05 ottobre 2009

Ci arriva al Panettone?

Il
bravo Leonardo dico. Per solutori più che abili.

La Ventura porta gli slip

Con questa notizia la giornata ha svoltato. Ora posso andare a cenare più sereno.
Roma, 5 ott. (Adnkronos) - "Siamo al ridicolo. Io le mutande in trasmissione le indosso sempre". Così Simona Ventura è costretta a smentire l'ultimo gossip che impazza da questa mattina sul web, ovvero che ieri durante la diretta di 'Quelli che' non indossasse gli slip.

Il Nescafè Buono

Non è obbligatorio acquistare prodotti Nescafè-Nestlè se si è amanti del caffè liofilizzato (è certamente più buono il caffè "cucinato" con moka o espresso, ma il caffè istantaneo è certamente più veloce e pratico).
In alcuni supermercati-ipermercati, nascosto sugli scaffali rispetto ai prodotti della multinazionale Nestlè, si può trovare il caffè solubile della CRASTAN. Si trova in una posizione nascosta perchè codesta azienda non ha la forza commerciale della Nestlè e neanche la potenza nella comunicazione e nel marketing dell'azienda di Vevey. Si differenzia da questa azienda del Male anche per qualche altro particolare, chi avesse voglia di capire perchè la Nestlè sia malefica non ha che l'imbarazzo della scelta: http://www.google.it/search?rlz=1C1CHMB_itIT303IT303&sourceid=chrome&ie=UTF-8&q=boicottaggio+nestl%C3%A8.
Il boicottaggio delle aziende non-etiche sarebbe una grande arma contro le violenze e gli abusi delle aziende multinazionali. Purtroppo sono sempre in troppi consumatori rimbambiti dalla pubblicità e dal consumo indifferente e inconsapevole. Sono proprio questi acquirenti privi del concetto di etica lo zoccolo duro delle aziende del Male.

La CRASTAN caffè affonda le proprie radici nelle tradizioni della città della Spezia e del retroterra ligure, con un patrimonio di antiche miscele gelosamente conservate. Negli anni '40 il Bar Crastan di Via Chiodo, fu ritrovo esclusivo del Duca Amedeo d'Aosta e dell'elite degli ufficiali della Regia Marina, un salotto suntuoso che faceva moda nella società di allora. Oggi CRASTAN caffè, rilevata nel 1981 dalla famiglia Costa, che ha dato nuovo impulso alle strategie commerciali, è una modernissima azienda di torrefazione che sorge su un'area di 12.000 mq con uno stabilimento di 3.000 mq. La CRASTAN è un' azienda di torrefazione e confezionamento le cui linee di prodotti, per gusto e fragranza, costituiscono un "Espresso Italiano" immediatamente riconoscibile per qualità.

http://www.crastancaffe.com/crastan_azienda.htm

04 ottobre 2009

L'Informazione Libera

In Italia non c'è un problema di libertà di stampa, malgrado le pleonastiche e quasi ridicole manifestazioni di certi strati della società civile.
Il problema è che c'è una parte di utenti dell'informazione (cittadini) che si beve tutte le stronzate che gli si propina perché non ha le capacità intellettuali analitiche (oppure - più correttamente - semplicemente difetta nella voglia di capire) per comprendere che c'è un potere più o meno sotterraneo che lo sta prendendo per il culo.
Esempi se ne potrebbero fare a bizzeffe, ma il "caso Milan", più di altri, dovrebbe - in presenza di capacità critiche medie - far capire che il problema non è l'occupazione degli organi di informazione ma il fatto che il popolo italiano è composto in maggioranza di ingenui creduloni a cui, nella maggioranza dei casi, piace bere qualsiasi stronzata. Questi non sono masochisti, sono solo persone che vedono gli eventuali pensieri critici del loro cervello come un fastidio al loro vivere piccolo borghese.

Atalanta-Milan

Il Milan ottiene un buon punto in casa di una gagliarda Atalanta (ancorchè in casa proveniente da una buona serie di risultati utili). L'espulsione del bergamasco Radovanovic era proprio giustissima, avrebbe dovuto essere fucilato al Brumana, ma mancava un muro idoneo e le anti-governative forze dell'ordine hanno preferito soprassedere. Evviva il Milan, alò. Un punto in casa di una diretta concorrente per la retrocessione non è mai da buttar via. Dopo i pali comunisti, anche le traverse (ci sono rami del Paese che remano contro).

03 ottobre 2009

Pagelle di Inter Udinese

Julio Cesar 6,5: incolpevole sul gol, salva su Di Natale al 90° prima che la festa si compia. Cerimoniere.
Zanetti 6: fa il terzinaccio come ai vecchi tempi ma si limita nelle incursioni, aveva di fronte Pepe, non Cristiano Ronaldo. Santo.
Lucio 6: meno male che c'è il Cuchu che gli fa da badante. Indisciplinato.
Santon SV: oggi che non c'era Maicon doveva partire dall'inizio. Incompiuto.
Samuel 5: meno sicuro del solito, sufficiente comunque a portare l'ordine del reparto. Come Sansone dopo il taglio dei capelli.
Chivu 6: canta e porta la croce (anche se fa bestemmiare propiziando il gol udinese), speriamo che la sua spalla tenga visto che siamo già ad ottobre e ancora non gli si è lussata. Elegante e sicuro di sè, una specie di Briatore buono.
Muntari SV: prestazione imbarazzante; pubblico e compagni di squadra lo capiscono perchè esce tra gli applausi. Recuperando.
Suazo 6,5: quando entra lui vuol dire che la partita sta andando malissimo (l'honduregno si configura come il Bertolaso nerazzurro), è l'extrema ratio del Mou; ha il merito di far partire l'azione da tre punti.
Cambiasso 7,5: recupera un'enorme quantità di palloni, solo Noè aveva salvato più esseri viventi.
Stankovic 6,5: la fiammata del Drago, e non solo; gioca una partita di sacrificio e abnegazione. Uno Scudo Fiscale in fase di interdizione.
Sneijder 7: umile e apatico come tutti i profeti, quando sembra assente è perchè sta per sparare una predica al portiere avversario.
Eto'o 5,5: sarebbe utile che convertisse in gol almeno un po' dei palloni che riceve, sprecare queste ricchezze può apparire irrispettoso.
Milito 6: si immola alla Causa. Eroico.
Balotelli 6: la notizia è che ha terminato la partita per cause naturali e non si è fatto neanche ammonire. Rinsavito.

Palazzo Chigi e i sederini aurei

Il 2 ottobre 2009 un utente che si è collegato ad internet dalla rete della Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana ha cercato su Google la stringa culetto d'oro ed è finito su questo blog. Non voglio sapere chi possa aver fatto una ricerca web di questo tipo ma ho un fortissimo sospetto su chi sia stato. La fonte della ricerca è il software di Google denominato Google Analytics (quindi è un fatto - non un pettegolezzo - che un dipendente di detto importante ufficio nazionale abbia utilizzato la sua connessione al web per cercare "culetto d'oro").
Google Analytics funziona semplicemente installando quattro righe di codice all'interno di un sito internet. Diciamo che è border line rispetto al diritto alla privacy vigente in Italia, ma diciamo anche che essendo i server di questo blog situati negli USA lì ci sono leggi differenti.

02 ottobre 2009

Vauro - Annozero 1/10/09

Le assenze e lo Scudo Fiscale

L'opposizione al Governo si fa usando il Parlamento, non andandosene a zonzo per l'Italia. http://www.antefatto.it/documenti/scudo_fiscale.htm

Il nubifragio di Messina

Ma come minchia è possibile che 85 millimetri possano rappresentare un DISASTRO? Ottantacinque millimetri di acqua piovana. http://www.apcom.net/newscronaca/20091002_135501_55ed97a_72071.shtml

01 ottobre 2009

La Daddario ad AnnoZero

Anticipazioni del quotidiano "Il Giornale" in edicola domani:
Santoro ha offerto danaro per una notte con la Daddario, ma lei ha rifiutato ed è scappata con Travaglio.
L'avvocato Ghedini ha rassicurato gli italiani sul fatto che il suo assistito non ha mai pagato per fare sesso con donne comuniste. E comunque al limite è stato "utilizzatore intermedio".
E' arrivata una telefonata di Sandro Ruotolo per avvisare la redazione del programma in merito alla sua decisione di mollare la trasmissione per seguire una pornostar contorsionista rumena.

30 settembre 2009

Zurigo è in provincia di Caporetto

Grazie all'uomo con la fascetta e a Leonardo ispirato alla tattica della ritirata disordinata (come Cadorna a Caporetto) il BB?ilan contiene la sconfitta contro i precisi svizzeri dello Zurigo.

Grazie ad un colpo di tacco (peraltro non varrebbe segnare con questa parte del corpo) di Tihinen (pagato dal quotidiano Repubblica) al 10' del primo tempo lo Zurigo si impone a San Siro. I grossoneri - privi del talentuoso Favalli, inspiegabilmente non inserito nella lista Champions - non riescono a sbloccarsi in zona gol. Nel finale Zambrotta centra un palo catto-comunista.

Pace

Fate l'amore, non fate la guerra.

29 settembre 2009

Chiamate l'ambulanza

IL FATTO QUOTIDIANO | Marco Travaglio Messaggio riepilogativo a reti unificate.L’opposizione non deve opporsi, infatti per fortuna non lo fa. I giornalisti non devono farmi domande, a parte quelle che suggerisco io. I fotografi non devono fotografarmi, tranne i miei. I sindacati non devono sindacare. I magistrati non devono indagare sulle stragi di mafia, cioè su di me, perché quella è roba vecchia. E Mangano era un eroe, infatti non ha fatto il mio nome né quello di Marcello. I giudici non devono interpretare né contestare le leggi e, se la Costituzione glielo consente, è sbagliata la Costituzione. La Corte costituzionale non si deve permettere di giudicare incostituzionali le mie leggi incostituzionali; chi si crede di essere: la Corte Costituzionale? Il Capo dello Stato deve firmare quello che gli mando io e basta, come del resto ha sempre fatto. I tribunali devono condannare tutti gli immigrati a prescindere e assolvere tutti i miei amici a prescindere. Io posso denunciare gli altri, ma gli altri non possono denunciare me. I portavoce della Commissione europea non devono portare la voce della Commissione europea, se no usciamo dall’Europa. I parlamentari non devono votare perché mi fanno perdere tempo: bastano e avanzano i capigruppo. L’Onu non deve fare l’Onu, altrimenti usciamo pure dall’Onu. La Chiesa non deve impicciarsi nei diritti umani degli immigrati e di Dino Boffo, ma solo nelle faccende di sua competenza: scuola privata, Ici, fecondazione assistita, testamento biologico. Il Papa deve dare la comunione ai divorziati, o almeno a uno: io. Gli italiani devono sposarsi in chiesa e avere una sola famiglia, eccetto me e le mie famiglie. Michelle Obama, la moglie abbronzata dell’abbronzato, deve baciarmi e all’occorrenza lasciarsi dare una palpatina. Mia moglie non deve chiedere il divorzio da me, io invece posso chiederlo da lei. Fini non deve avere delle idee e, se gliene vengono, se le tenga per sé. I pubblicitari non devono fare pubblicità ai giornali che non sono miei e alle tv che non sono mie (fra l’altro, pochissime). La Rai deve controllarla il governo, quando al governo ci sono io; quando invece sto all’opposizione, il controllo spetta alla Vigilanza, cioè all’opposizione, cioè sempre a me. Santoro e la Gabanelli non devono raccontare cose vere, se no è giornalismo e si mette in cattiva luce Vespa. I miei giornali invitano gli elettori di centrodestra a non pagare il canone della Rai, così lo stipendio a Minzolini, Mazza, Orfeo, Liofredi, Masi, Vespa e agli altri amici lo pagano gli elettori della sinistra. La crisi finanziaria non esiste, è un’illusione ottica delle gazzette della sinistra: basta non parlarne e sparisce. I contribuenti devono smetterla di lamentarsi per le tasse troppo alte: gli faccio un condono all’anno, possibile che non capiscano? I registi non devono fare film non prodotti da me, altrimenti non sono capolavori, ma culturame. Gli insegnanti non devono insegnare. Le escort non devono farsi pagare, altrimenti addio gioia della conquista. I tenori degli enti lirici devono andare a lavorare nei campi, fannulloni che non sono altro. Il Carnevale di Viareggio non deve fare carri allegorici su di me, casomai su Mao, Stalin, Pol Pot e Di Pietro. Non ho nulla a che vedere con il Giornale di Feltri, ma mi dissocio dal Giornale di Feltri. Kakà e Leonardo mi remano contro. Fini è un nano. Sono alto un metro e settantuno e nessuno deve permettersi di essere più alto di me, il che fra l’altro è impossibile. Sono il miglior presidente del Consiglio dai tempi di Mario e Silla: me l’ha detto l’amico Alcide De Gasperi, che mi è stato presentato l’altro giorno da don Sturzo in conference call con Luigi Einaudi. (Lo portano via) da Il Fatto Quotidiano, n°6 del 29 settembre 2009

Cerchi nel grano

Una volta (Giacobbo&Co.) si pensava che i cerchi nel grano li disegnassero gli extraterrestri, ora invece sorgono come funghi e mandano messaggi intelligenti.
Certo il proprietario del campo si sarà giustamente alterato per la perdita di una parte del raccolto.

Box pubblicitario

Possono convivere questi tre annunci commerciali all'interno dello stesso spazio? Di fatto sì, ma raccontare "i tuoi gesti d'amore per il tuo cane" non è la stessa cosa che regalare "un sorriso a un bambino". Mah.

Monòpoli

Grande scoperta del Ministero dei Trasporti. Probabilmente (non ne sono sicurissimi) il fatto che Alitalia-AirOne gestisca il 98% degli slot tra Fiumicino e Linate non è vantaggioso per chi viaggia tra Milano e Roma. Incredibile considerazione. Forse pensavano che MONOPOLI non fosse dannoso. Oppure che il Monopòli fosse solo un innocuo un gioco in scatola. AEREI «Il monopolio di Alitalia su Roma-Milano penalizza gli utenti e la concorrenza» Relazione del ministero dei Trasporti: la nuova compagnia ha il 98% degli slot tra Fiumicino e Linate

28 settembre 2009

Abigeato e campagni acquisti rossonera

E' da ritenersi regolare la campagna acquisti bilanista? Siamo sicuri? Questa gente qua come l'hanno recuperata? E dove? L'abigeato è un tipo di furto che si configura come il reato di sottrazione di bestiame, caratteristicamente quello oggetto di allevamento. La parola deriva dal tardo latino giuridico abigeatus, astratto di abigeus (= ladro di bestiame), dal latino abigere (= allontanare spingendo), composto di ab- (= via, da) e agere (= portare).

Defeca nel confessionale...

Tengo a precisare che non sono mai stato a Conegliano (non so neanche dov'è), tantomeno in data 12 settembre 2009. ---------------------------------------------------------------------------
Conegliano. Defeca nel confessionale e si pulisce con la stola del prete
CONEGLIANO (18 settembre) - È entrato nella chiesa dedicata alla Madonna di Lourdes, in pieno giorno, e ha dato sfogo ai propri bisogni corporali impellenti nel confessionale, scambiandolo probabilmente per una toilette. L’episodio, talmente increscioso da avere dell’incredibile, è accaduto sabato scorso, 12 settembre, alle 12.25 quando una persona, credendo di non esser vista, è entrata nell’edificio sacro per poi dirigersi verso il confessionale. Approfittando dell’assenza di persone all’interno della chiesa, ha cercato un luogo “appartato” per soddisfare i propri bisogni lontano da occhi indiscreti, pulendosi poi con la stola del prete che era stata appoggiata nelle vicinanze, vicina ad altri paramenti sacri. A qualche ora di distanza dall’accaduto è toccato al parroco fare l’amara scoperta, prima un sospetto nato da un odore strano che si era diffuso nella chiesa e poi la certezza.
http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=73698

Milan-BariCellona

Seedorf ha giocato con la diarrea, e poi qualcuno dice che il Milan non fa cagare. Caduta di stile delle reti Mediaset: trasmesso il film del Titanic durante la partita con il Bari.

A Milano, 2 banditi rapinano una banca. Per passare inosservati dalle telecamere e dalle persone, avevano indossato la maschera di Huntelaar. (Gene Gnocchi)

27 settembre 2009

Lo Stato dovrebbe essere laico, la Polizia di Stato NO?

MASSIMO RISPETTO PER LA POLIZIA, ma se la Polizia (si chiama) di Stato, che senso ha che un probo uomo divenuto santo cristiano e cattolico debba tutelare (come patrono e protettore) questa importante organizzazione dello Stato Italiano? E nulla c'entra - per me - che la maggioranza dei poliziotti sia di religione cattolica. La Polizia è di TUTTI, indipendentemente dalla religione della maggioranza di chi la rappresenta o di chi è la rappresentanza (nel senso che è una promanazione della Società Civile in cui opera). Ogni riferimento a fazioni di parte, sia pur maggioritarie nel Paese, per me non dovrebbe esistere. Ma forse siamo in Italia, uno Stato LAICO solo sulla carta?

-----------------------------------------------

San Michele: un angelo contro il male

Sono 60 anni che Papa Pio XII ha proclamato San Michele Arcangelo patrono e protettore della Polizia di Stato per sostenere la lotta che il poliziotto combatte tutti i giorni con impegno professionale al servizio del prossimo. Per l'ordine, l'incolumità delle persone e la difesa delle cose.

San Michele Arcangelo viene celebrato dalla chiesa insieme ai due arcangeli Gabriele e Raffaele il 29 settembre. Il suo nome in ebraico Mi - ka - El significa: "Chi come Dio? Nell'iconografia, orientale e occidentale, San Michele Arcangelo viene rappresentato come un combattente, con la spada o la lancia nella mano e sotto i suoi piedi il dragone, simbolo di satana, sconfitto in battaglia.

Segni evidenti della presenza del male, contro cui l'Arcangelo combatte, si notano anche oggi in tutta la società: dal traffico di droga alla prostituzione, dalla violenza sui minori al traffico di esseri umani e tante altre azioni malvagie che un operatore di polizia si trova ad affrontare quotidianamente nello svolgimento del proprio lavoro.

San Michele per i cristiani è considerato il più potente difensore del popolo di Dio, del bene contro il male. E a lui sono state dedicate diverse chiese, cappelle e oratori in tutta l'Europa dove spesso è raffigurato in cima a campanili e monumenti come guardiano contro le forze del male.

27-09-2009

BB?ilan Junior Camp

Anche l'Associazione Calcio BB?ilan organizza nel mondo delle scuole calcio: a differenza degli Inter Campus nerazzurri, la società Milan chiede dei soldi.
Gli INTER CAMPUS aiutano gratis i bambini dei paesi poveri, i MILAN JUNIOR CAMP aiutano a pagamento i bambini ricchi.

Prezzo Milan Junior Camp:

710 Euro (€725 nelle località dove è previsto in dotazione il k-way nel kit Adidas)

Due settimane: 1260 Euro (€1270 nelle località dove è previsto in dotazione il k-way nel kit Adidas)

http://www.milanjuniorcamp.com/italiano/Tipologia-/index.htm http://www.milanjuniorcamp.com/italiano/Tipologia-/MJC/index.htm

Spaghetti alle cozze

Ingredienti

1kg di cozze fresche

500gr di spaghetti

200gr di passata di pomodoro

5 spicchi d’aglio

4 foglie di basilico

prezzemolo fresco q.b.

olio d’oliva

sale

Preparazione

Pulire perfettamente le cozze e porle in una padella abbastanza capiente

con un filo d’olio d’oliva e cucinare a fuoco vivo.

Coprire la padella e attendere che le cozze si aprano.

Man mano che le valve si schiudono eliminare quelle vuote, staccare i molluschi dai gusci, metterli da parte e filtrare il liquido raccolto nella padella attraverso un colino a trame fitta.

Mettere da parte alcuni gusci per la decorazione

Mettere al fuoco qualche cucchiaio di olio di oliva con gli spicchi d’aglio tritati, la passata di pomodoro, le foglie di basilico, un pizzico di sale e il liquido delle cozze fatto ridurre a metà; cuocere per una decina di minuti.

Aggiungere le cozze e far ridurre un po’ la salsa.

Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolarli ancora al dente e condirli con il sugo alle cozze, facendoli saltare per un minuto a fuoco vivo.

Decorare con i gusci messi da parte e cospargere con una spruzzatina di prezzemolo tritato e un filo d’olio d’oliva.

Se gradito, aggiungere anche un pizzico di peperoncino.

Consiglio dello Chef Se la stagione lo permette, sostituite la passata di pomodoro con 500g di pomodorini di campo ben maturi, che pelerete sbollentandoli per un minuto in acqua salata.

FONTE

26 settembre 2009

Inter Campus

In Italia esiste ancora la libertà di stampa, malgrado qualcuno non ne sia convinto. Quello che manca infatti è "SOLO" un regolare accesso alle informazioni. Per esempio, nessuno (o pochissimi) hanno parlato del viaggio in Italia di alcuni fanciulli del "Sud del Mondo". Perché ciò che c'è di positivo appartenente ai colori nerazzurri interisti non DEVE essere mostrato. Al gestore della televisione italiana (coincidente con il primo ministro) non piace che si dica cosa fa di buono l'Inter. Ciò oscurerebbe il suo MILAN. Anche le poche fonti di informazione non in mano a Berlusconi si adeguano.
Prima di Inter-Napoli di mercoledì scorso 300 bambini provenienti da una ventina di stati dove la società FC Internazionale ha fondato delle scuole calcio sono stati invitati a San Siro. Hanno fatto il giro del campo di gara di uno stadio gremito di 60,000 spettatori e hanno stretto la mano ai 22 giocatori che avrebbero di lì a poco disputati la partita di campionato. Ma cos'è INTER CAMPUS:
Inter Campus realizza dal 1997 un programma flessibile di intervento sociale e cooperazione a lungo termine in 19 nazioni nel mondo con il supporto di 200 operatori locali e utilizza l'attività di calcio come strumento educativo per restituire a 10.000 bambini bisognosi tra gli 8 e i 14 anni il diritto al gioco.
Inter Campus ha il privilegio di accompagnare bambini che vivono quotidianamente e non colpevolmente, in situazioni di disagio, nel momento della giornata più prezioso per loro: quello dedicato al gioco
IL SILENZIO DELL'INFORMAZIONE:
IL SITO DI INTER CAMPUS:
(in vendita anche il DVD girato dal Premio Oscar Gabriele Salvatores)
DESCRIZIONE DVD:
Ashgare ha dodici anni, vive nei sobborghi di Teheran ed è figlio di profughi curdi. Anche Fouda ha dodici anni e vive con la madre e la sorella in una baracca di lamiere in Camerun. Faris è nato a Sarajevo, non ha visto la guerra ma i palazzi semi-distrutti e i cimiteri gli ricordano ciò che è accaduto. Li Xue Ye è una bimba di undici anni, vive in un piccolo villaggio della Cina rurale. Ogni giorno va a prendere l'acqua al pozzo per tutta la famiglia. Ogni mattina, a Rio de Janeiro, Bruno attraversa la favela in cui vive per andare a scuola. Questi bambini condividono un sogno: giocare a calcio e diventare da grandi calciatori.
DOVE SI PUÒ ACQUISTARE IL DVD:

Dalla Palestra di Luttazzi

25 settembre 2009

In Calabria ha piovuto talmente tanto che la 'ndrangheta ha affondato le navi coi rifiuti tossici nel centro di Catanzaro. (giovanni cavallo)

“Baarìa” sotto accusa per maltrattamenti agli animali. La LAV: "Nessun animale venga più costretto a guardare il film." (eddie settembrini)

Il Papa condanna il divorzio e le famiglie allargate. Rovinano talmente tanto i bambini che sono quasi inutilizzabili. (eddie settembrini)

Annozero ha fatto talmente tanti ascolti che, per batterlo, Don Matteo ha dovuto abusare di un chierichetto. (Manuel Pica)

Fonte http://www.danieleluttazzi.it/node/509

25 settembre 2009

Che cosa sta pensando Barack Obama?

Musica propiziatoria

Dopo aver usato l'inno della Champions League per propiziare la vittoria in campionato contro il Bologna, lo staff del BB?ilan ha già pronto un altro brano per il prossimo incontro casalingo contro il Bari: la colonna sonora del Titanic. (fonte Iorg - Vangelo secondo Matthaues)

24 settembre 2009

Ironia alla enne

  1. Gli interrogatori sotto tortura non sono attendibili. Ieri un detenuto di Guantanamo aveva confessato l'omicidio Lincoln.
  2. Berlusconi osserva il lutto. Per una settimana solo escort nere.
  3. Berlusconi: "Nessun giro di prostitute". Entravano in fila indiana.

Nove a zero

Tra i due manageriali di calcio on line che faccio (Hattrick e Ofootball, a cui la diapositiva si riferisce), questa è la sconfitta peggiore del glorioso borgorosso. Partita equilibrata peraltro: l'avversario mi ha tirato in porta solo una trentina di volte.

23 settembre 2009

Calcio Malaaaato

E' un calcio malato: le nostre partite finiscono dopo sei minuti (dopo un secondo tempo che ha facilitato il sonno riparatore, solo le magie di Amantino Mancini nei minuti di recupero hanno ridestato l'attenzione), non si riesce più neanche a trovare argomenti per prendere per il culo i cugini bb?ilanisti (a Udine non ce l'avevano l'mp3 della Ciampions Lig?), l'Armata della Prostituzione Intellettuale sta armandosi di nuove cazzate (Mondonico su un canale Merdaset ha appena commentato che "Schneider è un corpo estraneo dell'Inter").
Nelle foto: i giocatori dell'Inter che stringono la mano ai trecento ragazzini di Inter Campus prima della gara e la delegazione dell'Inter Campus di Gaza dove i bambini palestinesi e israeliani sperimentano la pace grazie ai colori nerazzurri. Manco all'ONU o alle Olimpiadi le bandiere dei due stati sfilano assieme...

Gasparri fotoscioppato

Prosegue da qua.

22 settembre 2009

La propaganda e i terremotati dell'Abruzzo.

Guardatevi questo servizio de La7 sull'attuale situazione dei terremotati, malgrado i proclami del Presidente del Consiglio e del fedele scudiero Bertolaso. Dura 28 minuti ma è una mezz'oretta ben spesa. Purtroppo.
http://miskappa.blogspot.com/2009/09/la7.html

21 settembre 2009

Razzismo selettivo

Egregio Stupendo Presidente Massimo Moratti,
mi meraviglio di Lei per come non abbia ancora compreso come gli insulti razzisti verso i nostri giocatori coloured siano, agli occhi dell'opinione pubblica e degli organi di informazione, meno gravi di quelli verso i coloured non interisti. Lei ha solo ragione. Ma la realtà è diversa, l'avevo già segnalato. Sopporti in silenzio e speri che gli altri si vergognino prima o poi dell'omissione. Pensando che loro sono intellectualmente manipulati.
Suo fcoraz
----------------------------------------------------

Il vicequestore Gargiulo: «È stato un episodio marginale»

Moratti: «Gli insulti contro Balotelli? La partita doveva essere sospesa»

Il presidente nerazzurro condanna il comportamento dei tifosi cagliaritani: «In certi casi è bene dare un segnale»

http://www.corriere.it/sport/09_settembre_21/moratti_insulti_balotelli_sospendere_gara_f7046cee-a6db-11de-8d5f-00144f02aabc.shtml

Il presenzialista Maurizio Gasparri

Una serie di fotomontaggi (?) in cui è protagonista il simpatico Maurizio Gasparri. Il filmato alla fine del post indica che non si è trattato di casi isolati quelli in cui egli ha cercato di intrufolarsi. Si noti Caterina Guzzanti (la sorella brava di Corrado G.) nelle vesti di Federica Panicucci. Anche Neri Marcorè non assomiglia per niente al popolare Maurizio.

Tessera del parlamentare

I tifosi del Bari ieri hanno esposto questo striscione: "RISSE, STRISCIONI, ESCORT E COCAINA TESSERA DEL PARLAMENTARE QUANTO PRIMA" E' un messaggio corretto, soprattutto quando si obbligheranno a tifosi a certificare la propria fede sportiva e la presenza di una fedina penale linda (non macchiata neanche da semplici denunce per fatti da stadio) per poter accedere agli impianti sportivi. Senza parlare del fatto che la "Tessera del tifoso" è una carta di debito ricaricabile ("revolver"), un favore alla Mastercard?. Da che pulpito il Parlamento e il Governo si permettono di moralizzare il mondo dei tifosi? Non so se ci sia una percentuale maggiore di pregiudicati-indagati alla Camera e il Senato o in una curva a scelta delle squadre di Serie A.

Turbine per il vostro jet a base di carne

Certe pubblicità non richieste (altrimenti dette volgarmente "SPAM") inviate sulla mia casella di posta elettronica aziendale aiutano il buon umore del primo giorno della settimana. Devo dire che stimo molto Tony Cacioppo che si è premurato di contattarmi.

20 settembre 2009

Gaggiano

Gaggiano è un bel posto. Non come Assago, s'intende. Le prime due foto hanno una particolarità che c'entra con il Naviglio Grande. Nella terza immagine, un anonimo cittadino ha reso omaggio alle vittime italiane dell'attentato di Kabul di pochi giorni fa apponendo un foglio con i nomi di battesimo dei militari defunti (presso il Monumento ai Caduti delle due guerre mondiali).

Grande Busacca

Quest'uomo è ufficialmente un mio IDOLO.
Calcio: Busacca perde il controllo 19.9.2009 21:37 L'arbitro della FIFA Massimo Busacca ha reagito alle provocazioni verbali dei tifosi dello Young Boys mostrando loro il dito medio. Il ticinese stava arbitrando l'incontro dei 1/32 di Coppa Svizzera Baden-YB. Non si conoscono ancora le conseguenze del gesto.

19 settembre 2009

Rispetto per gli anziani

Vabbè che sono cittadini "anziani", ma portiamogli rispetto.
Quali sarebbero i siti (plurale, vuol dire che ce n'è più di uno) di maggiore interesse ad Assago? L'area di servizio sulla Tangenziale Ovest? La Casa dell'Acqua? Le fontane? Il campo di baseball del Parco Agricolo? I pannelli solari sopra gli uffici comunali? Le due chiese? Il Carrefour? L'ecomostro di Milanofiori Nord? Gli uffici e le fabbrichette numerose sul territorio comunale? Prenderei un giorno di ferie per vedere dove li portano.

Lunedì 28 settembre ore 19.00

Gemellaggio - scambio culturale tra gli anziani di Assago e gli anziani di Nozay.

Alle ore 19.00 le Autorità locali daranno il benvenuto alla delegazione francese presso il Circolo Anziani di Assago.

Martedì 29 settembre alle ore 9.00 è organizzata una visita ai siti di maggiore interesse storico, a cui seguirà il saluto di commiato da parte delle autorità locali.


http://www.comune.assago.mi.it/acm-on-line/Home/articolo9009172.html

18 settembre 2009

La verità di Patrizia D'Addario

"Un'esclusiva che certo sulle TV italiane non potrete vedere"
Prima serata, primo canale televisivo della Svizzera Italiana. Opera di quei "farabutti catto-comunisti ticinesi".

Via le truppe dall'Afghanistan

Il Premier Berlusconi ed il Ministro La Russa si risparmino l'ennesima finzione retorica del "dolore". La morte dei militari italiani in Afghanistan - e la tragedia autentica delle loro famiglie - ricade interamente sulle responsabilità politiche e morali del Governo; e più in generale sulle responsabilità di tutte le forze politiche di centro destra e centro sinistra che per quasi dieci anni hanno sostenuto e finanziato una guerra coloniale di occupazione: una guerra a difesa di un regime corrotto, basato sulle frodi, sorretto da criminali di guerra (Dostun) promotore persino del diritto allo stupro contro le donne. Il Partito Comunista dei Lavoratori, unico partito della sinistra italiana ad essersi sempre battuto coerentemente contro tutte la missioni di guerra, rivendica più che mai il ritiro immediato e incondizionato delle truppe italiane dall'Afghanistan. Noi non partecipiamo all'ipocrisia dell'unità nazionale tricolore attorno ad un governo di guerra e alla sua missione. Chiediamo invece a tutte le sinistre italiane di promuovere immediatamente una mobilitazione nazionale contro tutte le missioni di guerra, con manifestazione a Roma sotto i palazzi del governo.

17 settembre 2009

Cerca nick liberi sui social network

L'inutility per inutili social-network http://knowem.com/

Romina Power e il virus A/H1N1

Lettera di Romina Power ai ministri: "Dico no ai vaccini e vi spiego perché". Il testo originale è qua: http://www.scienzaverde.it/index.php?option=com_content&view=article&id=287:dico-no-ai-vaccini-e-spiego-perche&catid=55:edizione-n-5-settembre-2009 Alla cortese attenzione del Ministro della Salute, On. Maurizio Sacconi e del Vice Ministro della Salute, On. Ferruccio Fazio. Egregio Signor Ministro, Egregio Signor Vice Ministro. Vi scrivo in merito alla supposta "pandemia" A/H1N1, meglio nota come "febbre suina". Secondo quanto avete dichiarato ai media, sono previste per l'Italia due tranches di vaccinazioni; la prima in autunno 2009 e una successiva all'inizio del 2010. Come cittadina italiana e contribuente, mi permetto dunque di sottoporVi alcuni seri dubbi riguardo all'opportunità della campagna di vaccinazione. 1. Secondo quanto apprendo dalle Vs dichiarazioni, i sintomi dell'influenza A/H1N1 non sarebbero altro che quelli della normale influenza stagionale, in forma più lieve per giunta. E mentre l'influenza stagionale provoca fino a 5000 decessi ogni anno solo in Italia, in questi mesi la A/H1N1 ha provocato "soltanto" poco più di 700 decessi in tutto il mondo. 2. E' perfino superfluo rammentarVi quanto possa essere nocivo un vaccino al sistema immunitario, specialmente nei bambini e negli anziani e, di conseguenza, quanto sia inopportuno scegliere la strada del vaccino per malattie di poco conto e scarsamente nocive come questa influenza suina. 3. Gravissime accuse contro l'OMS, le case farmaceutiche Baxter, Sanafi-Aventis e Novartis e una serie di personaggi di rilievo della finanza e della politica internazionale, sono state mosse dalla nota giornalista austriaca Jane Burgermeister (leggi La Scienza Verde di agosto). Secondo la denuncia, sia il vaccino che la stessa epidemia A/H1N1 sarebbero armi biologiche deliberatamente utilizzate per la riduzione della popolazione mondiale. 4. L'ingiunzione dell'affermata giornalista contiene una dettagliata documentazione atta a dimostrare la reale entità dell'epidemia di influenza suina e del relativo vaccino, nonché le gravissime responsabilità degli enti e delle persone chiamate in causa. Sulla base dell'ingiunzione presentata dalla Burgermeister, sono attualmente in preparazione un'ulteriore ingiunzione ed una mozione ad opera di un team di esperti legali americani. Per quanto le gravissime accuse mosse contro l'OMS e Big Pharma siano ancora da dimostrare in tribunale, sarebbe quanto meno opportuno che il Ministero della Salute tenesse conto di queste, prima di "buttarsi a pesce" nell'avventura di una vaccinazione di massa. 5. La stessa OMS non ha escluso rischi, affermando che "nella produzione di alcuni vaccini per la pandemia sono coinvolte nuove tecnologie che non sono state ancora valutate estensivamente per la loro sicurezza in certi gruppi della popolazione". 6. Una serie di eventi e circostanze getta pesanti ombre su questa vaccinazione, nonché sul ruolo di Big Pharma nella politica sanitaria dell'OMS. 7. Il Vice Ministro Fazio ha dichiarato che il costo per l'acquisto dei vaccini ammonterebbe a "poche centinaia di milioni di euro". Una cifra, secondo il Vice Ministro che non creerebbe problemi, neanche in "periodi di magra" come questi. Con tutto il rispetto, considero questa dichiarazione un vero e proprio insulto ai cittadini che faticano ad arrivare a fine mese! Per questa serie di ragioni, mi appello al Vostro buon senso, nonché alla Vostra professionalità, nel chiederVi di riconsiderare la Vostra posizione sulla campagna di vaccinazione per l'A/H1N1 indicata dall'OMS, sulla base di quanto riportato sopra. Al di là delle direttive dell'OMS, la responsabilità politica in materia di sanità in Italia spetta al Ministero e per questo mi rivolgo a Voi. Vi anticipo che, nell'eventualità di una vaccinazione di massa, non mi sottoporrò ad essa. Se anche tale vaccinazione fosse fortemente vincolante o addirittura (Dio non voglia!) coatta, la rifiuterei comunque, sulla base dei punti elencati sopra, nonché delle ingiunzioni presentate. Sono in procinto di contattare la signora Burgermeister ed alcune delle più note associazioni italiane in difesa della libertà di scelta in materia di vaccinazioni sperando di ricevere aiuto e consiglio. Includo in copia conoscenza CC alcuni dei migliori siti internet italiani di informazione, al fine di lasciare una traccia di quanto Vi ho scritto. Se i gestori di tali siti internet e blog vorranno pubblicare questo mio appello a Voi, hanno il mio pieno consenso a farlo. Auspico anzi che da tale lettera possa eventualmente nascere una petizione da sottoporre alla cortese attenzione del Ministero della Salute, al fine di sensibilizzarlo ulteriormente al problema, poiché al di là della preoccupazione di alcuni cittadini per questa influenza suina - preoccupazione esclusivamente generata dal vergognoso ed ingiustificato allarmismo dei media tradizionali (un vero e proprio "terrorismo mediatico")- tanti italiani sono contrari al vaccino, lo reputano inutile e nocivo e vi intravedono i forti interessi lobbistici di Big Pharma, se non il tentativo di introdurre politiche di "militarizzazione" della sanità e di recare danno alla salute della popolazione. Nella speranza che gli argomenti esposti possano essere da Voi presi in considerazione, Vi porgo distinti saluti. Romina Power