06 apr 2010

CSKO

E anche questi russi escono da questa ridicola Ciampions Ligh.
Con quattro vittorie (su quattro gare disputate) nella fase ad eliminazione diretta, l'Inter di Mou approda alle semifinali del torneo ed osserva con attenzione il cammino dell'Europa Ligh da dove uscirà la squadra che a fine agosto prossimo le contenderà la Supercoppa Europea.
Dopo il tiro a segno nella porta del povero Akinfeev durante la gara di andata, oggi il gol dell'Olandese Volante in apertura di gara spegne subito ogni residua speranza della squadra moscovita sulle possibilità di rovesciare l'esito del quarto di finale.
Ne approfitta così l'Inter che si concede un turno di riposo in vista del prossimo doppio confronto contro la Fiorentina del piangina Prandelli Cesare: la posta in palio sarà prima il campionato (dove siamo in testa pur con un solo punto di distacco dalla Roma degli esaltati ma con tre punti di margine sui bolliti rossoneri) e poscia la Coppa Italia (l'1-0 della gara di andata da difendere).
Mentre scrivo queste righe, presumo già quali saranno i commenti che i pensatori sportivi delle principali testate giornalistiche stanno esprimendo nei talk-show televisivi e negli editoriali dei quotidiani in edicola domani.
  • Il CSKA Mosca ha pagato oltre misura lo scomodo orario in cui si è disputata la gara di andata (la partita è terminata oltre la mezzanotte secondo il fuso russo), e infatti è proprio nel secondo tempo che hanno preso il gol.
  • Il campo sintetico ha penalizzato la squadra più tecnica (Ciessecappaa) mentre gli scarponi nerazzurri ne sono stati favoriti.
  • Sabato scorso il Cska non ha potuto giocare in Prem'er-Liga (la stravagante denominazione della massima divisione russa), seguendo i consigli di Galliani e Ghedini sul legittimo impedimento.
  • Milito come Ibrahimovic: poche volte decisivo nelle coppe europee, e mai nelle partite di ritorno quando i gol sarebbero più pesanti.
  • Calendario artatamente favorevole all'Inter: dopo aver incontrato tre vincitrici nei rispettivi campionati nazionali nella fase a gironi, ora altre due attuali prime in classifica: dopo il Chelsea primo in Premiere League, anche il CSKA al primo posto in Russia.
  • Caso Quaresma: escluso per la seconda volta consecutiva, il fortissimo giocatore lusitano abbandona disgustato il proprio posto in panchina e chiede di essere ceduto; al Milan.
Da stasera non ci gufano più solo 50 milioni di italiani, ma anche circa altri 700 milioni di europei: a tutti loro va una solenne ma educata pernacchia.

Pio e traslato

La salma del defunto Padre Pio non verrà spostata ma solo traslata. L'annuncio del trasloco di loculo panoramico verrà dato nei prossimi giorni (così dicono sul quotidiano Libero).

Cos'avranno voluto dire?

I luoghi di acquisto sono diventati sempre più centrali nelle strategie aziendali: il baricentro del marketing si sta spostando verso una nuova concezione "esperienziale", basata cioè sul contatto diretto fra marca e consumatore. Il design, il packaging dei prodotti e gli stessi luoghi di acquisto si sono trasformati in armi di seduzione e conquista degli shopper, che hanno bisogno - oggi più che mai - di far trasformare la shopping experience in personal experience, in grado trasformare l'acquisto in un momento di divertimento e scoperta continua. (originale)

Il russo Sulley Ali IVANOV Muntari

02 apr 2010

Essere Senatore della Repubblica

Di seguito il dettaglio di quanto percepisce ciascuno dei 315 senatori democraticamente eletti attualmente in carica. Quasi 200.000 euro all'anno (NETTI) e complessivamente più di un milione di euro al termine dei cinque anni di legislatura.
Quota Periodi Annuale
Indennità parlamentare 5.613,59 12 € 67.363
Diaria 4.003,11 12 € 48.037
Rimborso spese mandato 4.678,36 12 € 56.140
Spese viaggio 15.379,37 1 € 15.379
Spese telefoniche 4.150,00 1 € 4.150
TOTALE € 191.070
Al termine del mandato parlamentare, il Senatore riceve l'assegno di solidarietà (anche denominato "di fine mandato"), che è pari all'80 per cento dell'importo mensile lordo dell'indennità, moltiplicato per il numero degli anni di mandato effettivo (o frazione non inferiore ai sei mesi).
Trattamento fine rapporto
336.815 Cinque anni
STIPENDIO TOTALE DOPO 5 ANNI DA SENATORE DELLA REPUBBLICA 1.123.758
Per effetto di tale disposizione regolamentare, l'importo dell'assegno vitalizio varia da un minimo del 20 per cento a un massimo del 60 per cento dell'indennità parlamentare, a seconda degli anni di mandato parlamentare.
Quota 20% € 1.123
60% € 3.368
Dettagli sul sito ufficiale del Senato: http://www.senato.it/composizione/21593/132051/genpagina.htm Anche i consiglieri regionali non si trattano male: http://it.biz.yahoo.com/bilancio-domestico/articoli/stipendi-consiglieri-regionali/

01 apr 2010

Siena come Assago

A furor di popolo, Assago si appresta ad ospitare il suo Palio. http://www.comune.assago.mi.it/acm-on-line/Home/articolo9010223.html

"E' allarme pedofilia. Complicità dei vescovi."

Procuratore di Milano: "E' allarme pedofilia. Complicità dei vescovi" Pietro Forno, capo del pool antimolestie: "La lista di sacerdoti inquisiti è lunga. La Chiesa non ha mai ostacolato le indagini. Ma i vertici non hanno mai denunciato un caso". L'Abc: "Anche Paolo VI sapeva". «Gli episodi sono così numerosi - dice il magistrato al Giornale - che ho un dubbio: molti scelgono l'abito talare proprio perché è più facile avvicinare i ragazzi». E ancora: «Non solo i colpevoli non vengono cacciati, ma spesso sono solo spostati in un'altra diocesi. E lì possono nuocere ancora». E questo «pone un grosso interrogativo: ma nessuno se n’è accorto prima? Dove è il discernimento spirituale che dovrebbero esercitare coloro che li scelgono? Non hanno osservato il loro comportamento, le loro tendenze, le modalità con le quali si rapportano ai giovani? E un’ultima domanda: cosa accade all’interno dei seminari?» Forno, inoltre, ipotizza una sorta di complicità da parte dei vescovi: «Non ho mai ricevuto dalle gerarchie cattoliche una sola denuncia nei confronti di un prete o di un altro sottoposto al controllo vescovile, come un sagrestano, un educatore, un chierichetto». http://www.ilgiornale.it/interni/procuratore_milano_e_allarme_pedofilia_complicita_vescovi/01-04-2010/articolo-id=434292-page=0-comments=1 http://www.corriere.it/cronache/10_aprile_01/pedoflia-pm-milano_c4318994-3d5f-11df-9bd9-00144f02aabe.shtml

31 mar 2010

Indovina i pronostici

Grande concorso sul sito della Uefa: si vincono importantissimi premi indovinando i risultati delle gare di Champions League. Il banner promuove il pronostico per Manchester United FC - AC Milan (suggerendo una preferenza per la squadra che è stata due volte in serie B): secondo me finisce 4 a 0 per la squadra di casa, ho vinto qualche cosa?

30 mar 2010

Realismo post-regionali

Notare la seguente dichiarazione di una dirigente del Partito Democratico lombardo, in corsivo alcuni miei commenti: BARBARA POLLASTRINI - L'esponente della direzione nazionale del Pd ha ringraziato Filippo Penati (non sarebbe stato corretto se lo avesse mandato a quel paese): "In un quadro nazionale che presenta evidenti successi (ah sì?, anche l'Inter sabato scorso ha vinto dominando la gara), c’è la sofferenza (poca, il PD è in salute e sempre più amato dall'elettorato), direi la sconfitta (forse, ma non esagerei, Penati ha perso di misura), in Lombardia e in Veneto (solo in queste due regioni però, altrove solo ampie vittorie). Il risultato in controtendenza di Milano (a Milano il PD ha perso di tanto, in provincia di tantissimo, c'è una bella differenza) dice come sia aperta e realistica la sfida per il Comune (sì, è possibile che le liste di Lega e PDL vengano messe fuorilegge entro il 2011). Ciò comporta avere coraggio di idee (presentando questi programmi elettorali il coraggio certo non deve mancare) e classi dirigenti che segnino le dovute discontinuità culturali e politiche (si sono già accorti che Berlusconi Silvio è entrato in politico ed è alleato con la Lega Nord?) ".

Il centrosinistra e la toponomastica

Vale veramente la pena presentare un ordine del giorno al Consiglio Comunale di Assago che si terrà questa sera la seguente proposta? Ok per Alda Merini (ci mancherebbe altro, ma in ordine di importanza questa richiesta non è al primo posto dell'OdG), ma siamo sicuri che chiedere l'intitolazione di due vie del comune alle cittadine di Nozay e Strelice intercetti realmente i bisogni stringenti degli assaghesi, ancor più di quelli che hanno votato il centrosinistra? Certo l'istituzione Consiglio Comunale per quattro mesi non ha registrato alcuna seduta... ma d'altro canto in questo quadrimestre non sono state create neanche tante nuove strade.

29 mar 2010

Roberto Maroni ha sconfitto la mafia

Secondo l'autorevole emittente Radio Padania Bob Maroni, peraltro il ministro leghista - a mio avviso - più stimabile, ha sconfitto la MAFIA. Un risultato inaspettato, mai sfiorato da nessun governo nei precedenti 149 anni della storia d'Italia. Speriamo che la Mafia stessa lo sappia, che non creda di esistere ancora.

I preti non c'entrano niente

ANSA

28 mar 2010

Central European Time

Siamo a +1, mica possiamo vincere sempre tutti i campionati a febbraio. Primi in classifica, e in corsa pure in Champions League e in Coppa Italia. Certo non è bello constatare di avere il fiato sul collo, che le porte dell'Olimpico sono più strette, che Giulione Cesar sceglie i momenti peggiori per fare delle cappelle (vedi gara d'andata con il Chelsea), che Lucio doveva spazzare la sua area magari senza servire un giallorosso, che Eto'o è un lavativo, che Thiagone " Tartarugone" Motta è leggermente lento, che dovevamo prestare alla Roma il buon Quaresma e non Burdisso...

27 mar 2010

Have a break? WITH Nestlè

Il video si chiama "Have a break?", ed è stato promosso da Greenpeace, a livello internazionale, per denuncia contro la Nestlè, che acquista olio di palma proveniente dalla distruzione delle ultime foreste torbiere indonesiane. "Nestlè ha tentato di insabbiare le accuse oscurando il video su Youtube" sostiene Greenpeace in una nota "ma in internet molti avevano già caricato il video su numerosi altri siti e social network; vista la reazione degli utenti il video è tornato visibile, ma solo da stamattina". Nestlè é accusata di mantenere rapporti commerciali con Sinar Mas, il più importante distruttore di foreste in Indonesia, e fornitore dell'olio di palma (
FONTE)
Caro consumatore PIRLA continua a comprare prodotti Nestlè, te li meriti proprio perchè sei un pirla:

After Eight Antica Gelateria del Corso Baci Beltè Buitoni FitnessCheerios Chocapic Chockella La Cremeria Crunch Nescafé Dolce GustoFibre 1 Fruit Joy Fruttolo Galak Kit Kat La Valle Degli OrtiLC1 Lion Maggi Mare Fresco Mio Infant Mio FreschiMotta Gelati Nescafé Nero Perugina Nesquik Nesquik Cereali NestléNestlé Freschi Nestlé Latte Intero Concentrato Zuccherato Nestlé Snack Nidina 2 Orzoro PeruginaPolo Nestlé Professional Nestlé Professional Bar Quality Street Smarties SveltesseNestlé Vera

Ora legale

26 mar 2010

La Legalità della Destra Italiana

Strada trafficata di Buccinasco, questa mattina. Un automobilista comunista conduce il suo veicolo a circa 40 km/h per questa via. E' sereno nel suo procedere perchè non deve prestare particolare attenzione agli incroci e può sviluppare il proprio tragitto senza dover concedere precedenze alle auto provenienti longitudinalmente. Mentre è lì che incede bello bello, un auto di colore nero invade la carreggiata antistante il suo mezzo di trasporto. Egli allora prima suona il clacson e poi, dopo aver abbassato il proprio finestrino, segnala verbalmente al pilota dell'autovettura che gli ha appena tagliato la strada che di solito, chi esce da una via al termine della quale c'è un cartello segnaletico che segnala lo STOP, dovrebbe arrestarsi per dare la precedenza agli altri veicoli. Risposta del Pilota delle Libertà (PDL): "Ma io venivo da destra, sei tu - coglione - che dovevi darmi la precedenza." Risposta del sinistrorso con la macchina verde: "Vero, però tu avevi uno stop, c'è anche scritto." Controreplica del Pilota liberista: "A me non mi risulta, e comunque ho fretta. Fanculo."

Lippi il veggente

Non mi riferisco a Claudio Lippi, ma a Marcello, il commissario tecnico della Nazionale di calcio. Ad agosto scorso il CT aveva elementi, ancora segreti, per affermare che la Juventus sarebbe stata sicuramente la vincitrice del campionato di Serie A 2009/2010. Confermati anche da Ciro "Danette" Ferrara, a cui "non piace solo partecipare". Ma a quello provvede Lippi, che di Juve, di scudetti e di Ferrara qualcosina sa. «Sarà il solito campionato, molto avvincente, molto difficile. Non il più bello, ma il più difficile». Difficoltà che non devono spaventare né Ciro né il coetaneo Leonardo: «L' allenatore non ha età. Deve avere intelligenza, competenza, carisma, personalità. Tutte cose che si possono avere a 40 anni, magari non a 60 o a 65» Fonte Gazzetta