sabato 29 ottobre 2011

Economia omeopatica



Ribadisco che prima o poi anche
in Italia qualcuno inizierà
 ad incazzarsi. (immagine)
Non ci voleva uno studio specifico per dimostrare che licenziando più facilmente i lavoratori, la disoccupazione tende ad aumentare e non a diminuire. Quelli che votano Berlusconi e i suoi degni alleati sono convinti invece l'economia sia una scienza omeopatica e che inoculando nella società l'elemento dannoso si renda lo stesso soggetto immune dal male. E' come spiegare ad un pirla che gli incidenti stradali causati dall'alta velocità degli automobilisti si possano combattere liberalizzando o eliminando i limiti di velocità imposti agli automobilisti stessi.


Licenziamenti facili? La disoccupazione sarebbe all'11,1% anziché l'8,2%

La simulazione dell'associazione Cgia di Mestre

MILANO - Se una normativa che rendesse più semplici i licenziamenti fosse stata applicata durante gli anni della crisi economica il tasso di disoccupazione in Italia sarebbe salito all'11,1%, anzichè essere all'8,2% attuale, con quasi 738 mila persone senza lavoro in più rispetto a quelle conteggiate oggi dall'Istat.



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.