lunedì 25 luglio 2011

Finanziamento alle scuole private





La Costituzione della Repubblica Italiana



L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento.

La Repubblica detta le norme generali sull'istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi.
Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato.


La legge, nel fissare i diritti e gli obblighi delle scuole non statali che chiedono la parità, deve assicurare ad esse piena libertà e ai loro alunni un trattamento scolastico equipollente a quello degli alunni di scuole statali.

E` prescritto un esame di Stato per l'ammissione ai vari ordini e gradi di scuole o per la conclusione di essi e per l'abilitazione all'esercizio professionale.

Le istituzioni di alta cultura, università ed accademie, hanno il diritto di darsi ordinamenti autonomi nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato.




Ogni anno assegnati 250 milioni di euro
e la Lombardia è prima con 10mila classi

La ripartizione territoriale della somma destinata ogni anno alle scuole paritarie. In media vengono destinati quasi seimila euro per classe


Ripartizione della somma di € 252.537.738,00


RegioniTotale sezioni e classiRiparto fondi
PIEMONTE2.67115.769.587
V. D'AOSTA53312.912
LOMBARDIA9.84458.118.985
VENETO5.17330.541.397
FRIULI8064.758.625
LIGURIA1.2107.143.842
E. ROMAGNA3.28119.371.027
TOSCANA1.82010.745.282
UMBRIA2911.718.064
MARCHE4622.727.648
LAZIO4.90228.941.413
ABRUZZO5133.028.752
MOLISE80472.320
CAMPANIA6.03435.624.742
PUGLIA2.00811.855.234
BASILICATA1731.021.392
CALABRIA1.0326.092.929
SICILIA (*)1.6239.582.194
SARDEGNA7984.711.393
TOTALE42.774252.537.738




Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.