09 maggio 2011

Lutto al Giro e vergogna


L'INCIDENTE È AVVENUTO A UNA VENTINA DI KM DAL TRAGUARDO

Ciclista belga cade al giro e muore

Weylandt finisce a terra e sbatte contro un muro. Trasportato d'urgenza in ospedale in elicottero. (corriere)

E HANNO AVUTO ANCHE IL CORAGGIO DI NON SOSPENDERE LA TAPPA. VERGOGNA!

Le patacche di Wired


Convinto dai consigli di alcuni amici fanatici di questo periodico (nella sua versione americana), un anno e mezzo fa ho avuto la sventurata idea di abbonarmi al mensile "Wired". Fortunatamente dopo l'estate esso terminerà, con grande delusione della campana bianca dei rifiuti cartacei ove finisce quasi intonso.


La lettura, sempre più approssimativa di Wired, mi lascia sbigottito. L'ultimo numero, che mi è arrivato settimana scorsa, presenta in prima pagina l'ennesima patacca tecnologica: un contenitore in plastica che si biodegrada in 40 giorni, un'invenzione fantastica perchè consente all'acqua contenuta nelle bottiglie di disperdersi nell'automobile o nello sgabuzzino prima del suo consumo.


Il tenore di questa copertina non è certo dissonante rispetto ai numeri di Wired del passato. Del resto il direttore della rivista (peraltro appena defenestrato) è quel Riccardo Luna che nel 2004 aveva fondato il prestigioso quotidiano "Il Romanista". 


Trovo straordinario il fatto che un mensile dedicato alla tecnologia il cui sottotitolo nella testata è "Storie, idee e persone che cambiano il mondo" come massimo livello editoriale abbia prodotto la campagna del Nobel per la Pace per Internet, che altro non è stata se non una reclame occulta a favore delle aziende di servizi fornitrici di telefonia e connettività.



Le grandi invenzioni partono dalla constatazione di piccoli fenomeni. Ad esempio, l'idea della bioplastica venne in mente a Marco Astorri nel 2006, quando vide un pezzetto di plastica abbandonato su un prato di montagna. Quel pezzetto era uno skypass, lasciato cadere da uno sciatore, confuso tra la neve fino a quando la bella stagione non l'aveva sciolta. " Non era un bello spettacolo vedere tutti quei  rettangolini di plastica colorata sul verde dei prati e sapere che sarebbero rimasti lì per migliaia di anni se nessuno li avesse raccolti", spiega Astorri. Così, lui e il suo amico e collega di lavoro, Guy Cicognani, decidono di creare una plastica in grado di sciogliersi nell’acqua nel giro di 40 giorni, due mesi. 

Triglie alla livornese



Ho usato lo spada al posto delle triglie che a mio giudizio è pure meglio.

INGREDIENTI (per 2 persone)

  • 500 g di triglie
  • prezzemolo
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 cucchiai d'olio extravergine di oliva
  • 300 g di pomodoro in pezzi
  • sale
  • pepe
PREPARAZIONE

  • Pulire le triglie. Eliminare le interiora, incidendo il dorso sotto le branchie, ed estraendole. Eliminare le squame passando il coltello dalla coda verso la testa.
  • Sciacquare abbondantemente sotto acqua corrente. Fare molta attenzione nel manipolare le triglie, poiché sono estremamente delicate e si rompono facilmente.
  • Lavare il prezzemolo, selezionarne le fogli e tritarle finemente con la mezzaluna su un tagliere assieme all'aglio spellato.
  • In una larga padella mettere l'olio, il trito di aglio e prezzemolo ed accendere il fuoco.
  • Far soffriggere a fiamma dolce fintanto che l'aglio non si sarà appena dorato, togliere dal fuoco per qualche secondo per far raffreddare appena l'olio quindi unire il pomodoro a pezzi. Mescolare, unire un pizzico di sale e cuocere per 5 minuti a fiamma media per far restringere il sughetto.
  • Unire le triglie e cuocerle a fiamma vivace per 3-4 minuti per lato, girandole una sola volta. Sono infatti piuttosto delicate e tendono a rompersi.
  • Unire un filo d'olio a crudo, una grattugiata di pepe e servire immediatamente. (fonte)

08 maggio 2011

Certezze

fonte

Il Milan e le maggiorenni

Per tutta la comunità che gravita attorno alla squadra del Presidente Berlusconi, rappresenta un grande risultato poter finalmente festeggiare una notte intera con cittadini/e che hanno più di 18 anni.


Milan, festa fino all'alba!
Galliani: Rinnovi? Vedremo

07 maggio 2011

Grazie


Ringrazio i miei genitori poichè mi hanno rigidamente educato al crisma della non-violenza. Non so se M. L. King o Gandhi in questo preciso momento storico avrebbero dimostrato codesto mio simile contenimento, ove interisti (particolare che avrebbe potuto solo nobilitare la loro già perfetta immagine pubblica).
Elogio della decapitazione.

Gli spazi nascosti di Massimo Ambrosini

Il Presidente onorario del Milan
si felicita per i due trofei vinti.

Ambrosini si interroga
su dove custodire la Coppa.

Questa sera il BB?ilan può vincere il suo secondo titolo stagionale; storica accoppiata che interrompe una consolidata tradizione vincente
L'allenatore del Milan, Massimiliano
 Allegri, sembra voler dare un
suggerimento ad Ambro.

06 maggio 2011

Nelson Mandela


Quasi trent'anni di carcere per poi essere citato da una carneade candidata consigliere. 
“Lo sport ha il potere di cambiare il Mondo. Di unire la gente. Parla una lingua che tutti capiscono . Lo sport può creare la speranza laddove prima c’era solo disperazione”.

Esultanza di una tifosa del Barcellona



Il tifo italiano può imparare tanto dall'estero, in particolare da questo singolare festeggiamento di una tifosa azulgrana dopo la qualificazione alla finale di Champions del suo Barca.


Una aficionada del Barça sorprendió al plató de Futboleros, el exitoso programa nocturno de MARCA TV, con un 'topless'.





 

05 maggio 2011

NASCONDINO ALL'IKEA



Bell'idea, anche se ritengo che l'organizzatore più o meno latente sia stata l'Ikea stessa, azienda multinazionale nota per alcune sue pubblicità "originali" concepite per far parlare di sé e guadagnare visibilità attraverso messaggi dal contenuto non convenzionale (vedi Catania).


 


Due studenti bolognesi in totale autonomia  e senza aver preso accordi con IKEA hanno creato e diffuso un evento su Facebook con l’intenzione di organizzare un nascondino dentro il negozio IKEA di Bologna.
Aleksej Korostin e Ferro Garcia Valdecasas Cañedo in poco più di un mese hanno ottenuto 1892 adesioni all’evento.
Poche regole e un obiettivo preciso: trascorrere un pomeriggio all’IKEA giocando a nascondino con più persone possibili.
REGOLE DEL GIOCO
- Abiti rossi per i partecipanti;
- maniche abbassate per i cercatori
- maniche arrotolate per individuare i fuggitivi.
Risultato? Ben 400 partecipanti effettivi.
COS’È SUCCESSO A BOLOGNA?
Il nascondino si è  svolto in un weekend di ottobre,  i 400 partecipanti hanno rispettato le regole suggerite dagli organizzatori e il gioco nello store è durato circa 2 ore. Rispetto ad un normale sabato di affluenza in negozio, a Bologna si è registrato un incremento sulle vendite di hot-dog del 13%!
Nei mesi successivi c’è stato un altro tentativo di emulazione dell’incontro nel negozio di San Giuliano anche se le presenze registrate sono state minori. (http://www.socialmedianews.it/ikea-una-case-history-particolare)

Fabbrica delle zanzare

Tra una settimana questa amena risaia inizierà a sfornare simpatici insetti pungitori. Meno male.

04 maggio 2011

Vota Mangoni

     

La Coop (quella dei supermercati)


Trattasi dell'unica azienda della GDO (Grande Distribuzione Organizzata) che disincentiva i propri clienti dal comprare acqua minerale nei propri punti vendita... consigliando loro di bersi direttamente quella erogata dai rubinetti di casa.
Sarebbe come se il sito della FIAT Auto pubblicasse indicazioni sul fatto che i propri veicoli sono brutti e quindi non vanno comprati oppure quello di McDonald's informasse la propria clientela che i suoi cibi potrebbero risultare indigesti se ingeriti.

http://www.casacoop.e-coop.it/guest?action=visualizza_articolo&id=1331

Ma perché parlano


2011 - Inter (-8) - Milan (0)
2010 - Inter (0) - Milan (-12)
2009 - Inter (0) - Milan (-10)
2008 - Inter (0) - Milan (-21)
2007 - Inter (0) - Milan (-36)
2006- Inter (0) - Milan (-18)
Totale Inter (-8) - Milan (-97)

03 maggio 2011

Acqua Ferrarelle e greenwashing

Prodotto a Impatto Zero© (ma non per l'ambiente)
Visto che è sempre più in crescita la porzione di consumatori italiani attenta all'ambiente, le aziende si adeguano cercando di produrre beni sempre più eco-sostenibili. 
E dato che - è proprio il caso di dire - questi virtuosi cittadini spesso si bevono qualsiasi cosa in quanto nutrono verso la natura un afflato irrazionale, le aziende si adeguano e seguono questa nuova moda.

La scafata Ferrarelle da qualche settimana ha messo in commercio la sua famosa acqua effervescente naturale con la formula Impatto Zero©: ma è una balla.


Le bottiglie di acqua minerale Ferrarelle non sono a “impatto zero”come dice la pubblicità sull’etichetta. E’ questa in sintesi la sentenza del Giurì dell’autodisciplina pubblicitaria, che accusa la società di avere utilizzato diciture ingannevoli sull’involucro di plastica usato per avvolgere le tipiche confezioni da 6 bottiglie.
Le scritte sotto accusa sono “Impatto zero, e una seconda frase riportata in caratteri tipografici molto più piccoli, dove si dice  che Ferrarelle"compensa la CO2, emessa nell’atmosfera  per produrre questa bottiglia  di  acqua con la creazione e la tutela di nuove foreste“. Il motivo è presto detto. Ferrarelle ha ottenuto da Lifegate la possibilità di usare per due mesi il marchio “Impatto zero” su circa 26 milioni di bottiglie di plastica (*). Per avere il marchio la società ha versato una somma destinata a riforestare un’ampia area boschiva, in modo da compensare le emissioni di anidride carbonica collegate alla produzione delle bottiglie.
Per il Giurì la frase “impatto zero” sull' involucro di plastica risulta ingannevole perchélascia intendere al consumatore che la produzione di minerale è interamente compensata, e questo non è vero. La riforestazione si riferisce solo alla quantità di emissioni di anidride carbonica relative alle bottiglie, per cui restano fuori le altre emissioni inquinanti collegate al processo produttivo. Il Giurì ha deciso la censura del messaggio e l‘adeguamento della sentenza entro 120 giorni. In realtà per quella data le  bottiglie saranno già state vendute e il danno per Ferrarelle sarà marginale.
La vicenda Ferrarelle solleva per l’ennesima volta la questione del Greenwashing, ovvero  la scelta delle aziende di evidenziare nei messaggi pubblicitari aspetti ecologici inesistenti o scorretti per accattivarsi le simpatie dei consumatori. Basta sfogliare un giornale per rendersi conto di quanto sia in ascesa il tema green in tutti i settori e di quanto siano poco efficaci gli strumenti di controllo.

http://www.ilfattoalimentare.it/lacqua-minerale-ferrarelle-non-%C3%A8-a-impatto-zero-censurata-la-pubblicit%C3%A0.-nuovo-caso-di-greenwashing.html


Greenwashing è un neologismo indicante l'ingiustificata appropriazione di virtù ambientaliste da parte di aziende, industrie, entità politiche o organizzazioni finalizzata alla creazione di un'immagine positiva di proprie attività (o prodotti) o di un'immagine mistificatoria per distogliere l'attenzione da proprie responsabilità nei confronti di impatti ambientali negativi.



02 maggio 2011

Padre Maronno Risponde



Ma come si scopre latore del Divino?

JUVETHON: un sms per salvare la Juventus



La Juventus ha finito i soldi e il quotidiano torinese Tuttosport lancia una campagna per la raccolta di fondi finalizzata ad aiutare la prossima campagna acquisti della squadra bianconera. Insuperabile.


JUVETHON Del resto l’i­dea, indicata da un socio a John Elkann durante l’as­semblea degli azionisti del­la Exor, la cassaforte della famiglia Agnelli, non è in­novativa perché tante volte negli anni passati sui fo­rum o sui blog di stampo bianconero era circolata, ma potrebbe rivelarsi assai efficace. Basta un dato, 14 milioni di tifosi, per com­prendere il bacino d’utenza e, di conseguenza, il teso­retto che potrebbe essere raccolto dalla Juventus. Se tutti quanti versassero 1 o 2 euro per sms, grazie al sa­crificio individuale si rag­giungerebbe una cifra inte­ressante in prospettiva campagna acquisti. E cam­pioni come Tevez e Benze­ma potrebbero arrivare con il finanziamento diretto dei tifosi, soddisfatti di aver sborsato una minima quo­ta, a seconda delle proprie disponibilità economiche, se come contraltare c’è la possibilità di vedere fuori­classe vestire la maglia bianconera. (tuttosport via Daddyblog)

Vodafone fa -335 (dipendenti)

LIFE IS NOW, BUT EXTERNAL.

Del Pazzo e della Pazza Inter 2010/11



Mentre penso a dove Ambrosini abbia posizionato lo spumante al termine dei minuti regolamentari di Cesena-Inter, rifletto sul perchè l'Inter non abbia vinto il suo sesto scudetto consecutivo. La risposta è semplice aldilà di ogni analisi: nel campionato che sta per terminare, l'FC Internazionale ha portato a casa due punti in sei partite contro le tre squadre più forti del mondo che hanno vinto la Serie B. Su diciotto punti potenziali, abbiamo pareggiato e perso contro Brescia e Juventus e siamo usciti sconfitti sia all'andata che al ritorno nei derby contro il Milan. Un allenatore (Rafa Benitez) ha pagato per questo, risolvendo consensualmente il rapporto che aveva con l'Inter alla fine del 2010, l'altro invece (Leonardo) sembra in procinto di essere confermato anche per la prossima stagione (ragionevolmente per essere cacciato in autunno e non mangiare il panettone).


Ma intanto godiamoci l'unico calciatore al mondo che ha il cognome assonante con il titolo dell'inno della squadra per cui gioca: uno che in tre minuti ti ribalta il risultato. PAZZO PAZZO PAZZO GOL.



Se si dovesse utilizzare per Pazzini lo stesso metro di giudizio percui GP2 è stato canonizzato... 



01 maggio 2011

I mercanti nel tempio



Tempo fa, circa duemila anni addietro, il capo dei cristiani scacciava i mercanti dal tempio perché gli sembrava blasfemo il fatto che la casa del Signore fosse utilizzata per finalizzare degli affari. 
Oggi invece il capo dei cattolici ha organizzato una delle tante manifestazioni commerciali oceaniche proprio nel nome di Cristo: la fiera del Karol estinto.

Nella foto, uno dei pupazzetti
 con le sembianze di Giovanni Paolo II

30 aprile 2011

Una sola cosa da fare



Data la triste situazione italiana che da qui a dieci giorni si abbatterà sul nostro Paese (e non mi riferisco alla cerimonia di santificazione pubblica del cadavere di Wojtyla attesa per domani) ci sarebbe da partire oggi e tornare almeno dopo il 10 maggio.


Nel campionato di Serie A non sarà certo la prima volta che la vittoria finale "premia" una squadra provinciale (in tempi relativamente recenti è capitato a Verona, Sampdoria, Lazio o Roma) oppure una nobile decaduta aiutata da fortuna e da altri fattori extra-sportivi (BB?ilan o RuB?entus). Proprio per evitare questo triste spettacolo, ci sarebbe un volo da Bergamo il cui ritorno sarebbe previsto tra due martedì...


http://www.skyscanner.it/voli/mila/bts/110430/110510/tariffe-aeree-da-milano-per-bratislava-in-aprile-2011-e-maggio-2011.html?sms_ss=blogger&at_xt=4dbbd2e6e42fc7bf%2C0


28 aprile 2011

Giorgia Palmas è normale



E non è solo normale ma è anche umile (nel camminare a piedi nudi, come San Francesco d'Assisi) ed altruista (concedendosi al pubblico dell'Isola dei Famosi che non aspettava altro). 


Una ragazza normale con
normale intervento a
seno normale.

Isola Famosi, Ventura: "La Palmas? E' la vittoria delle ragazze normali"

La conduttrice: «Le donne che sono tornate in massa a guardare questo programma hanno visto in lei una ragazza per bene».

Alla fine ha vinto, ma Giorgia Palmas non ripartirebbe ancora. La 29enne sarda si è aggiudicata l’ottava edizione dell’Isola dei Famosi: abbronzata e scalza («ho difficoltà ha calzare le scarpe» spiega), al termine della puntata finale ha i pensieri tutti rivolti alla piccola figlia, racconta come la partenza per l’Honduras sia stata «a lungo ponderata» e interpreta come «investimento per il futuro» non solo suo, ma dell’intera famiglia, aggiungendo però che può bastare così: «se fossi stata un’egoista - ha chiarito - sarei rimasta a casa ad aspettare che la vita decidesse per me. (lastampa)

27 aprile 2011

Due domande facili per Mattia Calise




(Per quei pochi e ignoranti milanesi che non sapessero chi è il candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative in oggetto, M.C. è una delle 5 stelle del Movimento grillino; è l'uomo nuovo di cui il capoluogo lombardo abbisognava, e questo virtuoso virgulto prodotto della volontà popolare non poteva che venire da Segrate, come Silvio Berlusconi, l'altro milionario in difficoltà economiche sceso in politica prima di Grillo Giuseppe; il portavoce Mattia ha solo 20 anni, ma è già alla seconda candidatura a consigliere comunale, la prima l'anno scorso proprio per il municipio di Segrate)



Ciao, eri tu quel Mattia Calise che l'anno scorso si è candidato per il Consiglio Comunale di Segrate in una lista civica (http://www.insiemexsegrate.com/) o si tratta di un curiosissimo caso di omonimia?


Un'altra domanda: come giudichi il cittadino che si candida a sindaco in un comune in cui non è residente? Non ti sembra un atteggiamento predatorio da "casta" politica?











Letizia e il globo che gira

Quest'immagine a lato con Letizia Moratti ritratta accanto ad un mappamondo che gira non è una presa per i fondelli come potrebbe sembrare. Il capolavoro fotografico è presente sul suo sito nella sezione "Il Mondo di Letizia", luogo dove è possibile anche apprendere che La Sacra Bibbia è uno dei suoi libri preferiti, pur non figurando nella sezione "Fiabe".

26 aprile 2011

Pavia, Sodoma e Gomorra



Fino a settimana scorsa la città di Pavia viveva nel peccato e nella lussuria: c'erano donne che andavano in giro in topless (perché avevano lasciato i propri panni ad asciugare davanti agli occhi dei viandanti) e c'erano anche novelli domatori di fiere che si combattevano il possesso delle pubbliche piazze lottando contro meccanici di automobili autodidatti. Il Sindaco di Pavia però ha detto no a questi gravi comportamenti, veri e propri attentati alla morale pubblica, evitando che l'ira degli dei si abbattesse sul ridente comune lombardo. E GUAI a chi sarà sorpreso a battere i tappeti dopo le 11 del mattino: dura lex, sed lex.


No a topless, panni stesi e piedi nudi
Pavia diventa la capitale dei divieti

In un'ordinanza di 45 pagine i comportamenti proibiti. Norme su quando battere i tappeti o dove
riparare la macchina. 


Lot and his family leaving
 Sodom.(Rubens)
Si va dal divieto al topless sulle spiagge del Ticino a quello di girare a piedi nudi per la città. Dal divieto di ammaestrare animali di ogni genere su strade e piazze a quello di dare da mangiare a piccioni o gatti randagi. Dalla multa a chi oserà stendere i panni, se è possibile vederli dalla strada, al divieto di aggiustare la macchina sul suolo pubblico, se non in caso di emergenza. Fino all'elencazione di orari precisi per la battitura dei tappeti (dalle 9 alle 11 del mattino, se il balcone non è affacciato su strada o piazza). repubblica

La busta paga dei consiglieri regionali grillini in Emilia-Romagna



Il giorno 11 marzo 2011 avevo postato sulla pagina ufficiale del Movimento 5 StAlle dei GrUllini della Regione Emilia-Romagna il commento (messaggio) che segue. Il partito politico del comico milionario pluripregiudicato  fa della trasparenza della politica una battaglia distintiva rispetto agli altri movimenti. Allora, approfittando di questa opportunità unica, ho chiesto pubblicamente come il consigliere De Franceschi sia riuscito a spendere circa 4000 euro nel mese di luglio 2010. Ebbene nessuno ha ancora risposto, anzi il documento in cui vengono richieste alla Regione le spese di trasporto è sparito dalla sezione del sito in cui sono ospitati tutti i documenti ufficiali... io me l'ero salvato e  l'ho caricato altrove (laddove non può essere cancellato, come accade invece spesso sui siti di Grillo).


I proclami elettorali del politico "inconsapevole" Giuseppe Grillo sono fatti così, punta (e ci riesce appieno) sul fatto che nessuno verifichi che quanto professa venga controllato, grazie al fatto che ogni sua asserzione finisce annegata nel magma di altre infinite affermazioni ridicolmente assolutiste. Chi vota il suo partito non ha e non vuole utilizzare strumenti culturali o cognitivi per accorgersi dei trucchi usati per una serie di ragioni strutturali (a Grillo interessa vendere i dvd e i biglietti dei suoi spettacoli, il suo partito è solo l'elemento più secolare della sua strategia di marketing): l'elettore medio del M5Stelle è culturalmente carente oppure non ha accesso a fonti d'informazioni pluraliste (e quindi vede in Grillo il nuovo Messia). E confonde il mondo dello spettacolo con la res publica configurandosi come un pubblico del Grande Fratello o dell'Isola dei Famosi ma che si percepisce soggettivamente più razionale ed intelligente.


Credo che alle prossime elezioni amministrative la lista elettorale del signor Grillo raggiungerà un buon risultato, a Milano potrebbe ragionevolmente attestarsi sul 7-8% con due o tre rappresentanti eletti a Palazzo Marino. Si tratta di voti (seggi) sottratti al Partito Democratico, quindi non posso che rallegrarmi del fatto che un ulteriore fallimento del centro-sinistra possa magari propiziare un cambiamento di rotta in una coalizione che attualmente non è nè può essere alternativa al PdL. Avere dei eletti/elettori fuori dal PD diventa quindi un prezzo corretto da pagare per la Democrazia.

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/documenti.html


A proposito della busta paga del mese di agosto 2010 del consigliere regionale Andrea Defranceschi, sono assai interessanti due voci:
- Rimborso Spese Trasporto  Lug.2010  € 1.430,40
- Rimborso forfettario mensile € 2.602,02
(Totale € 4.032,42)


Sarebbe interessante conoscere i singoli giustificativi/scontrini per le spese di trasporto (non dubitando della gestione ottimale degli spostamenti) e come mai il consigliere non abbia pensato di utilizzare la quota separata di rimborso forfettario mensile.


Busta paga agosto 2011 defranceschi andrea movimento 5 stelle




05/07/2010 U2 Stampa Mese 5 Stelle 300,00
09/07/2010 U14 Spese abbonamento C.C.I.A.A (visure camerali) 70,00
09/07/2010 U3 Compenso collaboratrice esterna 1.815,00
12/07/2010 U3 Compenso segreteria 1.500,00
12/07/2010 U3 Compenso segreteria 1.800,00
13/07/2010 U3 Compenso ufficio comunicazione 1.525,00
14/07/2010 U3 Compenso ufficio comunicazione 1.250,00
14/07/2010 U9 Convenzione Ristorazione Interna 191,81
21/07/2010 U2 Materiale pubblicitario (striscioni) 290,40
21/07/2010 U2 Stampa Mese 5 Stelle 641,30
28/07/2010 E1 Contributo della Regione 11.164,00
29/07/2010 U12 Acquisto arredi 154,58
30/07/2010 U11 Spese postali 378,25
30/07/2010 U15 Commissioni bancarie 35,00
31/07/2010 U6 Spese giornali 158,40
31/07/2010 U8 Pasti gruppo luglio 1033,92
31/07/2010 U9 pranzi'incontri di lavoro luglio 170,95
31/07/2010 U8 Trasporti luglio 19,75
TOTALE € 22498,36
http://trasparenza.emiliaromagna5stelle.it/images/pdf/spese-2010.pdf

Per far venire 0 basta non sommare le cifre che loro stessi pubblicano?

Lago Mulino di Cusico



Lago Mulino di Cusico

Il lago Mulino di Cusico, inaugurato nel 2007, fa parte del complesso dei laghi di Carcana, ex cave diventate con gli anni un importante luogo di interesse naturalistico con numerose specie di animali e vegetali. Dei quattro laghi, tre sono adibiti da molto tempo alla pesca sportiva. Il lago Mulino di Cusico, invece, è stato abbandonato per così tanti anni che si è sviluppata spontaneamente una fascia boschiva, diventata un'importante zona di ricovero per molti animali stanziali e di passaggio. Peculiarità dei laghi sono le fonti sorgive che garantiscono la purezza delle acque. La vicina frazione di San Pietro Cusico ospita la stazione di ambientamento della cicogna bianca, gestita dalla L.I.P.U. con il contributo del Comune di Zibido e del Parco Agricolo Sud Milano. La stazione ha il compito di favorire l'ambientamento e la ricostituzione di una popolazione stanziale di cicogne bianche e può essere visitata solo in alcuni periodi dell'anno. (provincia)

Finanziamento TAN 0%


Se ne era già parlato, ma repetita (forse) iuvant.

Finanziamento TAN 0%, TAEG MAX 15,53%, fino in 12-15-18 mesi, prima rata a 30 giorni. Spese di istruttoria pari a massimo 3,25% dell’importo finanziato inserite nel TAEG. L’importo finanziabile va da un minimo di € 325,00 a un massimo di € 5.000. Il TAEG rappresenta il costo del finanziamento oltre ai costi accessori. Le spese di incasso rata (pari a € 1,30) sono già comprese nel calcolo del TAEG. In caso di pagamento presso le filiali Agos Ducato, spese di incasso rata pari a € 0. I costi accessori sono i seguenti: imposta di bollo € 14,62; almeno una volta all’anno, rendiconto annuale e rendiconto di fine rapporto € 1,00 per spese d’invio e € 1,81 per imposta di bollo (per importi superiori a € 77,47). Offerta valida fino al 31/12/2011 (fonte)




24 aprile 2011

Letizia Moratti pasquale


Negli altri giorni invece organizza cantieri stradali inutili per dimostrare che sta lavorando.

23 aprile 2011

Stuzzichini al Grana Padano



Per chi ama il formaggio croccante, ci sono questi novelli stuzzichini a base di Grana Padano: un cibo accattivante nel gusto e - al contempo - nutriente. A me, che aggradano particolarmente le croste dei formaggi, questo Grok piace assai... L'idea poi che un prodotto caseario abbia convertito il suo consumo tipico in spuntino, per soddisfare il peccato capitale della gola, è rivoluzionaria. Pertanto, lodi ai brillanti della San Lucio.


22 aprile 2011

Il monaco



PRINCIPATO DEL MONACO.

Il problema non è tanto che l’uomo stia diventando come merce. Semmai è la merce che si sta sempre di più umanizzando. L’abito non fa il monaco, l’abito è il monaco. (fonte)

21 aprile 2011

Concorso?



Quanto avrà speso il Consorzio dell'Olio IGP Toscano per pubblicizzare un concorso il cui montepremi è di € 15.000? No perché ho il sospetto sia almeno 100 volte il costo per pubblicizzarlo... 

N° 20 Buoni del valore di € 750,00 cad IVA inclusa, validi per un soggiorno per 2 persone in un Agriturismo in Toscana da scegliere tra le strutture indicate sul  sito www.oliotoscanoigp.it/ita/home.html e da prenotare
almeno 15 giorni prima. I Buoni dovranno essere usufruiti tra il 10 luglio 2011 e il 31 dicembre 2011 (esclusi ponti, festività, dal 7 al 21 agosto 2011 e i periodi di chiusura dei singoli Agriturismi); dopo tale data i Buoni perderanno ogni valore. Eventuali eccedenze rispetto al valore indicato (€ 750,00) sono a carico dei vincitori. MONTEPREMI: € 15.000,00 (IVA inclusa)

Marco Mazzoli ha visitato Radio Deejay