venerdì 14 gennaio 2011

Sassicaia

Venti euro a bicchiere?
Questo non è un vino ma uno status symbol per "discepoli del consumismo prodigo", come la Smart che non è un'automobile e il Rolex che non è un orologio. E' uno strumento per comunicare al mondo (in questo caso ai commensali) che si possiedono parecchi dindini, così tanti da poter essere spesi in beni non necessari. Per giunta, se il Sassicaia costasse meno di 100 euro se lo filerebbero meno persone. Poi se è un prodotto di qualità oppure no risulta un particolare secondario: chi sarebbe così imprudente da ammettere di aver buttato dei soldi per un vino scarso?



Il sentore di frutti rossi si avverte con certezza solo dopo il quarto bicchiere.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.