Tutto giusto, ma qual è stato l'impatto ambientale per produrre cinque referendum inutilmente consultivi?) 
5 Oggetto: Richiesta di referendum consultivo d’indirizzo per la riapertura del sistema dei Navigli milanesi(Già che c'erano potevano proporre di togliere l'asfalto dalle strade e di dotare ciascun milanese di un proprio cavallo con diritto-dovere di non defecare in giro, al fine di non produrre un poco ecologico olezzo)

Willie non sarà il nuovo sindaco di Bologna



Lo hanno escluso, e solo per un puntiglioso vizio burocratico. Ma il messaggio di Willie rimane intatto.

Ingredienti delle portate:
Antipasto : Abolizione divieti sociali
Tutti i muri a disposizione dei writers.
Mai più carceri nè vigili urbani cattivi.
Happening culinari gratuiti nelle piazze.
Nudismo libero, armi da fuoco vietate per sempre.
Libertà di bivacco.
Primo : Post-ambientalismo e mobilità a trazione umana
Promozione urgente dell’uso di maschere antismog.
Rifiuti zero, conversione completa ad energie rinnovabili.
Autobus gratis.
Fermo definitivo dei motori a scoppio.
Cerchia dei viali chiusa al traffico.
Costituzione di una cooperativa di facchini a pedali per consegna merci e servizio taxi.
Ciclofficine a ogni angolo, lavanderie a pedali gratuite.
Animali liberi, prati e piante per tutti, cieli limpidi.
Secondo: Diritto allo spazio abitativo e sociale
Confisca delle case vuote e degli spazi abbandonati.
Centri sociali e culturali in ogni spazio dismesso.
Solidarietà premiata con viaggi vacanze.
Incentivi all’abitare alternativo: case di paglia, teepee, nomadismo.
Contorno: Esperienze psicotrope libere
Tutte le droghe libere, depenalizzate e certificate biologiche e fair-trade.
Party libero, consulenze sciamaniche fornite dal comune.
Politiche attive di riduzione del danno e uso consapevole.
Corsi di coltivazione domestica, serre collettive.
Dolce: Reddito massimo garantito
Limite massimo di guadagno mensile: 3500 euro.
Garantiti per tutti coloro che ne facciano richiesta.
Surplus in una cassa speciale per usi socio-assistenziali, culturali e servizi.
Incentivi per artigianato, filiera corta, autoproduzione.
Caffè e ammazza caffè: Diritto di cittadinanza intergalattica
Cittadinanza garantita a ogni entità vivente.
Irrilevanti le differenze tra individui siano esse di genere, razza
nazionalità titolo di studio, preferenze alimentari e sessuali
capacità manuali o intellettuali, precedenti penali,
tossicofilie o altre patologie.
Incentivi alla ricerca di forme di vita extraterrestri.

http://www.williesindaco.net/blog/

18 aprile 2011

Firme false per Formigoni?






Gianfranco Lande santo subito



Quest'uomo sarà forse colpevole di fronte alla Legge ma io un po' lo stimo; il dottor Gianfranco Lande ha babbato dei soldi (anche) a gente che ha accumulato ricchezze facilmente grazie a qualche bel reato penale oppure al mondo dello spettacolo e dello sport sfruttando il classico trucco della piramide... 
I ricchi boccaloni sono stati accalappiati grazie al facile guadagno senza chiedersi i motivi di tassi d'interesse di remunerazione del capitale così elevati, e anzi forse pensando di essere più furbi degli altri ad affidare i propri risparmi a questo privato cittadino. Quando la giustizia divina punisce in terra è sempre una bella notizia, o no? 

Si tratta del vecchio trucco della piramide: attraverso la promessa di guadagni rapidi e lucrosi, grazie a interessi sugli investimenti vertiginosi, si rastrella denaro. Il segreto è quello di trovarsi sempre al vertice della piramide ed aspettare che questa allarghi la sua base. L’afflusso di denaro dei nuovi clienti permette di remunerare i lauti interessi promessi ai primi. (insorgenze)

Truffa Parioli, ecco i nomi
dei 90 pregiudicati


Clienti condannati per usura, bancorotta e omicidio. La decisione del Tribunale del Riesame: Gianfranco Lande resta in carcere


Truffa, reati contro la pubblica amministrazione, falso in bilancio, usura, bancarotta fraudolenta. C'è mezzo codice penale nei carichi pendenti dei 90 pregiudicati che figurano nella lista clienti del "Madoff dei Parioli". Nel giorno in cui il Riesame dice no alla scarcerazione per quattro degli indagati (Gianfranco Lande, Andrea e Raffaella Raspi e Gian Piero Castellacci Di Villanova), spuntano i nomi dei "pregiudicati". (repubblica)


La lista «nera» del Madoff dei Parioli Trovato l'archivio segreto in una casa

Dai reati fiscali alla truffa, chi sono i 90 clienti con precedenti. Le carte in 40 scatoloni custoditi da un dipendente. Accertamenti in Danimarca e Belgio

ROMA - Alcuni nascondevano i soldi al fisco e li affidavano a Gianfranco Lande, il «Madoff dei Parioli». Altri gli consegnavano i proventi di attività illecite come la truffa, la ricettazione, l'usura, la corruzione. Tutti speravano di far lievitare il proprio capitale, talvolta ignari che lui lo investiva in paradisi fiscali e fondi esteri, persino su conti aperti in banche danesi. (corriere)


17 aprile 2011

Legge 626


IL TESTO DELLA LEGGE 626/94




ART. 1 - Campo di applicazione



1. Il presente decreto legislativo prescrive misure per la tutela della salute e per la sicurezza dei lavoratori durante il lavoro, in tutti i settori di attività privati o pubblici.