giovedì 8 settembre 2011

Legge contra aziendam nella Finanziaria 2011



Visto che in quest'ultima legge Finanziaria 2011 Silvio Berlusconi si è dimenticato di introdurre l'ennesima legge ad (suam) personam, ha deciso di colpire un'azienda che gli sta fortemente antipatica: la Coop. Le ragioni di questa avversione possono essere molteplici ma si possono ridurre semplicisticamente a due: 

  • la Coop deve essere penalizzata perchè socializza il proprio profitto restituendo parte di esso ai propri soci consumatori;
  • ha ricevuto secchi dinieghi da alcune cassiere rispetto a proposte di partecipazione a consessi culturali organizzati da presso la sua villa di Arcore.

I francesi di Carrefour e Auchan saranno ben contenti che il loro concorrente più forte in ambito italiano sia stato penalizzato. E anche il signor Caprotti, patron dell'Esselunga e storico finanziatore delle campagne elettorali di Forza Italia e del Popolo delle Libertà.



STRETTA SULLE COOP – Si alleggeriscono le agevolazioni e gli utili peseranno di più sulla base imponibile. La manovra prevede un aumento del 10% della tassazione sugli utili accantonati a riserva (ora al 30%). La percentuale sarà ridotta al 20% per le cooperative agricole, ma elevata al 55% per quelle di consumo. Colpite anche le banche di credito cooperativo. (via)






Mappa_Distributiva.pdf

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.