11 giugno 2010

Rafa Benitez

E c'è già la canzoncina, sulle note de "La Bamba".

Bikemi

A Milano l'azienda dei trasporti pubblici cittadina, con il patrocinio del Comune, ha organizzato già da qualche anno un servizio di noleggio di biciclette con le quali muoversi per le vie della città. Forse la sindachessa Letiziona Moratti pensava che bastasse far circolare delle bici a nolo perché si generassero autonomamente delle piste ciclabili. Nell'immagine la mappa dei percorsi INTERAMENTE dedicati alle due ruote (laddove non siano occupati da veicoli abusivamente in sosta). La linee blu mostrano i confini tra le circoscrizioni comunali, non sono piste ciclabili. Quelle esistenti, numerose anzichenò, sono di colore nero.
Una domanda a Donna Letizia: visto che tutti i punti di distribuzione delle bici si trovano all'interno della circonvallazione delle filovie 90/91, la prima cittadina ritiene forse che i milanesi che abitano o lavorano in periferia siano di SERIE B?

10 giugno 2010

10 giugno 1940

Benito Mussolini dal balcone di Palazzo Venezia a Roma annuncia agli italiani l'entrata dell'Italia in guerra al fianco della Germania, contro Francia e Inghilterra. E' il 10 giugno 1940. La politica del ventennio fascista giunge al punto culminante: di lì a pochi anni l'Italia sarà un unico ammasso di rovine. Testo integrale.

San Braulio

Simpatia per il santo protettore degli amari.

09 giugno 2010

Sudafrica 2010

Dopodomani cominciano i Mondiali di calcio edizione numero 19. Un regolamento miope e persecutorio impedisce all'Inter di parteciparvi. La Quadrupleta per la presente stagione viene quindi tarpata. Ma ci aspetta la Sestupleta nel 2010-2011. L'undici targato neroazzurro dei convocati in Sudafrica dalle rispettive nazionali è di tutto rispetto. Probabilmente questa formazione sarebbe più forte di quella che tra un mese vincerà il campionato del mondo. Un classico 4-3-1-2 con Julio Cesar tra i pali, difensori centrali Lucio e Samuel, terzini Maicon e Muntari, centrocampo con Mascherano (*), Stankovic e Khrin, Sneijder dietro le punte Eto'o e Milito. (Cambiasso, Zanetti e Balotelli non sono stati misteriosamente convocati dai rispetti commissari tecnici) Non sono (ancora) stato folgorato dalla Invincibile Armada degli Azzurri guidati dal Caudillo Marcello Lippi: non sono affascinato dalle sgroppate di Zambrotta, dalle orizzontalizzazioni di Marchisio, dai balzi felini di Iaquinta, dalla creatività passiva di Pirlo, dai tuffi in ritardo di Buffon e dal genio fuori dalla lampada ad energia eolica di De Rossi (di Cannavaro non parlo in quanto preferisco discorrere solo dei giocatori di calcio che non si sono ancora ritirati dallo sport agonistico); ma posso sempre cambiare idea. Seguirò con interesse-interista Argentina e Brasile... che ritengo anche le naturali favorite alla vittoria finale. Senza strane sorprese questa è la finale annunciata. Ovvio che Spagna, Inghilterra, Germania, Olanda e la stessa Italia sulle partite singole possono sempre dire qualcosa e sconvolgere il pronostico. Una menzione particolare per la Corea del Nord di Mister Kim Jong-Hun e del bomber Jong Tae-Se: questa nazione l'ultima volta che partecipò alla Coppa del Mondo (1966) fece uno scherzetto ai tifosi dello stellone italico infliggendogli la peggior figuraccia della sua storia.

Euro-Ibracadabra

Cinque anni di scudetti (più 3 coppe nazionali, altrettante supercoppe italiane e una Champions League, e non abbiamo ancora finito).
Ma il gol più bello del lustro vincente è il suo. Di Ibra(cadabra). Anche se n'è voluto andare dall'Inter, per poter finalmente vincere in Europa e auto-riducendosi pure l'ingaggio.
E invece non ha vinto un'euro-cotica e il Barca sta cercando di svenderlo proprio a causa suo scarso rendimento in campo internazionale (e nazionale).
Forse era lui una delle cause del perché l'Inter non vincesse niente in Europa. In Catalogna l'hanno capito con un anno di ritardo.

Apertura inchiesta UEFA

La Tripleta interista ha zittito tutti i rubbentini, bilanisti, piangina e rosiconi. Con qualche eccezione, ad esempio, il centinaio di utenti internet che ha sottoscritto questa petizione on line Il contenuto è lucidissimo; i fatti contestati sono i 4 rigori per il Chelsea non dati (non erano 5?), il sorteggio pilotato (un girone facile facile con tre campioni nazionali compresi i campioni in carica) e gli arbitri corrotti (tradizionalmente gli interisti li pagano ma per perdere, come Calciopoli ha insegnato). Si chiede l'apertura di un'inchiesta ufficiale da parte della UEFA per indagare sul comportamento tenuto dalla società calcistica Internazionale F.C. nel corso della champions league 2009/2010, in particolare si chiede 1) Di indagare se siano stati corrotti gli arbitri degli incontri Inter-Chelsea del 24 Feb 2010 e di Chelsea-Inter del 16 Mar 2010 dal momento che nei suddetti incontri sono stati negati alla squadra inglese ben 4 rigori netti e il calciatore Walter Samuel non è stato espulso 2) Di verificare la correttezza delle modalità del sorteggio dei quarti di finale di champions league che ha abbinato l'Internazionale FC alla squadra russa del CSKA Mosca, squadra nettamente più debole delle 8 qualificate ai quarti di finale. 3) Di indagare se siano stati corrotti gli arbitri degli incontri Inter-Barcellona del 20 Apr 2010 e di Barcellona-Inter del 28 Apr 2010 dal momento che nei suddetti incontri sono stati negati alla squadra spagnola ben 3 rigori netti e il calciatore Diego Alberto Milito ha segnato una marcatura in evidentissima posizione di fuorigioco 4) Di indagare se sia stato corrotto l'arbitro della finale di champions league del 22 mag 2010 che non ha assegnato un evidente calcio di rigore ai tedeschi per il fallo di mano volontario del calciatore dell'Internazionle FC Maicon Sissenando. 5) Di indagare sul comportamento offensivo tenuto dal calciatore Marco Materazzi durante i festeggiamenti per la vittoria della champions league, il quale indossava una maglietta gravemente lesiva della dignità della società sportiva Juventus FC. 6) Di indagare, a seguito dei fatti emersi dal processo di Napoli su Calciopoli, sui comportamenti tenuti negli scorsi anni dai tesserati dell'Internazionale FC, comportamenti che porterebbero all'automatca esclusione della società suddetta dalla partecipazione alle coppe europee. Detto ciò si richiede l'immediata sospensione dell'assegnazione del titolo di campione d'Europa alla società Internazionale FC in attesa dell'esito dell'inchiesta suddetta.

08 giugno 2010

Il calcio di Calderoli

CALDEROLI: L'INTER VINCE SCUDETTI GRAZIE A SOLDI PUBBLICI "C'e' chi compra i giocatori all'estero - insiste il ministro leghista - non fa vivaio, paga gli allenatori e i giocatori decine di milioni... Non e' questo il momento. Non lo e' piu'". Quello che ha detto il ministro leghista Roberto Calderoli rappresenta il pensiero della maggior parte dei milanisti e degli juventini che votano per il centro-destra. Ciò appalesa una delle grandi virtù della Lega, capace di parlare alla pancia dei propri elettori intercettando il loro senso comune nazional popolare. Anche quando si tratta di minchiate. Ci sono un paio di "però": Juventus e Milan non vincono più una fava anche se le rispettive proprietà continuano a ricevere abbondanti finanziamenti da parte dello Stato, la prima con gli endemici incentivi al mercato automobilistico, il secondo godendo del regime monopolistico figlio delle concessioni radio-televisive (ma essendo la figura del Primo Ministro coincidente con il proprietario del Milan pare complesso che si aumenti i costi di propria sponte). Inoltre sembra, ma non ne sono tanto sicuro, che il buon Calderoli non abbia in particolare simpatia gli stranieri e il fatto che l'Inter ne abbia in rosa un pochettino gli abbia reso l'ultima Tripletta nerazzurra leggermente più indigesta...

L'uomo di Istanbul

In un periodo di vacche magre e in cui imperava il moggismo e il meanismo, il Liverpool di Rafael Benitez ci regalava grandissime soddisfazioni. Benvenuto RAFA.