domenica 11 dicembre 2011

Cleptomania milanista


Ieri rubano in casa del probo Muntari (per la seconda volta), oggi i bi-retrocessi riescono a non perdere a Bologna trasformando un rigore che non c'era e ottenendo dall'arbitro Rocchi (quello di Inter-Napoli dello scorso ottobre e del derby di gennaio 2010, in cui l'Inter finì la gara in 9 uomini) che un netto intervento da penalty di Seedorf non venga fischiato.
Se tra qualche mese anche l'arbitro fiorentino andasse a lavorare in Mediaset (vedi alla voce "Paparesta Gianluca") non ci si dovrebbe proprio più stupire per la ciclicità di queste curiosissime dinamiche.

Milan frenato: solo pari a Bologna
Allegri: "Ibra? Un rigore inventato"

Una papera di Amelia condanna
i rossoneri, 2-2 tra le polemiche:
negato un penalty per parte.
Il tecnico: «C'era anche un mani di Seedorf». Pioli: «Arbitro scosso, ha chiesto scusa»

Muntari gioca a San Siro e i ladri gli rubano in casa

Il giocatore dell'Inter derubato di gioielli e orologi. Era già successo nel 2009, dopo il derby


1 commento:

  1. basta avere stampa e tv a proprio favore, e tutto passa se non sotto silenzio, sotto tono.

    RispondiElimina

I commenti NON vengono pubblicati subito.