15 giu 2010

Cose turche

La società del Besiktas ha "accattato" Quaresma. E per accaparrarsi l'ex numero 77 interista (già numero di Francesco Coco, questa maglia non porta bene, e lui aveva anche il 7 del conterraneo Sergio Coincecao) il club di Istanbul ha anche pagato: 7,3 milioni, per la precisione. E' incredibile come un giocatore dal rendimento negativissimo come il portoghese abbia potuto avere ancora un mercato; 24 partite giocate (e un gol segnato, involontario, in Inter-Catania di due campionati fa) in due stagioni, senza infortuni, la dicono lunga sulla sua utilità.
Il guru Mourinho lo aveva voluto fortissimamente quando è approdato all'Inter. L'operazione era costata 25 milioni, e Moratti aveva accondisceso alle volontà del suo nuovo allenatore. Il Mou non ha voluto Quaresma a Madrid (l'acquisto nerazzurro di questo minchione da parte sua pone più un vulnus sulla sua conclamata bravura) e allora Branca ha dovuto metterlo sul mercato.
Solo sul Bosforo è stato trovato l'acquirente. Cazzi del BJK (Beşiktaş) allora. Dopo le bestemmie italiane, ora avrà anche quelle dell'Asia Minore. Bravo Ricardo, non capendo la lingua locale, ti demotiveranno di meno.


14 giu 2010

Expo 2008 Zaragoza

Per pronosticare quanto succederà a Milano nell'A.D. 2015 basta passare per Saragozza. Il capoluogo dell'Aragona (Spagna) ha ospitato questa manifestazione fieristica internazionale nel 2008 ed ora lì rimane la sua inutile eredità. L'Expo è l'olimpiade dello sperpero del danaro pubblico, lo pensavo prima di visitare la città ispanica e lo penso ancora di più dopo aver visto quante strutture colà sono state inutilmente costruite per non essere più utilizzate dopo. Ora in quest'area giacciono inutili e inutilizzate strutture in attesa di disfacimento. Due domeniche fa, mese di giugno, questa era la situazione. Un nulla solitario e gli edifici che hanno celebrato l'Esposizione Universale solinghi e abbandonati. Con i soldi del pubblico, sottratti a più importanti investimenti. A Milano per l'Expo 2015 sarà anche peggio, la corruzione italica nei pubblici appalti è in grado di produrre ben peggiori mostri urbanistici. I palazzi, la "scultura" e l'ovovia. Si noti come la cittadinanza spagnola continui a godere di tali opere. La presenza umana è massiccia e parla da sola. Manco un cane randagio. Sullo sfondo la città, immediamente sotto la Nullità. Un ingegnoso ponte, pieno di veicoli che gioiosamente lo percorrono. In pianura l'ovovia è prioritaria, soprattutto quando raccorda luoghi così strategici. Ma che bello questo ponte ciclo-pedonale, una vera opera d'arte. Del resto neanche la Gioconda conferisce un valore aggiunto al cittadino medio. I capolavori sono fatti così, inutili ma proprio per questo sublimi. Eccezionali stand espositivi. Non più usati solo perchè Saragozza aveva ed ha già il suo polo fieristico. Nel dubbio certi spazi possono sempre servire. Il padiglione espositivo dell'importantissimo stato di Andorra, ancora intonso dopo la sua apparizione all'Expo 2008. Nessuno ha avuto il coraggio di usurpare il nobile spazio. Questo è ciò che volevano i cittadini: piattaforme per giochi strani così da dissuaderli dal visitare l'area espositiva, stupenda. Una sontuosa area per le automobili desolatamente vuota. Non si sa mai che arrivino 20000 auto che cercano il parcheggio e non lo trovano. --------------------

Archiviamola

Senza credere che l'ultima stagione sia irripetibile. Anzi. Nel 2010-11 si possono raddoppiare i trofei vinti... Ma per farlo il nostro presidente Massimo Moratti deve rinnovare un pochino la squadra: in primis la difesa. Samuel e Lucio (classe 1978) non giocheranno in eterno, Materazzi (1973) e Cordoba (1976) sono validi sostituti dei titolari ma non potranno giocare ad alti livelli fino a 65 anni. Discorso a parte per il Capitano, che può fare quello che vuole perchè la classe non ha età, e per Maicon: se è vero che desidera giocare a Madrid, se ne vada pure così con i 35 milioni della sua cessione rifacciamo la squadra. Farà la fine di Ibra, Vieri e Ronaldo? Discorso portieri: Toldo (1971) e Orlandoni (1972) sono due istituzioni e in questi anni si sono sempre fatti trovare pronti quando il numero 12 Giulione Cesar è stato assente... io vorrei un po' più di sicurezza nel delicato ruolo di estremo difensore. A centrocampo siamo già perfetti con il quasi certo arrivo di Javier Mascherano (1984) ma non disdegnerei l'acquisto di un'ala di ruolo, sempre che Quaresma non resusciti. L'attacco è il nostro reparto più scarso, come numerosità. Quattro attaccanti più Astronautovic sono il minimo sindacale per poter competere su sei fronti, tanto più che Pandev non è una prima punta. Ci serve un attaccante che faccia da torre, nessuno dei nostri fortissimi "avanti" riveste specificatamente questa funzione. Capitolo Milito, se vuole concludere la carriera altrove che se ne vada: è un 1979 e non ha davanti una vita calcistica longeva, cedendola adesso ci garantiamo il prezzo del cartellino potendo investire su una punta con un futuro più continuo davanti a sè.

13 giu 2010

Era meglio Acquafresca

Di Milito. Ad affermarlo era il giornalista Mediaset Paolo Bargiggia che proprio un anno fa definì il mercato dell'Inter masochista perchè aveva ceduto il promettente Robert Acquafresca ed era stato acquistato il vetusto Diego Alberto Milito. Nell'ultima stagione il bomber Acquafresca ha fatto 4 gol in 24 partite (uno così forte che non ha trovato spazio nella retrocessa Atalanta e che nel Genoa era "chiuso" da campioni come Suazo e Sculli), il Principe argentino 30 in 52 gare disputate, con qualche golletto storico. Grazie Bargiggia, fanno bene quelli di iorg a dedicarti l'edizione 2010 dello speciale concorso Calciominchiata.

11 giu 2010

Rafa Benitez

E c'è già la canzoncina, sulle note de "La Bamba".

Bikemi

A Milano l'azienda dei trasporti pubblici cittadina, con il patrocinio del Comune, ha organizzato già da qualche anno un servizio di noleggio di biciclette con le quali muoversi per le vie della città. Forse la sindachessa Letiziona Moratti pensava che bastasse far circolare delle bici a nolo perché si generassero autonomamente delle piste ciclabili. Nell'immagine la mappa dei percorsi INTERAMENTE dedicati alle due ruote (laddove non siano occupati da veicoli abusivamente in sosta). La linee blu mostrano i confini tra le circoscrizioni comunali, non sono piste ciclabili. Quelle esistenti, numerose anzichenò, sono di colore nero.
Una domanda a Donna Letizia: visto che tutti i punti di distribuzione delle bici si trovano all'interno della circonvallazione delle filovie 90/91, la prima cittadina ritiene forse che i milanesi che abitano o lavorano in periferia siano di SERIE B?

10 giu 2010

10 giugno 1940

Benito Mussolini dal balcone di Palazzo Venezia a Roma annuncia agli italiani l'entrata dell'Italia in guerra al fianco della Germania, contro Francia e Inghilterra. E' il 10 giugno 1940. La politica del ventennio fascista giunge al punto culminante: di lì a pochi anni l'Italia sarà un unico ammasso di rovine. Testo integrale.

San Braulio

Simpatia per il santo protettore degli amari.

09 giu 2010

Sudafrica 2010

Dopodomani cominciano i Mondiali di calcio edizione numero 19. Un regolamento miope e persecutorio impedisce all'Inter di parteciparvi. La Quadrupleta per la presente stagione viene quindi tarpata. Ma ci aspetta la Sestupleta nel 2010-2011. L'undici targato neroazzurro dei convocati in Sudafrica dalle rispettive nazionali è di tutto rispetto. Probabilmente questa formazione sarebbe più forte di quella che tra un mese vincerà il campionato del mondo. Un classico 4-3-1-2 con Julio Cesar tra i pali, difensori centrali Lucio e Samuel, terzini Maicon e Muntari, centrocampo con Mascherano (*), Stankovic e Khrin, Sneijder dietro le punte Eto'o e Milito. (Cambiasso, Zanetti e Balotelli non sono stati misteriosamente convocati dai rispetti commissari tecnici) Non sono (ancora) stato folgorato dalla Invincibile Armada degli Azzurri guidati dal Caudillo Marcello Lippi: non sono affascinato dalle sgroppate di Zambrotta, dalle orizzontalizzazioni di Marchisio, dai balzi felini di Iaquinta, dalla creatività passiva di Pirlo, dai tuffi in ritardo di Buffon e dal genio fuori dalla lampada ad energia eolica di De Rossi (di Cannavaro non parlo in quanto preferisco discorrere solo dei giocatori di calcio che non si sono ancora ritirati dallo sport agonistico); ma posso sempre cambiare idea. Seguirò con interesse-interista Argentina e Brasile... che ritengo anche le naturali favorite alla vittoria finale. Senza strane sorprese questa è la finale annunciata. Ovvio che Spagna, Inghilterra, Germania, Olanda e la stessa Italia sulle partite singole possono sempre dire qualcosa e sconvolgere il pronostico. Una menzione particolare per la Corea del Nord di Mister Kim Jong-Hun e del bomber Jong Tae-Se: questa nazione l'ultima volta che partecipò alla Coppa del Mondo (1966) fece uno scherzetto ai tifosi dello stellone italico infliggendogli la peggior figuraccia della sua storia.

Euro-Ibracadabra

Cinque anni di scudetti (più 3 coppe nazionali, altrettante supercoppe italiane e una Champions League, e non abbiamo ancora finito).
Ma il gol più bello del lustro vincente è il suo. Di Ibra(cadabra). Anche se n'è voluto andare dall'Inter, per poter finalmente vincere in Europa e auto-riducendosi pure l'ingaggio.
E invece non ha vinto un'euro-cotica e il Barca sta cercando di svenderlo proprio a causa suo scarso rendimento in campo internazionale (e nazionale).
Forse era lui una delle cause del perché l'Inter non vincesse niente in Europa. In Catalogna l'hanno capito con un anno di ritardo.

Apertura inchiesta UEFA

La Tripleta interista ha zittito tutti i rubbentini, bilanisti, piangina e rosiconi. Con qualche eccezione, ad esempio, il centinaio di utenti internet che ha sottoscritto questa petizione on line Il contenuto è lucidissimo; i fatti contestati sono i 4 rigori per il Chelsea non dati (non erano 5?), il sorteggio pilotato (un girone facile facile con tre campioni nazionali compresi i campioni in carica) e gli arbitri corrotti (tradizionalmente gli interisti li pagano ma per perdere, come Calciopoli ha insegnato). Si chiede l'apertura di un'inchiesta ufficiale da parte della UEFA per indagare sul comportamento tenuto dalla società calcistica Internazionale F.C. nel corso della champions league 2009/2010, in particolare si chiede 1) Di indagare se siano stati corrotti gli arbitri degli incontri Inter-Chelsea del 24 Feb 2010 e di Chelsea-Inter del 16 Mar 2010 dal momento che nei suddetti incontri sono stati negati alla squadra inglese ben 4 rigori netti e il calciatore Walter Samuel non è stato espulso 2) Di verificare la correttezza delle modalità del sorteggio dei quarti di finale di champions league che ha abbinato l'Internazionale FC alla squadra russa del CSKA Mosca, squadra nettamente più debole delle 8 qualificate ai quarti di finale. 3) Di indagare se siano stati corrotti gli arbitri degli incontri Inter-Barcellona del 20 Apr 2010 e di Barcellona-Inter del 28 Apr 2010 dal momento che nei suddetti incontri sono stati negati alla squadra spagnola ben 3 rigori netti e il calciatore Diego Alberto Milito ha segnato una marcatura in evidentissima posizione di fuorigioco 4) Di indagare se sia stato corrotto l'arbitro della finale di champions league del 22 mag 2010 che non ha assegnato un evidente calcio di rigore ai tedeschi per il fallo di mano volontario del calciatore dell'Internazionle FC Maicon Sissenando. 5) Di indagare sul comportamento offensivo tenuto dal calciatore Marco Materazzi durante i festeggiamenti per la vittoria della champions league, il quale indossava una maglietta gravemente lesiva della dignità della società sportiva Juventus FC. 6) Di indagare, a seguito dei fatti emersi dal processo di Napoli su Calciopoli, sui comportamenti tenuti negli scorsi anni dai tesserati dell'Internazionale FC, comportamenti che porterebbero all'automatca esclusione della società suddetta dalla partecipazione alle coppe europee. Detto ciò si richiede l'immediata sospensione dell'assegnazione del titolo di campione d'Europa alla società Internazionale FC in attesa dell'esito dell'inchiesta suddetta.

08 giu 2010

Il calcio di Calderoli

CALDEROLI: L'INTER VINCE SCUDETTI GRAZIE A SOLDI PUBBLICI "C'e' chi compra i giocatori all'estero - insiste il ministro leghista - non fa vivaio, paga gli allenatori e i giocatori decine di milioni... Non e' questo il momento. Non lo e' piu'". Quello che ha detto il ministro leghista Roberto Calderoli rappresenta il pensiero della maggior parte dei milanisti e degli juventini che votano per il centro-destra. Ciò appalesa una delle grandi virtù della Lega, capace di parlare alla pancia dei propri elettori intercettando il loro senso comune nazional popolare. Anche quando si tratta di minchiate. Ci sono un paio di "però": Juventus e Milan non vincono più una fava anche se le rispettive proprietà continuano a ricevere abbondanti finanziamenti da parte dello Stato, la prima con gli endemici incentivi al mercato automobilistico, il secondo godendo del regime monopolistico figlio delle concessioni radio-televisive (ma essendo la figura del Primo Ministro coincidente con il proprietario del Milan pare complesso che si aumenti i costi di propria sponte). Inoltre sembra, ma non ne sono tanto sicuro, che il buon Calderoli non abbia in particolare simpatia gli stranieri e il fatto che l'Inter ne abbia in rosa un pochettino gli abbia reso l'ultima Tripletta nerazzurra leggermente più indigesta...

L'uomo di Istanbul

In un periodo di vacche magre e in cui imperava il moggismo e il meanismo, il Liverpool di Rafael Benitez ci regalava grandissime soddisfazioni. Benvenuto RAFA.

03 giu 2010

Borriello, Saviano e solo le cose brutte

"Per me, Saviano è uno che ha lucrato sulla mia città. Non c'era bisogno che scrivesse un libro per sapere cos'è la camorra. Lui però ha detto solo cose brutte e si è dimenticato di tutto il resto". Già un saggio che parla della camorra non può escludere dal racconto le cose belle che ci sono a Napoli. Poi, sempre secondo Marco Borriello, Saviano si sarebbe arricchito parlando di camorra scrivendo ovvietà. Aspetto con ansia il punto di vista del milanista anche su Steven Spielberg che è stato il regista di Schindler's List (ha lucrato sulla Shoà dimenticandosi delle cose belle del nazismo e dei tedeschi?) o su Silvio Pellico (che è diventato un fenomeno editoriale nell'Ottocento pubblicando un libro che racconta i suoi dieci anni di reclusione nelle carceri asbrugiche parlando solo di cose brutte e non apportando nessun valore aggiunto visto che tutti sanno cosa significa stare in prigione). L'attaccante rossonero ha esternato i suoi pensieri all'indomani del taglio dai convocati al Mondiale del Sud Africa. L'aria di montagna del ritiro di Sestriere gli ha conferito chiarezza. Borriello sa di cosa si parla: suo padre è stato ucciso dalla malavita dopo un'operazione commerciale non andata a buon fine. Chissà che bei dialoghi ci saranno negli spogliatoi del Milan tra lui e Christian Abbiati, che tempo fa disse che non bisognava considerare il fascismo un tabù. Edit: basta smentire per cancellare certe affermazioni?

Assago - Certosa di Pavia - Assago

La Certosa di Pavia è un complesso urbanistico di natura religiosa del XIV secolo. Non me la ricordavo così bella... Arrivarci in bici è una sana scampagnata di una cinquantina di chilometri. Venendo da Milano si prende la pista ciclabile che corre parallela al Naviglio Pavese. E' stato risolto il problema del sottopasso di Binasco, ma il percorso è interrotto in due punti: nel territorio del Comune di Milano tra via Boffalora e via Gattinara e pochi chilometri dopo tra Milanofiori e Rozzano (le biciclette possono comunque accedere al tracciato superando le recinzioni). La pista ciclabile è quasi sempre asfaltata (tranne per la tratta Binasco-Casarile) e solo in un paio di punti si incrociano automobili nella stessa sede viaria. Visualizzazione ingrandita della mappa --------------------------

01 giu 2010

Statisticamente primi al mondo

L'IFFHS (la federazione internazionale di statistiche e storia del calcio) ha pubblicato oggi la classifica mondiale per club per la stagione 2009/10. In questa classifica, che ordina in maniera decrescente le squadre in base ai risultati ottenuti durante l'annata, in testa c'è l'Inter in coabitazione con il Barcelona. Le altre italiane: la Roma è quinta (e non seconda come nella maggior parte dei trofei a cui ha partecipato), la Fiorentina 34° (inspiegabile l'auto-licenziamento di Prandelli dopo questo ottimo risultato) mentre Juventus e Milan si trovano rispettivamente in 51° e 52° posizione immediatamente davanti ai prestigiosi argentini del Lanus ma dietro i pugnaci danesi dell'FC Copenaghen. Ma bianconeri e rossoneri la prossima stagione, con un po' di fortuna, potrebbero avvicinare e addirittura superare, Brugge, Salzburg e FC Basel.

La cena dei Mister

31 mag 2010

Due giugno

- - - -

Le indignazioni del Ministro Frattini

Settimana scorsa il ministro degli Esteri Franco Frattini si è indignato per la decisione (poi ritirata) del gruppo Coop di bloccare le importazioni di prodotti dalle aree palestinesi occupate da Israele. Giusto, infatti la stessa Coop ha fatto marcia indietro. Oggi l'esercito israeliano ha attaccato militarmente alcune imbarcazioni di varia nazionalità dirette a Gaza provocando la morte di almeno 19 persone. Chissà quanta indignazione. La vita di uomini e donne inermi stroncata da un'azione bellica varrà di più di qualche pompelmo boicottato?

Il meglio del Mourinho pensiero

"Io non sono pirla" (prima conferenza stampa con l’Inter, 3 giugno 2008) "Ranieri ha detto che non ha bisogno di vincere. Lui a quasi 70 anni ha vinto una Supercoppa, una piccola coppa. Non ha mai vinto trofei importanti. Forse ha bisogno di cambiare la sua mentalità, ma forse è troppo vecchio per farlo" (4 agosto 2008) "Monaco chi? Io conosco il monaco del Tibet, Monaco di Montecarlo, il Bayern Monaco, il GP di Monaco... Se qualche monaco vuole farsi conoscere perché parla di me, mi deve pagare" (dopo le accuse del d.g. del Catania, Lo Monaco, 15 settembre 2008) "Io ho studiato cinque ore al giorno l'italiano per diversi mesi per poter comunicare con voi giornalisti, con i tifosi, e pensate che vi abbia mancato di rispetto? Parla poi Ranieri che dopo cinque anni in Inghilterra ha avuto difficoltà a dire 'good morning e 'good afternoon'" (27 settembre 2008) "Barnetta ha parlato con me allo stadio e non mi ha detto niente. Se dopo ha detto qualcosa alla stampa a me non l'ha detta. Forse ha bisogno di lavorare un po' sulla personalità" (rivolto al collega Mario Beretta, 27 settembre 2008) "C'è stata grandissima manipolazione intellettuale. Un grandissimo lavoro organizzato per manipolare l'opinione pubblica. Prostituzione intellettuale” (3 marzo 2009) "Negli ultimi due giorni non si è parlato della Roma che ha grandissimi giocatori, con tanti giocatori che io volevo avere con me ma che finirà la stagione con zero tituli. Non si è parlato del Milan, che ha 11 punti meno di noi e chiuderà la stagione con zero tituli. Non si è parlato della Juve che ha conquistato tanti, ma tanti punti con errori arbitrali" (3 marzo 2009) "Solo uno tra ventuno non voleva darmi la laurea honoris causa, ma è normale, anche Gesù non piaceva a tutti" (20 marzo 2009) "Balotelli, oggi, è stato vicino allo zero. Ho provato diverse strategie, gli sono stato più vicino, più lontano, sono stato più aggressivo, più comprensivo. Ora aspetto lui. Come va a finire? Che dallo psicologo ci finisco io" (8 novembre 2009) "Juventus e Milan erano felicissimi all' 88’, ma erano felici anche al 93’. Al 95’ forse qualche tv è volata dalla finestra…" (dopo la rimonta di Inter-Siena 4-3, 9 gennaio 2010) "Se ti alleni con Zanetti e Cambiasso e non migliori hai un solo neurone, e magari un po’ infortunato" (5 febbraio 2010) "Perché adesso tutti parliamo di Bayern Monaco-Fiorentina? Ci vuole coerenza. Non mi piace fare lo struzzo. La realtà è che in Italia c'è una sola area da 25 metri" (riferito alla Juve, 19 febbraio 2010) "Se prima di una partita metto la squadra a guardare “Il Gladiatore”, i miei giocatori si mettono a ridere o chiamano il dottore chiedendogli se sono malato" (riferito a Ranieri, 8 maggio 2010)

29 mag 2010

L'uomo che usciva la gente

“Dai creatori di Brodo di Gocciole, un nuovo film che ha fatto sognare intere generazioni e ne ha fatte suicidare altrettante. Dal genio di Bruce Lagodigarda una struggente storia d'amore, ballo e passione...”

28 mag 2010

Pesto alla trapanese

Ricetta semplicissima e buonissima. Prendere tutti gli ingredienti e, dopo averli lavati, metterli in un frullatore per qualche minuto. Poscia condire qualsiasi tipo di pasta, possibilmente rispettando i tempi di cottura. E' un sugo crudo quindi è più estivo che invernale.

Ingredienti (per 4 persone)

  • Aglio Ricette1 spicchio
  • Basilico Ricetteun abbondante mazzetto
  • Olio di oliva Ricetteextravergine 150 ml
  • Parmigiano Reggiano Ricette100 gr
  • Pepe Ricettemacinato fresco a piacere
  • Pinoli Ricette50 gr
  • Pomodori Ricetteramati 500 gr
  • Ricotta Ricettedi mucca 150 gr
  • Sale Ricetteq.b.

Oggi c'è il Mortirolo

C'è solo un tratto al 18%, per il resto altri 12 km circa in falsopiano con un dislivello di 1317 metri (pendenza media 10,3%). XIX tappa Giro d'Italia 2010

27 mag 2010

Sarebbe

"Con me tecnico il Milan sarebbe campione". Viene specificato anche il distacco: 5 o 6 punti. Dunque: il Milan è finito a 12 punti dall'Inter campione d'Italia. Con Silvio Berlusconi allenatore rossonero, facevano 18 punti in più (così dice lui, con tanta umiltà). L'anno scorso Gattuso disse che loro a Manchester avrebbero vinto, poi in questa stagione hanno preso 3 pere in casa e 4 fuori. Edit: LA RISPOSTA DI LEONARDO NON SI E' FATTA ATTENDERE.

Legge ad provinciam

Dentro alla Finanziaria 2010 c'è anche questo provvedimento: Via inoltre le Province più piccole, cioè quelle sotto i 220.000 abitanti che non confinano con Stati esteri e non ricadono in Regioni a statuto speciale. (Corriere) Detto che è sempre cosa buona e giusta eliminare enti inutili (ma allora perché non segarle tutte e 110?), ci sono alcune curiosità. Chi è il Ministro dell'Economia e delle Finanze e quindi il principale stesore della Finanziaria? (Risposta: Giulio Tremonti) Ma dov'è nato Giulio Tremonti? (Risposta: a Sondrio) Quanti abitanti fa la provincia di Sondrio? (Risposta: circa 180,000) Ma allora anche questa provincia verrà eliminata? (Risposta: no perché la provincia di Sondrio confina con la Svizzera) Quali conseguenze geo-politiche possono sussistere nell'abolire provincie confinanti con stati esteri? Dipende forse dal fatto che ivi sia nato un Ministro importante?

La manovrina

«L’Italia ha fatto meglio degli altri paesi europei. Abbiamo superato con misure sagge e lungimiranti gli effetti peggiori della crisi, aiutando le famiglie a basso reddito, gli anziani e assicurando un sostegno a tutti coloro che hanno perso il lavoro». Berlusconi, Febbraio 2010 «Uscite fuori controllo dopo che il centrosinistra ha affidato la Sanità alle Regioni» Il governo e la manovra da 24 miliardi «Misure inevitabili, si è speso troppo» Berlusconi: per anni abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità. Maggio 2010