05 ago 2009

Corazza: un cognome di qualità

Una Casa del Popolo e due sezioni del Partito Comunista Italiano.
fonte: http://www.manifestipolitici.it/

Don Giorgio

Non tutti i preti sono uguali: don Giorgio, per esempio, http://www.dongiorgio.it/primapagina.php.
Perché è uno dei rarissimi esempi di coerenza all'interno della Chiesa e nelle sue prediche si scaglia con fervore contro il berlusconismo e il leghismo illustrando ai fedeli perché si tratta, in modo inequivocabile, di movimenti politici incompatibili con il cristianesimo. Si scaglia contro la privatizzazione delle acque, si scaglia contro le guerre d'invasione, si scaglia contro il razzismo e la persecuzione degli immigrati. Ma non è mica un marxista o un "cattocomunista": è un prete cattolico 100%, semplicemente appartiene alla sempre più rara specie del cristianesimo sociale, quello per cui bisogna stare lontani dai palazzi del potere e del denaro e vicini ai derelitti della società. L'unico cristianesimo autentico per chi veramente veda in Cristo, al di là degli annunci ultraterreni, un grande esempio etico e filosofico. Tanto è diventato famoso questo parroco che alcuni giorni fa, e ve lo racconto io perché tanto ai tg non lo sentirete mai, mai e poi mai, il medico personale di Berlusconi dott.Zangrillo si è recato nella sua chiesa e, durante la comunione, fingendo di volersi accostare al sacramento, ha avvicinato Don Giorgio e gli ha urlato in faccia che è un TERRORISTA. Sgomento, Don Giorgio ha raccontato ai fedeli l'accaduto (anche perché se ne sono accorti in molti e c'era poco da nascondere) e ora ci racconta anche, sul suo sito, dei tentativi da parte della schifezza umana che tiene in vita il mostro di Arcore di ottenere punizioni esemplari da parte dei superiori ecclesiastici nei confronti di Don Giorgio. Vi consiglio di fare un giro sul suo sito, davvero interessante. Fossero così non dico tutti, ma almeno la metà dei preti, avrei molto più rispetto per la Chiesa.

Lancio della scarpa su G. Bush

Una GIF rielabora in stile World Of Warcraft un episodio di cronaca di pochi anni fa: (http://www.passionguild.com/album_mod/upload/...f.gif)

04 ago 2009

Noi si vale più di 4000 euro (mica cazzi)

Tra i siti di pseudomarketing, questo è uno dei migliori.
Attraverso numeri inventati appare facile produrre altri numeri inventati.

Blasfemia?

Questa è arte; come si dice, impara l'arte e mettila da parte.
-

Furbetti elvetici del quartierino?

Il mito della correttezza rosso-crociata incrinato? E pure quello dei treni svizzeri? Ho scoperto che acquistando un biglietto ferroviario tra Zurigo e Milano sul sito di Trenitalia e delle Ferrovie Federali Svizzere (SBB) c'è un prezzo diverso (a parità di tipologia di biglietto acquistato). Sul sito di Trenitalia la tratta costa € 58, mentre su quello delle SBB costa CHF 96, ovvero, applicando il tasso di cambio attuale, € 62,81. LA DIFFERENZA E' QUINDI DELL'8%: in presenza della stessa tariffa, della stessa classe, dello stesso giorno e dello stesso orario (e del medesimo treno, ovviamente). Non è spiegabile con l'applicazione di una costo aggiuntivo sulla transazione che converte il diverso valore delle due valute e neanche con il fatto che i due biglietti siano diversi. La spiegazione è quindi il fatto che gli svizzeri facciano pagare una commissione più alta per erogare il MEDESIMO SERVIZIO. Inoltre il treno CIS, in servizio tra Zurich e Milano e oggetto dell'acquisto di titolo di viaggio, è proprietà della società Cisalpino, le cui quote azionarie sono equamente divise al 50% tra Trenitalia e SBB. Le affermazioni di cui sopra sono comprovate dalle schermate del sito sbb.ch, trenitalia.com e yahoo.com (sul quale ho verificato il rapporto di cambio tra euro e franco svizzero).

03 ago 2009

SuperCoppa 2009: praticamente in casa del Fascio

Anche se non ci sono i tornelli, ancorchè fortemente voluti dalla dott.sa Melandri. Ma il PD è forse considerato troppo innovativo e libertario.

The eagle flies on Beijing

鹰翔北京

Informazioni utili e regole da seguire in occasione del match e Vs visita a Pechino.
1) Per entrare allo stadio: Solo possessori di regolare biglietto muniti di un documento valido. Ogni spettatore sara’ sottosposto a speciale controllo con metal detector insieme a borse , zaini e contenitori di qualsiasi genere.
2) Sono assolutamente proibiti tutti gli oggetti che possono arrecare danno a cose o persone quali armi, munizioni, bottiglie, coltelli di ogni genere, ombrelli o bastoni.
3) Sono vietati striscioni, bandiere , stendardi riportanti simboli politici o religiosi di qualsiasi genere.
Pechino consigli utili
1) Le autorita’ Cinesi invitano tutti i visitatori ad avere sempre un documento valido di riconoscimento , di avere a disposizione una copia di tutti i documenti in caso di smarrimento, furto per facilitare operazioni di denuncia.
2) Di mantenere un comportamento corretto ed evitare uso e abuso di alcol , droghe di ogni tipo, e atteggiamenti che possano risultare offensivi o pericolosi per la cittadinanza e contro le leggi dello Stato.
3) Di denunciare immediatamente alle autorita’ competenti qualsiasi comportamento da parte di commercianti, ristoratori o persone con intenzioni ritenuto fraudolento.
4) In caso di pericolo nello stadio o ovunque Vi troviate raccomandiamo sempre la massima calma e di rvolgervi alle autorita’ responsabili di proteggere la Vs incolumita’.
5) Vi ricordiamo cha alcune zone dello Stato Cinese sono vietate agli stranieri e di viaggiare solo con tour operator ufficiali.

Criminalità ed effetto annuncio

Dice bene il TGCOM. Per far percepire al cittadino teledipendente la diminuzione della criminalità, basta che i molteplici organi d'informazione del Regime propinino la Verità seconda la quale 4250 militari continueranno a tutelare la sicurezza nazionale.
Facendo esattamente quello che gli espertoni della finanza chiamano "EFFETTO ANNUNCIO". Non conta se l'informazione è vera o falsa, conta l'effetto amplificato indotto dalla medesima sul pubblico. Poi se la criminalità è più o meno forte dopo l'introduzione di un militare ogni due comuni italiani, l'importante è veicolare la notizia che si sta combattendo la delinquenza.

Effetto annuncio

Indica l'effetto prodotto sui mercati finanziari o su singoli titoli di una società dalla comunicazione di notizie riguardanti la situazione economica di un Paese le strategie e gli obiettivi della politica economica o le previsioni riguardanti l'andamento della società stessa.

E' Tuborg, ma non è birra...

In tutto il mondo (credo) una lattina verde con scritto "TUBORG" è sinonimo di birra.
Dappertutto ma non in Grecia, dove all'associazione di questo nome e di questo prodotto corrisponde una SODA (ovvero acqua minerale naturale addizionata con anidride carbonica, acqua gassata insomma).
Colpa dell'ellenicissima birra Mithos, i cui colori "sociali" sono verdi anch'essi?

Elisabetta Canalis

Elisabetta Canalis, Marco Mazzoli, Fabio Alisei e Paolo Noise. Non la solita intervista patinata e compassata alla Fabio Fazio, ma domande inusuali controcorrente rispetto al paludato mondo dello spettacolo.

02 ago 2009

Turismo biciclista nel Parco Agricolo Sud Milano

Quello qui proposto è uno degli itinerari più belli per visitare questa area a Sud e si snoda attraverso otto comuni. Poco stancante, in strade poco/nulla trafficate da automobili (in generale, non perchè adesso sia agosto), con pochi chilometri in sterrato (ma non serve la mountain bike). I dettagli sono nella mappa alla fine del post.
Assago - Buccinasco Castello - Gudo Gambaredo - San Pietro Cusico - Barate - Noviglio - Mairano - San Giacomo - San Pietro Cusico - Gudo Gambaredo - Buccinasco Castello - Assago (40 km circa)
I punti di interesse sono costituiti soprattutto dalla pace della campagna, in cui solo in lontananza si intravedono i palazzoni della Città, animata da uccelli, leprotti e - ahimè - anche nutrie.
Si parte da Assago per raggiungere la zona adiacente al cimitero di Buccinasco dalla quale un sottopasso ciclopedonale (da notare la marcita con tre fontanili) consente di superare le otto corsie della Tangenziale Ovest. Si arriva a Buccinasco Castello, lo si supera per dirigersi verso Gudo Gambaredo lasciando alla propria destra il laghetto di Santa Maria.
A Gudo, all'altezza della Trattoria Santoro (non credete ai messaggi che dicono che lì si cucinano rane e pesciolini fritti, li troverete solo prenotando prima, e comunque non vale la pena spendere un pranzo in questo posto) si gira a destra; dopo circa 700 metri si supera una sbarra tendenzialmente chiusa (ma aggirabile scendendo dal mezzo) e ci si dirige verso San Pietro Cusico (nel cortile dell'oratorio della chiesa c'è una prima fontanella per abbeverarsi).
Si esce dal paese seguendo le indicazioni di colore marrone per il Naviglio Grande immettendosi nella pista ciclabile denominata "Camminando sull'acqua". Dopo un paio di chilometri seguire per Tainate. Alla seconda indicazione per questa frazione, non girare per Tainate bensì nel senso opposto.
Giunti a Barate di Gaggiano (due ristoranti ma nessuno meritevole di menzione), girare a sinistra in direzione Binasco, Noviglio, Santa Corinna. Passati Noviglio e Mairano, prendere la stradina sterrata parallela alla statale sempre in direzione Binasco. Dopo un chilometro circa girare a sinistra in direzione Cascina Fenegro raggiunta dopo tre chilometri di strada sterrata.
Qui si possono comprare i genuini prodotti dell'azienda agricola, senza sovraccaricare troppo la bici ovviamente.
Dopo qualche chilometro in direzione Zibido San Giacomo c'è un'altra azienda agricola: la Zipo della Cascina Grande. E' un derby gastronomico scegliere dove comprare questi prodotti "a chilometri zero" perchè prodotti nello stesso posto dove vengono venduti...
Dato che ormai tendenzialmente uno ha fame, da San Giacomo si prende la ciclabile direzione San Pietro dove si può scegliere tra due trattorie di indubbio valore.
Per i più fighetti l'Osterietta, per quelli un po' più sgrausi l'Isola Felice (sono tutte e due in paese vicino all'edicola): ieri all'Isola Felice mi sono preso un ottimo fritto di paranza, la mia compagna invece si è "accontentata" di una burrata con zucchine pastellate come contorno. Con acqua, mezzo vino, pane, coperto e due caffè € 30 di conto, un ottimo rapporto qualità prezzo, direi.
Da San Pietro si riprende a ritroso la via dell'andata. D'obbligo è la sosta alla Casa dell'Acqua di Assago per riequilibrare i sali minerali persi nella pedalata...
MAPPA:
Visualizza Giro bici 01-08-09 in una mappa di dimensioni maggiori

Bologna 2 agosto 1980

Il 2 agosto 1980, alle ore 10,25, una bomba esplose nella sala d'aspetto di seconda classe della stazione di Bologna. Lo scoppio fu violentissimo, provocò il crollo soccorsidelle strutture sovrastanti le sale d'aspetto di prima e seconda classe dove si trovavano gli uffici dell'azienda di ristorazione Cigar e di circa 30 metri di pensilina. L'esplosione investì anche il treno Ancona-Chiasso in sosta al primo binario. Il soffio arroventato prodotto da una miscela di tritolo e T4 tranciò i destini di persone provenienti da 50 città diverse italiane e straniere. Il bilancio finale fu di 85 morti e 200 feriti. (testimonianze di Biacchesi e da "Il giorno") La violenza colpì alla cieca cancellando a casaccio vite, sogni, speranze.