27 marzo 2010

Have a break? WITH Nestlè

Il video si chiama "Have a break?", ed è stato promosso da Greenpeace, a livello internazionale, per denuncia contro la Nestlè, che acquista olio di palma proveniente dalla distruzione delle ultime foreste torbiere indonesiane. "Nestlè ha tentato di insabbiare le accuse oscurando il video su Youtube" sostiene Greenpeace in una nota "ma in internet molti avevano già caricato il video su numerosi altri siti e social network; vista la reazione degli utenti il video è tornato visibile, ma solo da stamattina". Nestlè é accusata di mantenere rapporti commerciali con Sinar Mas, il più importante distruttore di foreste in Indonesia, e fornitore dell'olio di palma (
FONTE)
Caro consumatore PIRLA continua a comprare prodotti Nestlè, te li meriti proprio perchè sei un pirla:

After Eight Antica Gelateria del Corso Baci Beltè Buitoni FitnessCheerios Chocapic Chockella La Cremeria Crunch Nescafé Dolce GustoFibre 1 Fruit Joy Fruttolo Galak Kit Kat La Valle Degli OrtiLC1 Lion Maggi Mare Fresco Mio Infant Mio FreschiMotta Gelati Nescafé Nero Perugina Nesquik Nesquik Cereali NestléNestlé Freschi Nestlé Latte Intero Concentrato Zuccherato Nestlé Snack Nidina 2 Orzoro PeruginaPolo Nestlé Professional Nestlé Professional Bar Quality Street Smarties SveltesseNestlé Vera

Ora legale

26 marzo 2010

La Legalità della Destra Italiana

Strada trafficata di Buccinasco, questa mattina. Un automobilista comunista conduce il suo veicolo a circa 40 km/h per questa via. E' sereno nel suo procedere perchè non deve prestare particolare attenzione agli incroci e può sviluppare il proprio tragitto senza dover concedere precedenze alle auto provenienti longitudinalmente. Mentre è lì che incede bello bello, un auto di colore nero invade la carreggiata antistante il suo mezzo di trasporto. Egli allora prima suona il clacson e poi, dopo aver abbassato il proprio finestrino, segnala verbalmente al pilota dell'autovettura che gli ha appena tagliato la strada che di solito, chi esce da una via al termine della quale c'è un cartello segnaletico che segnala lo STOP, dovrebbe arrestarsi per dare la precedenza agli altri veicoli. Risposta del Pilota delle Libertà (PDL): "Ma io venivo da destra, sei tu - coglione - che dovevi darmi la precedenza." Risposta del sinistrorso con la macchina verde: "Vero, però tu avevi uno stop, c'è anche scritto." Controreplica del Pilota liberista: "A me non mi risulta, e comunque ho fretta. Fanculo."

Lippi il veggente

Non mi riferisco a Claudio Lippi, ma a Marcello, il commissario tecnico della Nazionale di calcio. Ad agosto scorso il CT aveva elementi, ancora segreti, per affermare che la Juventus sarebbe stata sicuramente la vincitrice del campionato di Serie A 2009/2010. Confermati anche da Ciro "Danette" Ferrara, a cui "non piace solo partecipare". Ma a quello provvede Lippi, che di Juve, di scudetti e di Ferrara qualcosina sa. «Sarà il solito campionato, molto avvincente, molto difficile. Non il più bello, ma il più difficile». Difficoltà che non devono spaventare né Ciro né il coetaneo Leonardo: «L' allenatore non ha età. Deve avere intelligenza, competenza, carisma, personalità. Tutte cose che si possono avere a 40 anni, magari non a 60 o a 65» Fonte Gazzetta

Il quinto segreto di Fatima

Lo spam si evolve. Mi scrive Fatima che mi vorrebbe conoscere, poi si vedrà che tipo di relazione si potrà instaurare tra di noi: amicizia, sesso o matrimonio. My dearest one. How are you doing?? I think whoever says sunshine brings happiness have not danced in the rain, the best way to love is to meet people in a way that your feelings will be without sentiments , and also not getting attracted to looks until you have the heart opened to a good level of understanding, this is the only way to find such person. My name is Fatima William, You may want to know more about me before saying a thing , lets give this a trial, i think we may get to talk and see what that feeling is all about, who know it could be love, but sincerely speaking i think at my age , i really want a happy life now, I want someone to take care of me , and i need a man who will not only be my lover, but also my best friend a husband to me, i look forward for your response. i m new here and in this type of relationship. Thanks Yours Fatima William

25 marzo 2010

Stronzi in volo e sotterranei

La categoria dei pirla telefonanti e molesti fino a pochi mesi fa era bandita sia nel sottosuolo (in metropolitana) che nell'aere (in volo).

Purtroppo invece sia la metro milanese che la compagnia aerea RyanAir ora hanno implementato dei sistemi per consentire l'uso dei telefoni cellulari GSM in questi ambiti prima loro preclusi.

L'effetto è che la categoria di minchioni, che sono soliti usare il loro cazzo di cellulare in maniera rumorosa e molesta, tale da rendere partecipi pure gli altri passeggeri ai loro inutili discorsi sul presunto Senso della Vita, è stata sdoganata. E ha trovato nuova cittadinanza. Quindi il viaggio con il treno urbano ipogeo del viaggiatore che una volta era certo di non avere un rompicoglioni accanto che urlava al telefono (e che preventivamente faceva squillare una suoneria personalizzata fastidiosa) è stato disturbato. Una soluzione definitiva sarebbe colpire in faccia il disturbatore, ma non rapresenterebbe un'azione democraticamente accettata e accettabile, benchè forse approvata socialmente (almeno da quegli strati di popolazione intellettualmente normale). Purtroppo nei viaggi sotto terra il prezzo delle telefonate effettuate da questi sabotatori della quiete pubblica non ha alcun costo aggiuntivo rispetto alle tariffe delle normali chiamate. Fortunatamente però almeno la compagnia aerea RyanAir ha tariffe che sono circa quattro volte superiori ai costi sostenuti all'interno dei confini nazionali. Ma il "pirla volante" che deve sparare le proprie cazzate in pubblico in volo è poco influenzato dai costi delle conversazioni (laddove peraltro paga anche quando riceve la chiamata), e questo diminuisce di poco l'incidenza dello stronzo telefonante in roaming prezzolante.

Mamma li livornesi

Mentre l'eterna squadra in crisi nerazzurra milanese infliggeva un pesante 3 a 0 al temibile Livorno (squadra che ha lasciato 6 punti tra andata e ritorno all'Inter mentre - sempre in campionato - aveva ottenuto due pareggi contro la squadra della Non-Invidia bilanista e concesso solo un punto ai rosiconi della Romamerda), a Parma si consumava il dramma.
Tragedia successiva all'occasione sprecata domenica scorsa, quando una vittoria dell'Ammmmore sulla squadra dell'Odio del Napoli avrebbe consentito il sorpasso in testa alla Serie A.
Ebbene nella patria della coppa, loro che di successi in coppa ricordano ancora la Mitropa, un bulgaro qualsiasi (un figlio del socialismo reale amico dei giudici comunisti) condanna il grande e il bel Milan alla tristezza della sconfitta. Sotto gli occhi del tifoso Balotelli che porta tanta fortuna alla sua unica squadra del cuore.
Ma torniamo alla gara interna contro il Livorno: dopo aver preso due gol su azione nella stessa partita da Eto'o - Scarso'o, una prestazione quasi perfetta del trivellatore Quaresma, una senza danni di Muntari (pur entrato a risultato acquisito) e aver osservato con ammirazione l'inedita coppia di centrali Materazzi-Cordoba, le dimissioni di Serse Cosmi avranno tutta la mia umana solidarietà. Si può sopportare tutto, ma dopo aver schierato pure il ciccione Diniz (il primo lottatore di sumo di colore) , un allenatore deve dimettersi perchè non può fare altro.
Qui sotto alcuni simpatici fan del macedonico (o macedoniano?) GO GO GO Goran Pandev con la bandiera balcanica del Sol Levante. Al numero 27 è mancato solo il gol, ma non è mica facile segnare a questo Livorno dalla difesa così impenetrabile.

24 marzo 2010

VOTA RINO PRUITI (VERDI --> Lombardia)

Sintetizzo i principali punti che porterò in Consiglio regionale se sarò eletto: STOP al consumo di suolo, utilizzo delle aree dimesse per un piano di edilizia residenziale pubblica in affitto. Creazione di un apposita commissione consiliare che si occupi delle problematiche legate alla criminalità organizzata: appalti pubblici, iniziative per promuovere la cultura della legalità, migliore utilizzo dei beni confiscati alle mafie. Tutela e valorizzazione dei Parchi Regionali con divieto assoluto di caccia ! Sostegno all’agricoltura lombarda per tutelare le produzioni agroalimentari, valorizzare le produzioni tipiche, accorciare la filiera per il consumo alimentare. Nei prossimi 5 anni serve un grande piano d’investimenti per trasformare la Lombardia nella più importante piattaforma produttiva del paese per quanto riguarda le energie rinnovabili, con la creazione di migliaia di posti di lavoro a tempo indeterminato. Un grande piano per sostenere e favorire le ristrutturazioni edilizie per realizzare edifici a “Emissioni Zero” No all’inutile e costoso piano energetico nucleare del Governo ! Invertire le attuali politiche scolastiche regionali. Una più equa distribuzione delle risorse verso la scuola pubblica ed un effettivo sostegno alle famiglie meno abbienti. Grazie per la pazienza e per la vostra attenzione! Rino Pruiti

Faccia da pirla

Ennesimo attacco all'immagine del milanista Balotelli: uno importante gli ha detto che ha la faccia da milanista. Che fosse poco "furbo" lo si sapeva già da prima.

23 marzo 2010

Web Marketing Map

Non ho capito dov'è la "supercazzola" però.

Pizza croccante nel microonde in tre minuti

L'inventore di questa pizza, che in tre minuti di forno (a microonde) è cotta e croccante, è un GENIO. Il prezzo? Onesto direi (€ 2.29 al Gigante), meno che un tradizionale trancio per strada. Dettagli QUI.

Pizze e focacce per microonde

E' la nuovissima gamma di pizze e focacce incredibilmente croccanti nel forno a microonde oppure in quello tradizionale.

Caratteristiche:

  • risparmio di tempo;
  • risparmio energetico;
  • facile e sicuro. Durante il riscaldamento in microonde la confezione si apre da sola (patent pending);
  • croccante come nel forno tradizionale.

Un prodotto leggero dal sapore unico, ideale per un pasto completo, veloce e di qualità. Prodotto innovativo premiato a TuttoFood 2009.

22 marzo 2010

Vincere, e vinceremo!!!

La Russa e il cannone

Il Ministro della Difesa.

Il Sorpasso

Ce lo ricordiamo come finisce questo film? Per chi ha la passione per gli incidenti.
Liberamente ispirato.
Vittorio Gassman, guardando una fotografia della madre di Jean Louis Trintignant, si rivolge allo stesso Trintignant Chi è ‘sta cicciona? Mia mamma. Ah perbacco, bella donna! Vittorio Gassman a Jean-Louis Trintignant Non bevi, non fumi, non sai nemmeno guidare la macchina…ma ti godi la vita tu? Vittorio Gassman rivolgendosi alla cassiera del bar Ma non ci siamo già conosciuti io e lei? Non mi pare. Ma si! Come no! Sa dove? Dove? Li, alla macchina delle sigarette, poco fa!

Spaghetti ai frutti di mare

La solita ricetta ad uso personale. ---------------------------------------------------- Tempo Richiesto (in minuti): 40 Ingredienti (per 6 persone): 600 gr. di frutti di mare (cozze, vongole), 200 gr. di gamberi, 1 pezzetto di prezzemolo tritato, 2 spicchi d'aglio, la polpa di 2 pomodori maturi, olio e sale. Preparazione: Scottate i gamberi e sgusciateli, scaldate i frutti di mare in un tegame senz 'acqua per farli aprire e poi togliete i molluschi. Mettete in una teglia l'olio con l'aglio tritato fate scaldare e poi unite i frutti di mare. Rigirate subito, abbassate la fiamma e unite i gamberi, il pomodoro tritato, il prezzemolo e qualche pizzico di peperoncino. continuate la cottura per 20 minuti. Lessate intanto gli spaghetti al dente, scolateli e conditeli con questo sughetto profumato e stuzzicante. (fonte)

Dio presto

20 marzo 2010

La seconda riga

Capolavoro di TuttosporC

Alcune considerazioni: ci sono almeno 310 pirla da sottoporre a TSO perché hanno sottoscritto il fatto che la Juventus (RuB?entus) stava salvando l'onore italico e i relativi coefficienti UEFA, avendo travolto, a suon di gol, il Minkior Puzzos; sarebbe interessante richiamarli tutti per sottoporli ad un test scientifico sul loro Quoziente Intellettuale.
Ma sappiamo anche che coloro che acquistano in edicola il quotidiano Tuttosport nel 32% dei casi grufolano, nel 21% nitriscono, nel 12% ragliano, solo nel 6% muggiscono. Nel restante quoziente emettono peti quale principale elemento di comunicazione verbale, quindi pare giusto fare finta di niente. Ma siffatto articolo giornalistico è realmente uscito. Il mondo è pieno di pirla.

19 marzo 2010

Prelazione Inter-Cska

Gli abbonati potranno decidere se acquistare o meno i biglietti del quarto di finale contro i sovietici dopo la disputa della partita. In questo modo, se il risultato non fosse soddisfacente, risparmierebbero i soldi. Questa sì che è una società attenta alle esigenze dei propri tifosi. http://www.inter.it/aas/news/reader?N=47697&L=it

Buon sorteggio per le italiane

Sorteggio ostico solo per l'Inter che trova nei quarti di finale i rocciosi post-comunisti del CSKA Mosca (sono sempre difficili le partite contro le squadre che hanno un acronimo per nome).

Vediamo se abbiamo fortuna

18 marzo 2010

C'è a chi piace la Riga

Allora va in Lettonia, giusto perché la capitale della Lettonia è bella (inserita nella lista dei siti patrimoni dell'umanità UNESCO già dal 1997) ed anche economica, sia per raggiungerla che per viverla. Queste due componenti associate facilitano la vita al turista. Se fossi stato single assatanato la città avrebbe potuto offrire anche una fauna umana locale di tutto rispetto.
Di seguito un po' di foto presentate in un ordine logico alla cazzo di cane. I commenti relativi non possono che fregiarsi della stessa caratteristica.
Tre piatti della cucina locale corredata da birra autoctona (ma quante ce ne sono, io non sapevo ancora un po' manco che esistesse la Lettonia fino ad un mese fa): ravioli di carne (pasta senza uovo e ripieno costituito da pezzi interi), toast di pane nero fradici di olio da guarnire con burro (piatto consigliato dalla maggior parte delle diete ipocaloriche) e ceci (neri) più pancetta abbrustolita.
Questo sotto sarebbe un fiume locale ghiacciato, ivi e indi lì pescare è un cazzo di casino, chi non vuole rinunciarci è costretto a praticare un buco nel pack per infilare la lenza.
Questo invece sarebbe il Mar Baltico, d'estate è meta di turismo balneare, a metà marzo invece è un lastrone di ghiaccio sotto il quale si può supporre ci sia acqua salata.
Il monumento fallocratico è dedicato alla Libertà (sostantivo femminile).
Lo fotografavano tutti, non ho potuto esimermi.
Ottimo metodo per convertire le vecchie cabine telefoniche trasformandole - a pagamento - in diffusori di connettività.
Il gatto delle nevi?
Si vede che in Lettonia ci sono pochi daltonici.
Una cosa incredibile: in mezz'ora scendono 30 centimetri di neve e gli aeromobili riescono a partire ed arrivare come se niente fosse (e senza neanche i buoni uffici di Bertolaso o i consigli paterni di Moretti su coperte e panini da portare seco da casa). Sono strani questi baltici.
Che minchia di cartello stradale è? Mi pare pacifico non si possa andare dritto all'incrocio, non c'è la strada oltre.
La locomotiva della Giustizia Proletaria.
Questo è un Ecopass serio, mica la roba inutile e bizantina della Moratti. Per entrare nel centro si paga da 5 a 8 batacchi (tra i 7 e gli 11 euro): considerando anche il tenore di vita locale, ciò garantisce il centro storico praticamente privo di automobili. Il costo per parcheggiare l'auto è un'altra mazzata.
Gli uccelli palmipedi del parchetto locale per circa sei mesi all'anno non possono nuotare perché il loro laghetto è ghiacciato. Fossi in loro emigrerei, ma forse i sussidi dell'Unione Europea che regolarmente percepiscono li trattengono in patria.
Il solito ristorante del Bel Paese si permette di prendere per il culo i propri clienti giocando sui classici luoghi comuni italioti. I locali ne sono lusingati.
Pavlik Morozov è ufficialmente un mio nuovo idolo: durante gli anni Trenta denunciò alla polizia segreta una marachella (nemica del popolo) dei genitori (che poi lo uccisero) e poscia diventò il punto di riferimento per le organizzazioni educative giovanili.
Curiosamente, il museo dedicato alla storia nazione del periodo sovietico è denominato dell'OCCUPAZIONE. E dire che russi e lettoni dovrebbero avere molte cose in comune, a partire dal rapporto con il sonno.
Questa difesa dei kulaki e del loro egoismo di classe appare francamente fuoriluogo. Anche al giorno d'oggi, appellare quale "kulako" è considerato un insulto, secondo le regole omofobe non scritte della morale pubblica.
Non rideva mai perché non c'era molto da ridere. Quest'uomo nel 1942 ha fermato i nazisti (prima e dopo ha compiuto anche atti non sempre condivisibili), senza di lui ora mangiavamo crauti a colazione, se non eravamo stati gasati prima.
Quello che si vede in fondo a destra è un traghetto...