mercoledì 16 novembre 2011

Comunione senza Liberazione


Quei malpensanti de L'Espresso si chiedono cosa ci faceva il governatore della Regione Lombardia a bordo dello yacht di uno che oggi è stato arrestato dalla Guardia di Finanza in merito alla vicenda del dissesto finanziario della Fondazione San Raffaele del Monte Tabor. E dire che se ci pensavano un attimo la risposta la trovavano da soli e utilizzando due sole lettere dell'alfabeto: la C e la L.

Il governatore della Regione Lombardia Roberto Formigoni, ospite a bordo dello yatch "Ad Maiora" di proprietà di Piero Daccò, appena arrestato nell'ambito dell'indagine per il crac del San Raffaele.
Milano, 16 nov. (Adnkronos) - Perquisizioni in corso negli uffici di alcuni degli indagati nell'inchiesta della Procura di Milano sulla bancarotta di oltre un miliardo che vede coinvolto l'ospedale San Raffaele fondato da don Luigi Verze'. Gli uomini della Guardia di Finanza sono a lavoro per acquisire materiale e documenti utili alle indagini che, nelle ultime ore, hanno portato ad allungare la lista degli indagati e a far scattare le manette per Piero Dacco', intermediario in rapporti d'affari e di consulenze con il San raffaele, raggiunto da un provvedimento di fermo per pericolo di fuga.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.