24 maggio 2010

Assago-Morimondo-Assago

Sessanta chilometri circa nella prima domenica "estiva" da neo-campioni d'Europa direzione abbazia di Morimondo con "manifestazione internazionale di ricostruzione storica medioevale ambientata nell’epoca viscontea e legata alla battaglia di Casorate" inclusa, di cui è stato apprezzato in particolare lo stand gastronomico con prezzi davvero medioevali, ovvero bassi. Visualizza Assago-Morimondo in una mappa di dimensioni maggiori

Inter 2 Bayern 0

Cancellato anche questo:

Altri trionfi

Mentre c'è una squadra dalla maglia a strisce nere ed azzurre che vince tre titoli nella stessa stagione (prima squadra italiana a compiere una simile impresa), ce n'è un'altra con i colori rossoneri che trionfa nella Superleague Formula by Sonangol: grazie ragazzi.

23 maggio 2010

Zitti tutti

Siamo la squadra più forte del mondo. Concetto, se si vuole, banale ma autoesplicativo. Dopo aver dominato il campionato italiano negli ultimi cinque anni ("Pentacampeon", e non abbiamo ancora finito) ora arriva il massimo trofeo continentale europeo. In pochi dubitavano che i bavaresi del Monaco potessero ostacolare l'ineluttabile vittoria. In molti invece gufavano, anche se a parole si auguravano una vittoria interista. A questa frequente specie di bilanisti rossoneri-serotituli è dedicato il giuoco enigmistico del post precedente. Quelli che gufavano infatti erano soprattutto i milanisti. Prima di ieri sera avevano una sola frasetta per tentare di argomentare contro il nostro ciclo di successi: "I ricordi delle vostre vittorie in Europa sono solo in bianco e nero". A parte che nel frattempo noi si vinceva tre Coppa Uefa (e non è che un trofeo non vale nulla solo perché non lo ha mai vinto il BB?ilan), ma la stagione appena terminata dice che il Milan viaggia verso un baratro sportivo e i cugini nerazzurri un po' meno.
Anche la sicura partenza di Mourinho, a meno che non venga scelto come sostituto quel pirla manciniano di Mihajlovic, non mina un gruppo fortissimo. Del resto l'allenatore portoghese ha l'occasione unica di poter risollevare una squadra come il Real Madrid che non passa gli ottavi di CL da sei anni... Se uscisse ai quarti già sarebbe un successo. Mi interrogo solo sulla valenza sportiva di un titolo europeo che i rossoneri hanno vinto alcune volte. Anche perché nel finale di questa bellissima stagione l'Inter ha faticato molto di più a battere la Roma in Coppa Italia (si giocava in casa sua e l'arbitro aveva deciso di promuovere il gioco gladiatorio) e il Siena in campionato (i toscani non hanno giocato con le infradito come i clivensi contro i romanisti). Diego Milito a loro gli aveva fatto un gol a testa (è democratico lui), ai tedeschi addirittura due, uno per tempo in quanto il Principe è uno preciso.
Non fatevi vedere mentre rosicate, non è un bello spettacolo.

Rebus: (2,2,6).

CA

22 maggio 2010

Un aiuto concreto

Quest'uomo vestito così sobriamente ha bisogno del nostro 8 per mille. Ricordiamocelo.

21 maggio 2010

Loris Batacchi

Indubbio cameo di estremo valore artistico per Andrea Roncato in "Fantozzi subisce ancora".

Inceneritore punitivo

Il Comune di Milano non effettua la raccolta differenziata della frazione umida dei rifiuti (al contrario della maggior parte dei comuni normali). In compenso brucia tutto (o termovalorizza o cancrovalorizza, a seconda dei punti di vista) e diffonde i relativi salubri fumi verso i paesi vicini. Di solito il posizionamento dell'inceneritore dei rifiuti è locato in aree vicine a comuni amministrati da maggioranze non di centro-destra: il penultimo impianto di smaltimento del ruff è stato ubicato in via Silla (zona Figino) verso il comunistissimo comune di Settimo Milanese e quest'ultimo sarà ad Opera (con sindaco leghista) ma ben attaccato al rossissimo comune di Rozzano. Ovviamente è un caso....
Risulta ancora meno comprensibile l'atteggiamento dell'opposizione che, invece di combattere gli inceneritori richiedendo l'istituzione e il rispetto di una capillare raccolta differenziata, discute della locazione del termovalorizzatore. Come se nella provincia di Milano potesse esistere un luogo dove esso non sia nocivo. Le speranze per un PD che produca un impegno politico non-tafazziano sono perse da tempo.

20 maggio 2010

Il pensionato erotomane

Un signore di 80 anni del Canton Ticino s'infortuna cadendo da un albero di prugne e, terminata la convalescenza, viene colto dalla passione per i localini in cui si esibiscono alcune professioniste. I familiari criticano questa scelta mentre il pensionato si innamora di una giovane artista romena. Solidarietà (e un po' di invidia) per l'arzillo viveur o critica feroce per la sua prodigalità? http://www.tio.ch/aa_pagine_comuni/articolo_interna.asp?idarticolo=557851&idsezione=1&idsito=1&idtipo=3

Silvio e Gogol

Scoperto il segreto delle ultime campagne acquisti del Milan: Oguchi Onyewu, Klaas-Jan Huntelaar e Gianmarco Zigoni sono stati scovati grazie a ricerche effettuate sul sito di Gogol.

Grazia, Oriana Fallaci e l'ACI

18 maggio 2010

Campionati italiani DOMINATI

Questi ultimi quattro campionati di Serie A sono stati dominati da una sola squadra. La serie di scudetti consecutivi vinti dell'Inter è ferma (e non ancora conclusa) a quota 5 solo perché nel 2006 gli è stata consegnata una vittoria finale quale mini-risarcimento dei furti decennali che avevano copiosamente vessato i nerazzurri. Senza la Cupola Moggiana potevano essere 7 o 8. Questi cinque campionati consecutivi sono il record della Serie A ed eguagliano la serie della Juventus degli Anni Trenta; considerando il blasone e la tradizione truffaldina bianconera sarà stata sicuramente frutto di furti. Da quando i vari Moggi&Meani sono scomparsi dal calcio, Juventus e Milan non hanno più vinto una fava. Probabilmente il duo di cui sopra portava fortuna. Anche Fiorentina e Lazio sono precipitate di rendimento (ove possibile) da quanto i Della Valle e Lotito sono stati sanzionati dalla magistratura sportiva. E' andata peggio a Siena e Reggina, che quattro anni dopo quelle sentenze punitive sono entrambe nella seria cadetta. Negli ultimi quattro campionati l'FC Internazionale ha totalizzato 348 punti: solo 48 punti più della Roma, 50 della Juve (ma un anno è stata in B) e ben 79 del Milan. La Roma, nello stesso intervallo temporale, ha preso di media 12 punti di distacco a stagione (questo spiega perché il -2 gli abbia dato alla testa), 17 per la Juve e 20 per il Milan. A onore dei rossoneri la regolarità dei punti di distacco, 12 in questa stagione e rispettivamente 10 nel 2008/09, 21 l'anno prima e ben 36 nella stagione del record dei punti in Serie A (limite imbattibile). A distanza siderale le altre squadre: la Fiorentina, migliore delle peggiori, prende mediamente 27 punti di divario dalla capolista. Sono numeri che narrano del dominio incontrastato del massimo campionato italiano, cifre che dovrebbero far riconoscere la supremazia totale di chi vince sempre dominando. Ma ai tifosi non-interisti piace osservare una realtà manipolata e non constatatare i dati di fatto; e illudersi, infatti già dal fischio finale di Siena sono in molti che hanno iniziato a fantasticare sull'inversione di tendenza da agosto prossimo. Sogni d'oro. Per dire, Mario Yepes firmerà a giorni per il Milan. Beati loro. CLASSIFICA DELLA SERIE A DEGLI ULTIMI QUATTRO CAMPIONATI

2010

2009

2008

2007

TOT

Inter

82

84

85

97

348

Roma

80

63

82

75

300

Juventus

55

74

72

In B

201

Milan

70

74

64

61

269

Fiorentina

47

68

66

58

239

Palermo

65

57

47

58

227

Sampdoria

67

46

60

49

222

Napoli

59

46

50

In B

155

Lazio

46

50

46

62

204

PUNTI DI DISTACCO TOTALI E PER STAGIONE

TOT

MEDI

Roma

48

12

Juventus

50

17

Milan

79

20

Fiorentina

109

27

Palermo

121

30

Sampdoria

126

32

Napoli

96

32

Lazio

144

36

17 maggio 2010

Il Romanista e l'Inter sul cellulare

Chissà quanti saranno i romanisti che nella giornata di oggi per soli € 5 alla settimana si abboneranno alla suoneria dell'Inter cliccando sul banner posto nella prima pagina del sito del IlRosichista. Pensavano pure di vincere il campionato? Ma neanche la Coppa Italia (giocata in casa).

Il perdente di successo

Claudio Ranieri è lo specialista delle sconfitte, o meglio delle "non-vittorie". Se esiste una competizione a cui partecipa una squadra da lui allenata il conseguimento del secondo posto è matematico. L'AS Rosicona Roma l'ha ingaggiato per questo e il genietto di Testaccio non l'ha tradita. Se in 24 anni di carriera il buon Ranieri non ha mai vinto una fava allenando molto spesso club importanti, e che hanno iniziato a vincere appena l'hanno cacciato, un motivo ci dovrà pur essere... Peccato che i vari Totti, De Rossi e tutti gli altri romanisti non l'abbiano capito, e un mese fa, dopo Roma-Atalanta, si siano impegnati in caroselli per le vie della città per aver "trovato" la testa della classifica. Che grazie a questa mentalità provinciale hanno quasi subito perso.
E dire che per insegnare ai giallorossi a vincere gli era stato dato in prestito anche Nicolas Burdisso, che di scudetti ne aveva vinti ben quattro (quanti quelli vinti dai capitolini nella sua storia)... ma l'equazione RANIERI <---> PERDERE ha dato sempre lo stesso risultato: ZERO TITOLI.

Roma Club Icaro

Nel paese dei Cretini il re Minosse aveva chiesto a Dedalo di costruire il labirinto per il Minotauro. Avendolo costruito, e quindi conoscendone la struttura, a Dedalo e suo figlio fu preclusa ogni via di fuga da Creta da parte di Minosse, poiché temeva che ne fossero svelati i segreti e vennero rinchiusi nel labirinto. Per scappare, Dedalo costruì delle ali con delle penne e le attaccò ai loro corpi con la cera. Malgrado gli avvertimenti del padre di non volare troppo alto, Icaro si fece prendere dall'ebbrezza del volo e si avvicinò troppo al sole (nella mitologia corrente l'INTER); il calore fuse la cera, facendolo cadere nel mare dove morì. La tradizione lo porta come esempio di chi tenta di compiere azioni fuori dalla propria portata e senza averne i mezzi sufficienti.

L'amore vince sempre sull'invidia e sull'odio

16 maggio 2010

Double

Siena-Inter 0-1, decide Milito al 12' della ripresa. Nerazzurri campioni d'Italia, 18° titolo e 5° consecutivo.

15 maggio 2010

Partita del Cuore

Il tradizionale incontro di calcio che solitamente si tiene alla fine del campionato quest'anno va in scena alla 38° giornata. Con due differenze: l'incasso non va in beneficenza ma all'avido Galliani e i partecipanti sono tutti ex-calciatori.
E' l'occasione per tributare i giusti onori a chi ha rallegrato la stagione 2009/10. Una felicità che ha pervaso sia i tifosi di Milan e Juventus sia soprattutto tutti i sostenitori delle altre squadre della Serie A.
L'estate scorsa, quando il sorteggio dei calendari decretò questo derby degli sfigati all'ultima giornata, tutti i più fini commentatori sportivi parlarono di spareggio decisivo per lo scudetto posto alla fine del campionato. Marcello Lippi addirittura si espose nei pronostici indicando i bianconeri sicuri favoriti per la vittoria finale. Poi la Juventus è finita settima (peggior suo piazzamento negli ultimi 36 anni) e il Milan ha accalappiato il terzo posto grazie alla virtuosa - quanto prodiga - serie di rigori inventati a favore che ha nascosto per lungo tempo l'insipienza del suo inutile gioco.
Ambedue le squadre tra poco cambieranno l'allenatore: per la Juve sarà (almeno) il quarto in tre campionati. Per il Milan solo il terzo.
Nel corso di tutta la serata, i saggi tifosi bilanisti presenti sulle gradinate dello stadio milanese hanno tributato una lunga ovazione a Coach Leonardo. Del resto il terzo gradino del podio raggiunto dal brasiliano sarà pura chimera l'anno prossimo, quando il futuro allenatore rossonero non potrà più contare su due dei tre giocatori cui oggi San Siro ha prodotto la standing ovation, nel momento in cui sono stati sostituiti durante il Milan-Juve di oggi. Tutto il Meazza in tripudio per l'uscita dal terreno di gioco di Favalli (non sarà più a libro paga del MilanLab l'equipe di procaci badanti rumene che si è presa cura di lui), Ronaldinho (la Selecao non lo porta in Sud-Africa ma il Circo Medrano gli ha offerto un ruolo in un originale spettacolo di clown dentuti) e Dida (4 milioni a stagione non sono tanti per questo portiere-stunt).

Thailandia 8 Stati Uniti d'America 5

La dittatura thailandese oggi ha battuto di misura la democrazia americana formato esportazione per otto cadaveri a cinque. Solo cinque morti quest'oggi per gli USA, grazie a due missili democratici sparati sulla frontiera afgana. Ma l'esercito di Obama può fare di più, per esempio prendendo meglio la mira quando lancia queste armi di distruzione di massa.

14 maggio 2010

Il Frico è fico

Lo spuntino autarchico croccante e gustoso. Dal Friuli al supermercato. E mi sembra anche un mangiare sano.

DESCRIZIONE: magica miscela di formaggi Latteria e Montasio di stagionature diverse, accuratamente selezionati, e cotto artigianalmente, fino a formare un delicato crostino tipicamente irregolare nella forma e nella doratura come le antiche tradizioni friulane si tramandano da generazioni.

COME CONSUMARLO: è già pronto all'uso, basta soltanto aprire la busta e gustarlo in qualsiasi momento della giornata, accompagnato ad aperitivi, vini, birre e bibite. Possiamo garantire che fa "buon bere"!!

LA DIFFERENZA: il nostro Frico croccante si differenzia dagli altri per la sua croccantezza e leggerezza. Infatti siamo riusciti ad abbassare il contenuto di grassi dal 55% al 37% rendendolo di conseguenza digeribilissimo. E' assolutamente naturale, privo di quasiasi conservante.

http://www.fricosavio.it/area/b2c/scheda.php?SERIALE=64&TIPO=

13 maggio 2010

Quell'Inter-Sampdoria

"NULLA E' IMPOSSIBILE PER QUESTA INTER"
INTER-SAMPDORIA 3-2: EMOZIONI AL MEAZZA MILANO - Incredibile vittoria dei nerazzurri allo stadio "Giuseppe Meazza". Nel primo tempo l'Inter fa la partita e crea buone occasioni per segnare, decisive due grandi parate di Antonioli. Dopo tante occasioni nerazzurre, la Sampdoria però passa in vantaggio (44') con il suo primo tiro in porta della gara: lungo cross da destra di Diana, Tonetto sotto misura, di sinistro, mette in gol con la palla che sbatte sul palo prima di entrare in rete. Nella ripresa non cambia il copione della partita, l'Inter cerca in tutti modi il pareggio senza trovarlo. All'83' in contropiede Kutuzov beffa i nerazzurri con un preciso diagonale da dentro l'area. Sembra finita, ma vengono fuori la grande voglia di vincere e tutto il carattere dell'Inter. All'88' accorcia le distanze Obafemi Martins con un preciso tocco dopo aver saltato il suo diretto avversario al limite dell'area. Sempre Martins, tre minuti dopo (46'), controlla palla in area e serve lo smarcato Vieri: è il 2-2 (per Vieri 200/a gara in serie A con 125 gol). Al 49' è il tripudio: Stankovic appoggia per Recoba al limite dell'area, il siluro del Chino termina la sua corsa in fondo alla rete. (inter.it)

Pirla automunito

Come si può definire chi parcheggia in un posto per invalidi occupando due spazi e non avendo neanche il contrassegno degli aventi diritto?

La classifica del mare migliore d'Italia

La Sardegna è presente con due località, come il Piemonte che il mare manco ce l'ha. In compenso l'Abruzzo ne ha 13 e la Romagna 8. Non è che i parametri che determinano l'assegnazione dell'ambita Bandiera Blu sono un po' attribuiti ad minchiam? Oppure in meno di sette anni hanno bonificato questo ben di Dio. Sotto la superficie dell'acqua del Lago Maggiore, a circa 300 metri di profondità giacciono tonnellate di Ddt, mercurio, arsenico, ammoniaca, acido acetico, formaldeide, acetamide, triossido di antimonio che rappresentano i rifiuti prodotti in 100 anni di industria chimica dalla Enichem di Pieve Vergonte (Verbania). (fonte)

11 maggio 2010

Metro Shopping

Luogo: mezzanino della stazione della metropolitana di Famagosta (a Milano). Questo distributore automatico consente al viaggiatore di rifornirsi di oggetti imprescindibili. Un DVD di Bud Spencer e Terence Hill (al prezzo di € 7), fazzoletti di carta, libri di cucina, salviette, calze da donna, Amuchina, pile AA e AAA... Anche profilattici in diverse varietà. Era immorale vendere solo quelli o c'era bisogno di creare una nuvola commerciale per evitare gli strali dei soliti cattolici oscurantisti?

Ricetta dei funghi champignon raganati

Ottima portata, tendente al piatto unico per il valore calorico.
Ingredienti (per due persone)
300 GFunghi Champignon Freschi
70 G

Formaggio Parmigiano

Grattugiato

70 GPangrattato
3Uova
1 SpicchioAglio
1 CucchiaioOlio D'oliva
Pepe, sale, prezzemolo
Preparazione

Soffriggere l'aglio e aggiungere i funghi tagliati a fette,

farli cuocere per circa 20 minuti. Intanto sbattere le uova con il sale, il pepe, il

parmigiano e il pangrattato. Quando i funghi saranno pronti metterli in una pirofila

versandovi il composto preparato. Mettere in forno per circa 10 minuti e servire. (Visto

che il forno tradizionale impiega parecchio per

scaldarsi e quindi cuocere, è possibile utilizzare

il forno a microonde alla massima potenza

- 850 W - versando l'impiastro in un piatto crisp

coperto da campana forata e scaldare per 7

minuti seguiti da 4 minuti addizionali con

funzione Grill e cottura a mezza altezza).

Scopiazzato da qua: http://www.lebuonericette.com/ricetta-funghi_champignon_raganati.php

10 maggio 2010

Van Basten declina

Prima tegola sulla campagna acquisti del Milan 2010-2011: Marco Van Basten ha appena rifiutato l'invito a tesserarsi per i rossoneri.

Sara Tommasi nuda in prima serata

Il sito di Libero.it (che non c'entra nulla con il ben più prestigioso quotidiano di Maurizio Belpietro) pubblica questa bella galleria di immagini di Sara Tommasi. Il titolo della sezione accusa questa artista di non aver usato il suo cervello, che le ha permesso peraltro di laurearsi all'Università Bocconi di Milano. Tale titolo di studio le ha consentito di identificare se stessa come un prodotto, saranno contenti in famiglia. Ma ecco cosa dichiarò al Corriere nel 2006 in occasione della presentazione di un calendario dove è stata ritratta poco vestita: «All'inizio non volevo spogliarmi, poi ho cambiato idea. Il seno? L'ho rifatto» «Io sono un prodotto da vendere nel mercato dello showbusiness». http://magazine.libero.it/foto/08/sara-tommasi-troppo-dimagrita-burrosa-fg5809/pg5.phtml

09 maggio 2010

Penultima di campionato

Decisione choc del questore di Genova: vedere giocare il disgustoso Milan di questo periodo rappresenta un'emergenza depresso-sanitaria e allora decide di far giocare la gara a porte chiuse. Domenica prossima rivincita del Trofeo Berlusconi tra lo stesso Milan e la Juventus. La riedizione della classica pre-campionato confermerà la curiosa caratteristica: non vince il campionato nè chi la vince nè chi la perde (e neanche chi la pareggia). Pur perdendo la quattordicesima gara in questo campionato (la quarta in casa), la Juventus consolida la settima piazza e raggiunge i preliminari di Europa League. Decisiva la doppietta dell'ex Davide Lanzafame, a cui la saggia dirigenza bianconera ha preferito giocatori di sostanza e di sicuro affidamento come Diego, Candreva e Giovinco. La Roma batte il Cagliari tra le mura amiche: decisivo l'undicesimo rigore fischiato ai giallorossi. Non si tratta ovviamente di un aiutino aver giovato di più penalty addirittura del Milan. L'Antennone capitolino, autore di una doppietta, non ha ascoltato lo striscione di San Siro che lo invitava a succhiare l'alluce degli interisti. L'Inter invece conferma il periodo di crisi subendo tre gol dal Chievo. Da Munchen fanno sapere che avrebbero immenso piacere a vedere Materazzi titolare in quel di Madrid. Gli interisti meno. Pari di rigore nel pareggio-spareggio Champions di Palermo tra i rosanero e la Sampdoria (titolone a tutta pagina della Gazzetta dello Sport di domani al 95%).

L'azalea della ricerca

Speriamo che resista almeno un mese questa azalea. Non è un bel messaggio che una piantina il cui ricavato finanzia la ricerca scientifica muoia manco un mese dopo l'acquisto (e a quelle che compro io capita regolarmente di non superare i trenta/quaranta giorni di vita). Proprio per questo, pur lodando l'iniziativa dell'accoppiamento Festa della mamma, piantina e finanziamento della ricerca, continuo a pensare che sia più "sano" vendere altri articoli.