venerdì 9 dicembre 2011

Noia persistente in Val di Susa


Lo shopping può essere la soluzione,
 anche per le "teste di  x" dei black block,
Il problema della noia e del tempo libero dev'essere un'istanza molto forte in Val di Susa, dove da una quindicina d'anni alcuni cittadini organizzano periodicamente scontri con le forze dell'ordine con la scusa dell'inquinamento provocato dalla costruzione e dal futuro funzionamento del nuovo tracciato della ferrovia Torino-Lione. Intanto sopportano con indifferenza e stoicismo le polveri sottili e gli idrocarburi prodotti dalle centinaia di camion che percorrono la bella valle piemontese. Il Governo, insieme al finanziamento dell'opera pubblica, dovrebbe anche insediare strutture ricreative atte a portare il relax ai valsusini, organizzando sagre paesane e feste a tema per contrastare la monotonia aggressiva dei locali.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.