martedì 2 agosto 2011

La depressione della valle

C'è chi teme la retrocessione in Serie B: preoccupazione fuori
 luogo in quanto fino a maggio 2012 la Fiorentina continuerà
 a disputare il proprio onesto campionato nella massima serie.
Il mercato estivo dei fratelloni Della Valle, già imputati nel processo penale di Napoli denominato "Calciopoli", non soddisfa del tutto i tifosi della Fiorentina. I sostenitori della viola ieri si sono dimostrati ingenerosi verso i proprietari della propria squadra di calcio esponendo striscioni di protesta e intonando cori poco cortesi.

Andrea e Diego hanno fatto tanto in passato per la gloria dei viola: hanno salvato la squadra dalla Serie B portandola negli anni successivi sui palcoscenici europei. Certo dopo la caduta dell'Impero di Luciano Moggi e le sentenze di condanna della giustizia sportiva, la Fiorentina non è più stata competitiva. I tifosi viola, come i propri omologhi della Juventus, non capiscono come mai ora non vincono più niente (quelli toscani neanche prima, per la verità). Per quanto zucconi, prima o poi lo comprenderanno. Non sarà una bella scoperta per loro.

Intanto il mercato di rafforzamento della Fiorentina prosegue imperterrito: via gli inutili Frey, Santana, Comotto, D'Agostino, Mutu e Donadel (più i partenti Montolivo e Cerci) sono arrivati Diego Armando Lazzari, Zamora Munari, Lionel Jefferson (direttamente dalle lavanderie di famiglia), Piergiuseppe Maritato (strappato alla concorrenza di Barcelona, PSG e Manchester U.) e l'implacabile bomber Papa Waigo. Ciliegina sulla torta di questa campagna acquisti pirotecnica il ritorno a Firenze di Dias De Silva Dal bello Felipe (che poi è un giocatore solo).




Andrea Della Valle si rivolge a Mazzini prima della gara con il Chievo, decisiva per la lotta salvezza.

I protagonisti: Diego Della Valle (patron Fiorentina), Andrea Della Valle (presidente Fiorentina), Sandro Mencucci (amministratore delegato Fiorentina), Paolo Bergamo (designatore), Innocenzo Mazzini (vice presidente Federcalcio), Paolo Dondarini (arbitro), accusati di essersi adoprati per “predeterminare il risultato di Chievo-Fiorentina 1-2 dell’8 maggio 2005 a favore della squadra dei Della Valle”.
A. Della Valle: “Ti volevo salutare e fare un po’ il punto della situazione con te...per quel discorso di domani poi dopo chiamerà Diego oggi...quell’altra persona...saremo qualche giorno a Milano poi io rivado con i ragazzi, quindi lo spostiamo la settimana prossima”.
M.: “E’ importantissima...che gli arrivi al nostro amico un messaggio da voi! Perché domani l’altro ci sono...le griglie eh! La partita è decisiva, eh!”.
M. (telefonata a Mencucci): “M’ha chiamato Andrea Della Valle Diego Della Valle perché vogliono che li aiuti...”.
Mencucci (riferito alla designazione di Dondarini): “Bel lavoro, ho visto”.
I fatti
Dondarini non fischia un rigore di Ujfalusi su Cossato. (gazza)


Sillabazione/Fonetica
[vàl-le]
Etimologia
Lat. va°lle(m)

Definizione
s. f.
1 (geog.) ampia e profonda depressione della superficie terrestre delimitata da due pendici montuosi


.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.