domenica 27 novembre 2011

Castagnata senese

"Mi piace quel ragazzo. Perche'? Sto diventando forse ricchione?" (cit. Elio e le Storie Tese

Questo è forte.
Con una zampata di Castaignos nel finale l'Inter espugna il Franchi di Siena. E non è un gol banale perché la partita era tranquillamente destinata ad un incolore pareggio a reti inviolate. Il ragazzone olandese avrebbe anche i numeri del campioncino se il suo rendimento trovasse continuità e rappresenta forse l'unico neo-acquisto non-bidone di questa sfortunata stagione. 
L'Inter quindi vince ed è ancora viva. Nei limiti di una squadra senza fiato e senza idee in cui l'allenatore perdente di successo Ranieri deve affidare i calci di punizione dal limite dell'area a Thiago Motta o le possibilità di ripartenze ai lanci al buio di 50 metri di Stankovic. Neanche un cross di numero in 95 minuti di gioco (ma neppure una parata di Julio Cesar) e il primo tempo costellato dall'inutile compresenza del fastidioso Zarate e del circense Alvarez. Se Diego Milito non riesce ad avere una maglia da titolare di fronte ad un abulico e staticissimo Pazzini, l'argentino dev'essere veramente fuori forma. L'Inter in questo momento è l'unica squadra di calcio del mondo che non ha nella propria rosa attaccanti degni di questo nome: Branca lo sa? E, se ne è conscio, cosa pensa di fare a gennaio?

1 commento:

  1. Anche Moratti deve pensare di aprire il salvadanaio, altrimenti non andiamo da nessuna parte. Comunque tre punti importanti alla faccia dei gobbi e dei figli di mister bunga bunga che a due minuti dalla fine già godevano (in culo!).

    Ciao. :)

    RispondiElimina

I commenti NON vengono pubblicati subito.