giovedì 22 dicembre 2011

Canis canem non est


La Giunta delle elezioni del Senato vota contro l'incompatibilità senatore-sindaco

Ma l'impossibilità di ricoprire il doppio ruolo era stato stabilito da una sentenza della Corte Costituzionale

MILANO - Il Senato decide di ignorare la legge in una vicenda che lo riguarda. Ed anche le sentenze della Consulta che quelle possono abrogare le leggi. Così è successo a Palazzo Madama dove la Giunta per le elezioni del Senato ha votato contro l'incompatibilità tra la carica di senatore e quella di sindaco, decisa invece dalla Corte costituzionale.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.