13 lug 2008

Repubblica Popolare di Assago

La Repubblica Popolare di Assago si estende nel ridente Sud Ovest milanese, confina a Ovest con il retrogrado Ducato di Buccinasco, a Nord con l'Impero Borghes-Morattesco, a est con la MI-GE e a sud con la tangenziale ovest. Gli assaghesi, popolazione antica e dalle forti tradizioni celtico-longobardo-mondinesche, si dedica alla produzione seriale di zarri da sbarco e combattimento. Fonda la sua forza simbolica sulla presenza di numerosissime rotonde in vario stile arrivando a vantare una densità di rotatorie pro-capite unica al mondo, che attira turisti e visitatori anche dall'estero, persino da Lodi a volte. Ricordiamo fra i numerosi luoghi di interesse naturalistico i Laghi di Assago, dove vengono allevate le zanzare più grosse della Lombardia, già usate per azioni di disturbo dall'aviazione inglese durante la seconda guerra mondiale. La Marina Militare Assaghese, di stanza sul Naviglio Pavese dietro il Carrefour, è pronta alla battaglia contro vicini di sempre, le temibili orde Rozzangelesi contro cui, da tempi immemorabili, ingaggia furiose battaglie navali per il controllo della Conca Fallata e dei suoi affluenti.

11 lug 2008

Ce la posso fare

Anche con il 2,6% di possibilità...
Edit: ho perso 4 a 3, con onore.

Il Ministero di Mara (o il mistero?)

Provola

Non si vede una fava?

Rialzalo Mara

Carfagna governatrice? Bocchino: inesperta

Carfagna governatrice? Bocchino: inesperta
Pdl all'attacco di De Luca e Bassolino: «è una finta pace». Ma non mancano gli attriti interni tra Italo Bocchino e Mara Carfagna
Mara Carfagna
Mara Carfagna
SALERNO — Pdl all'attacco di De Luca e Bassolino ma non mancano gli attriti interni tra Italo Bocchino e Mara Carfagna. Una giornata al fronte per gli esponenti locali del partito di Berlusconi, iniziata presso il Lloyd's Baia Hotel di Salerno dove l'imprenditore salernitano Gerardo Soglia, candidato alla Camera, ha presieduto un incontro con la stampa a cui hanno preso parte l'altro candidato del Pdl al Senato Enzo Fasano, il sindaco di Montecorvino Pugliano Mimmo Di Giorgio e il deputato Italo Bocchino. A scandire i tempi della polemica a distanza con il centro sinistra è stato proprio l'imprenditore napoletano che non ha risparmiato affondi a nessuno. «Il popolo italiano ci ha chiesto di diventare un partito unico e noi, subito dopo il voto, avvieremo i comitati costituenti per la nascita del partito del popolo delle libertà. Ciò avrà un valore duplice in Campania, visto che sarà la prima regione italiana dove si vota dopo il 14 aprile. Noi ci presenteremo con lista unica e nove candidati a Salerno. Devo dire che dall'altra parte, ossia nel centrosinistra, ormai sono alla disperazione. L'abbraccio tra De Luca e Bassolino è sintomatico di come stiano annaspando. Evidentemente D'Alema ha chiesto un gesto di apertura a De Luca ma questa manovra danneggia esclusivamente l'immagine del sindaco salernitano».
Per Bocchino è dunque improbabile una candidatura di De Luca a governatore: «Il candidato del centro sinistra in Campania è Nicolais, Vincenzo De Luca non ha gli attributi politici per scendere in campo da solo come ha fatto per le comunali del 2006». Infine Bocchino non ha lesinato una formale bocciatura di Mara Carfagna alla presidenza della regione Campania: «Sono contrario alla sua candidatura, a Palazzo Santa Lucia occorre un colonnello con il pelo sullo stomaco, magari anche i reparti speciali dei carabinieri, ma non lei che ha solo due anni di esperienza politica. Chi fa il suo nome lo fa unicamente per bruciarla». Non si è fatta attendere la replica di Mara Carfagna, intervenuta presso il Jolly Hotel, all'incontro organizzato da Azzurro Donna, a cui hanno preso parte la candidata del Pdl alla Camera Anna Ferrazzano e l'ex governatrice italiana in Iraq Barbara Contini. «La finta pace tra Bassolino e De Luca, a cui ho assistito — ha sottolineato Mara Carfagna — mi indigna fortemente. Vederli abbracciati unicamente per motivi politici mi fa arrabbiare ancora di più. De Luca si è praticamente venduto a Bassolino per avere i finanziamenti dalla regione. Infine sulla mia ipotetica candidatura, credo che le affermazioni rilasciate da Italo Bocchino sia esatte. Alla regione occorre una personalità politica con esperienza e autorevolezza, del resto io non mi sono mai autocandidata, anche se risponderei affermativamente nel caso il partito mi chieda questo impegno ».

10 lug 2008

Scandalo all'italiana

Ecco cosa scrive un quotidiano argentino a proposito del signor B.

RABACIONES CON FUERTE CONTENIDO EROTICO

Sexgate a la italiana: el escándalo salpica a Berlusconi y una ministra

En una causa penal que se le sigue, surgieron datos comprometedores.

El primer ministro Silvio Berlusconi y una ministra de su gabinete han quedado en el centro del escenario de un vasto escándalo ya bautizado "sexygate", como el que hace diez años casi le cuesta la presidencia de los Estados Unidos a Bill Clinton, a raíz de sus comprobados juegos de sexo oral en la sala oval de la Casa Blanca con la becaria Mónica Lewinsky. Desde hace varios días, tanto en la prensa como en los ganglios del poder político italiano, especialmente las Cámaras de Diputados y Senadores, crece el se dice . Se dice que en la Caja de Pandora de las 8.400 intercepciones telefónicas realizadas por la justicia de Nápoles en una causa de corrupción que podría terminar en un proceso penal contra Silvio Berlusconi, hay algunas llamadas que no tienen relevancia penal pero son un cóctel explosivo por su fuerte contenido erótico y las referencias al sexo oral, que los italianos llaman il pompino. Hasta ahora esas intercepciones no han terminado en las páginas de algún diario o revista, como es usual en este país, ni en la línea de los sitios de Internet, donde brotan como manantial los chismes de todo tipo. Pero el diario La Repubblica cita a la ex viceministro de Relaciones Exteriores y dirigente socialista Margarita Boniver, devota partidaria de Berlusconi, que reconoce la existencia de los mensajes a luces rojas . Según la prensa, en los diálogos telefónicos Berlusconi y su actual ministra de Igualdad de Oportunidades, Mara Carfagna, de 37 años, intercambiarían frases de tono más que subido con alusiones a il pompino . En la época en que fueron realizadas las intercepciones judiciales, il Cavaliere era el jefe de la oposición y Carfagna, una soubrette de fama creciente en la televisión. De una gran belleza, Mara (María del Rosario), había sido ya la causa de un escándalo que estalló en enero del año pasado, cuando en la consigna de premios de sus canales de televisión (Berlusconi es propietario de las tres grandes redes comerciales de la televisión), el entonces jefe de la oposición conservadora le dijo públicamente: Si no fuera casado, me casaría contigo . La segunda esposa de Berlusconi, Verónica Lario, otra gran belleza y madre de tres hijos (il Cavaliere tiene otros dos de su primer matrimonio), hizo explotar su ira en una carta abierta al marido que publicó el diario La Repubblica, exigiéndole que pidiera perdón. Berlusconi se apresuró a satisfacer el pedido. Mara es de Salerno y su biografía comprende las actividades en televisión, el mundo del espectáculo y la vida mundana. Pero Carfagna también estudió danza clásica, canto y es licenciada en Derecho. Qué pasaría si Clinton hubiera nombrado a Mónica Lewinsky ministro , se preguntó el diputado opositor Massimo Donadi. El ex fiscal del proceso Manos Limpias de Milán, Antonio Di Pietro, duro opositor parlamentario de Berlusconi, señaló que no se puede refugiar en el privado quien nombra una ministra de la República por razones ajenas a sus funciones institucionales . Di Pietro había acusado hace poco de magnaccia (cafischo diría un argentino, o sea explotador de mujeres) al primer ministro, después que el semanario L Espresso reveló hace dos semanas intercepciones telefónicas con diálogos entre Berlusconi y el ex director de la RAI, la televisión privada, Antonino Saccá, en la que el entonces jefe de la oposición y dueño de la compañía de TV rival, le pidió a su amigo que diera trabajo a cinco soubrettes y actrices de poco relieve. En particular, Berlusconi señaló a Antonella Troíse. Es una loca que dice que yo la perjudico y se está haciendo peligrosa , le dijo. Para todos el pedido lucía como una forma eficaz de hacer callar a la Troíse, vaya a saber por qué. Para parar el aluvión que se le venía encima, Berlusconi anunció un decreto de su gobierno prohibiendo la difusión de las interceptaciones telefónicas. Luego dijo que no necesitaba nuevas normas , tras que sus amigos lo calmaran y los magistrados napolitanos que lo investigan afirmaran que destruirán las llamadas telefónicas sin relieve penal . Pero en Italia es muy difícil que esto ocurra al cien por ciento. En una conferencia de prensa, ayer Berlusconi anunció que no presentará un decreto de ejecución inmediata sino un proyecto de ley que discutirá el Parlamento. Pese a todo el fango que me echan encima los sondeos demuestran que los italianos siguen apoyándome , aseguró el primer ministro conservador Berlusconi y su alianza de centroderecha con la Liga Norte ganaron en abril pasado ampliamente al Partido Democrático, la nueva fuerza de centroizquierda que gobernaba hasta entonces y luego hasta perdió la alcaldía de Roma. Así, Silvio Berlusconi volvió a ser primer ministro por tercera vez en su vida. Lo que aparece en la prensa -dijo ayer- se concentra en los hechos que nada tienen que ver con el programa del ejecutivo y llevan al primer plano el ataque constante de cierta magistratura a quien debe gobernar, elegido por el país, mientras se quiere subvertir el voto de los italianos.

08 lug 2008

Ritratto di Silvio Berlusconi

Il premier italiano è stato uno dei più controversi leader nella storia di un paese conosciuto per corruzione governativa e vizio. Principalmente un uomo d'affari con massicce proprietà e grande influenza nei media internazionali. Berlusconi era considerato da molti un dilettante in politica che ha conquistato la sua importante carica solo grazie alla sua notevole influenza sui media nazionali finché non ha perso il posto nel 2006. Odiato da molti ma rispettato da tutti almeno per la sua 'bella figura' e la pura forza della sua volontà Berlusconi ha trasformato il suo senso degli affari e la sua influenza in un impero personale che ha prodotto il governo italiano di più lunga durata assoluta e la sua posizione di persona più ricca del paese. La descrizione di Berlusconi sopra riportata non proviene da giornali comunisti ma dal "press-kit" di uno Stato abbastanza lontano dal comunismo sovversivo.

Perchè a Venezia i numeri civici sono strani

Qui c'è la spiegazione. Chi l'avrebbe mai detto?

06 lug 2008

Due pesi e due misure

Una ragazza ventenne strangolata: ma è romena, quindi poco rilevante. La notizia è riportata per dovere di cronaca dall'home page odierna di Repubblica. Se la ragazza fosse stata italiana, e magari si fosse scoperto che l'omicida era rumeno, sarebbe stato dato un'importanza diversa alla tragica notizia? Secondo me sì. Ne sono certo.

03 lug 2008

Isolato dagli isolani

Ottavo giorno senza linea Tiscali a casa. E io che pensavo che aspettare tre settimane per attivare un'adsl in una casa con già una linea predisposta fosse abbastanza. Mercoledì scorso come d'incanto scompare sia la connessione dati che il voce. Chiamo il numero verde dell'assistenza e mi dicono che MASSIMO entro una settimana si risolverà tutto. Ovviamente non succede una fava. Richiamo il call center ogni tre giorni, non riesco neanche ad insultare gli operatori perchè mi sembra gente preparata, gentile e comunque non è colpa loro se l'azienda sarda è gestita da pingoni. Cinque giorni dopo la mia segnalazione, al numero di telefono corrispondente al mio contratto risponde una simpatica signora, con la quale non ho alcun rapporto di parentela o amicizia. Però mi hanno detto che entro 7 giorni sarà tutto a posto (ogni volta che li chiami la data massima di risoluzione del problema è OGGI + 7 GIORNI). Speriamo che la signora non faccia telefonate internazionali o chiami gli 899.
Mi è già arrivata una fattura, la prima: € 75 da regolare tramite bollettino postale. Peccato che il periodo di riferimento fosse aprile 2008 (in cui non ho potuto usufruire del servizio causa il ritardo nell'attivazione), che avessi scelto la carta di credito quale modalità di pagamento e che fino alla fine di quest'anno dovrei pagare solo € 8 al mese perchè ho usufruito di una (pseudo) promozione grazie alla quale devo spendere una cifra più bassa con cui mi abbonavano anche l'attivazione. Ho chiamato il 130 e tutto risolto (sembrerebbe così). Il sistema delle fatturazioni a Tiscali lo hanno dato in appalto alla Banda Bassotti? Io non sono mica Paperon de' Paperoni. Aggiornamento del 7 luglio: la connettività è stata ripristinata ma in compenso mi è arrivata un'altra bolletta da € 40, ovviamente sbagliata e ovviamente da pagarsi tramite bollettino postale. C'è una novità però: la data del pagamento sarebbe antecedente a quella in cui ho ricevuto la lettera. Non ce la faccio a chiamare ancora il 130.

01 lug 2008

Iuliano

Le stanno pagando tutte... Il simpatico Mark conclude in pieno stile Juventus la sua brillante carriera di difensore. Doping: Iuliano positivo alla cocaina (Mark Iuliano) (AGM-DS) - 01/07/2008 12.58.28 - Mark Iuliano e` stato trovato positivo ad un test antidoping. L`ex difensore della Juve sarebbe rimasto vittima della cocaina. La comunicazione e` arrivata attraverso il Coni: `Il Laboratorio di Roma ha rilevato, nel primo campione sottoposto ad analisi, la presenza di Benzoilecgonina (metabolita della cocaina) per Mark Iuliano`. Iuliano, 22 presenze e 1 goal con la mglia della Nazionale, e` stato trovato positivo lo scorso 1 giugno 2008 a Ravenna, in occasione della gara del Campionato di Serie B tra il Ravenna, squadra dove militava il difensore, e il Cesena.

Acqua del rubinetto, buona e filtrata

Se riesco a levarmi lo sbattimento di comprarmi l'acqua in bottiglia spendendo anche due terzi in meno, me lo metto subito questo filtro...
Brita presenta la sua gamma di prodotti per la filtrazione insieme a una ricerca Eurisko
A parole gli italiani si fidano dell’acqua del rubinetto: oltre tre quarti dei nostri connazionali afferma infatti che abbia valenza positive. Nella realtà poi l’acqua degli acquedotti, proveniente dal rubinetto o filtrata, è bevuta solo dal 28% delle famiglie. Potenza indubbiamente del marketing degli imbottigliatori di acqua minerale ma è corresponsabile anche qualche problema di sapore e caratteristiche. Acqua del rubinetto troppo ricca di calcare Rivela una ricerca di Gfk Eurisko che per il 52% degli italiani l’acqua del rubinetto è troppo ricca di calcare, mentre il 24% lamenta la presenza di cloro. Sono dati presentati nel corso di un incontro con Brita, società tedesca leader a livello mondiale nella produzione dei sistemi di filtrazione dell’acqua potabile. L’azienda offre caraffe filtranti per uso domestico, caratterizzate dalla presenza di speciali filtri denominati Maxtra, ognuno dei quali riesce a trattare circa 100 litri di acqua. Le caraffe hanno un apposito indicatore che segnala quando è il momento di cambiare il filtro. Presente nel dettaglio specializzato, Brita ora sta testando la presenza in gdo, dopo un primo esperimento svoltosi nel Carrefour di Assago e conclusosi con successo. Il costo di un litro di acqua filtrato con Brita si aggira sui 6 centesimi di euro. Ma il risparmio non consiste solo nel lato economico ma anche dal punto di vista dell'impatto ambientale, non più bottiglie di plastica e non più automezzi che girano per trasportare tonnellate d'acqua.

30 giu 2008

Il Beckenbauer croato?

Sogno o son desto? Si sta parlando di un difensore brocco che ha giocato in squadre scarse. E non è solo una mia opinione il fatto che lo sia. E' più triste che comico constatare che la Rubbentus post-Moggi non solo non vinca più una favazza (tranne la Serie B) ma che invece di comprare giocatori forti pagandoli poco come faceva prima che eliminassero il suo sistema di potere criminoso prenda giocatori deboli pagandoli tanto. La GEA certo dava una mano. La parte in rosso dimostra quanto il buon Knezevic abbia le idee confuse.

-----------------------------------------

La Juve: «Knezevic è nostro» Il Toro contro il Livorno

Il difensore parla già da bianconero. L'ira di Urbano Cairo: «Non si può vendere due volte un giocatore»

TORINO - Per il sito della Juventus, è ufficiale: Dario Knezevic è un giocatore bianconero. Nelle stesse ore, però, il Torino ha depositato in Lega il contratto siglato con il Livorno per il traferimento in granata del difensore. Una situazione ingarbugliata, dunque, che però non dovrebbe avere ripercussioni sul trasferimento alla corte della Signora (in questi casi sono decisive la volontà e la firma del giocatore). Il presidente del Torino, Urbano Cairo, però non molla, alla luce dell'accordo siglato in precedenza con la società amaranto. Ed è proprio al Livorno che si rivolge: «Non credo che si possa vendere un giocatore due volte. È una questione di buona fede, il mondo del calcio deve avere delle regole. Uno non può vendere un appartamento a due persone diverse». MERCATO JUVE - Il difensore, comunque, parla già da bianconero: «Sono nella società più grande di tutte, non devo aggiungere altro. Sinceramente non mi aspettavo di finire alla Juventus, dopo quest'anno sfortunato con il Livorno, ma l'ho ripeto qui posso davvero dimostrare il mio valore». Per il ds bianconero Alessio Secco, «con Knezevic e il recupero di Andrade, la difesa è a posto. Stiamo cercando un centrocampista (Xabi Alonso o Aquilani, ndr), poi il nostro mercato sarà chiuso».

Bilancio degli Europei

La Spagna ha vinto i campionati perchè ha giocato meglio, perchè ha un allenatore in panchina (e non un insipiente vestito da cameriere come la Germania o un raccomandato della lobby bb?ilanista come l'Italia) e perchè il suo vetusto ct iberico è stato in grado di leggere le partite del torneo (il match winner sardo di ieri sera è stato sostituito 4 volte su 6 partite disputate, Luca Toni MAI*). La cosa più triste che ho sentito è che l'Italia deve essere fiera di essere stata l'unica squadra con cui i neo-campioni d'Europa non hanno vinto: vero, ma è anche l'unica a non aver mai tirato contro Casillas, neanche per sbaglio. * Il ct Donadoni si è dimenticato di convocare un'altra punta centrale che potesse sostituirlo. Borriello credo sia andato in Svizzera/Austria solo in virtù della fidanzata, non c'erano motivazioni tecniche per convocare uno che ha fatto un gol su azione in quattro mesi, giocando come attaccante e non come portiere.

23 giu 2008

Similitudini

Venezia come Milano

Ci vorranno, nella migliore delle ipotesi, solo 6 o 7 anni per completare 3 km di prolungamento (non sotterraneo, ma in superficie!) della Linea Verde da Famagosta ad Assago ma si progetta già di costruire due linee di vaporetti su Naviglio Grande e Naviglio Pavese, per 11 fermate per canale navile. Qualcuno spieghi alle amministrazioni comunali interessate che il Naviglio Pavese non è navigabile per la presenza di chiuse e che il Forum di Assago non è attaccato al canale navigabile; certo si può costruire un accesso acqueo da Rozzano, ma bisognerebbe solo spostare il centro direzionale Milanofiori. Nel 2015 si andrà in vaporetto da Assago alla fiera di Rho comunque, è quasi sicuro. --------------------------------------------------------------------------------------

I Navigli come le calli veneziane All'Expo si girerà in vaporetto

A Milano come a Venezia. Con la possibilità di spostarsi su un battello come se fosse un tram e utilizzare lo stesso biglietto della metropolitana per percorrere i Navigli Milano, 16 giugno 2008 - "A Milano come a Venezia. Con la possibilià di spostarsi su un battello come se fosse un tram e utilizzare lo stesso biglietto della metropolitana per percorrere il Naviglio Grande e quello Pavese. Partendo dalla Darsena trasformata in un porto e arrivando al forum di Assago, a Corsico o magari fermandosi semplicemente in via Casale, in piazza Negrelli o in piazzale Abbiategrasso". La proposta arriva dall'associazione Amici dei Navigli, che ha pensato di realizzare non un semplice servizio turistico fluviale, ma una linea di trasporto pubblico sull'acqua con tanto di fermate lungo i canali, in corrispondenza dei capolinea dei tram, degli autobus o vicino a luoghi di interesse. Tutto a bordo di speciali mezzi ecologici a pannelli solari e motore elettrico e con una doppia guida per essere in grado di percorrere i canali in entrambe le direzioni (sul Naviglio Grande: 11 fermate lungo la tratta Darsena-San Cristoforo-Corsico; altrettante sul Pavese per il percorso Darsena-Conca Fallata-Assago) senza neppure girare l´imbarcazione. Un'idea che potrebbe essere molto di più di una suggestione. "Perché adesso le carte e i progetti dell'associazione verranno studiati in modo approfondito da Comune e Atm". E' quanto si legge in un articolo di un quotidiano. "La proposta è interessante - dice l'assessore alla Mobilità e Ambiente Edoardo Croci - e si accorda perfettamente con la volontà dell'amministrazione di trasformare l'area dei Navigli in un'isola pedonale. Ne abbiamo discusso anche con i sindaci di Corsico e Assago. Partiremo con uno studio di fattibilità insieme all'associazione e ad Atm perché l'ipotesi è di avere imbarcazioni che, come i vaporetti veneziani, servano al trasporto pubblico, con la possibilità di usare lo stesso biglietto". Per ora si partirebbe nei giorni festivi e durante le sere e le notti dell'isola estiva dei Navigli, quando la domanda sarebbe maggiore. Ma nella Milano che sogna le vie d'acqua dell'Expo, dice Empio Malara, presidente degli Amici dei Navigli "questo potrebbe diventare un servizio regolare e si potrebbe estendere". Per lui ci sarebbero tutte le condizioni per partire. "I tratti che abbiamo individuato sono già navigabili e le conche del Pavese sono state restaurate - spiega Malara - . Abbiamo fatto anche una prima ricognizione con Atm e le fermate sarebbero in corrispondenza con il trasporto pubblico e con i parcheggi di interscambio". E poi, chissà, in vista del 2015 si potrebbe andare ancora oltre. "Una fermata che abbiamo previsto è a San Cristoforo - continua il presidente dell´associazione -. Se venisse realizzato il canale fino a Rho-Pero, si potrebbero raggiungere direttamente dalla Darsena i padiglioni dell´Expo'. In barca, come in tram".

Assago-Assago via Gaggiano

Sabato giro in bici per il Parco Sud Milano (vedi percorso). Ottimo anche il pranzo all'Osterietta di San Pietro Cusico: un antipasto di affettati, un primo di caserecce, uno spaghetti allo scoglio, rane fritte, mezzo bianco, un litro d'acqua, due caffè e una grappa € 55 (con ricevuta fiscale). Visualizzazione ingrandita della mappa

20 giu 2008

Povero Massimo

Non sono più stupito dalle leggi ad personam del nostro Presidente del Consiglio e da quelle che salvano i suoi interessi economici, mi sorprende invece il fatto che abbia iniziato a varare provvedimenti legislativi CONTRO qualcuno: e quindi una tassa nuova contro il suo rivale calcistico Moratti.

15 giu 2008

E adesso facciamo come la Grecia nel 2004. Grandissimi ed eroici, TURCHIA ALO'.
Korkma, sönmez bu şafaklarda yüzen al sancak;
Sönmeden yurdumun üstünde tüten en son ocak.
O benim milletimin yıldızıdır parlayacak;
O benimdir, o benim milletimindir ancak.
Çatma, kurban olayım çehreni ey nazlı hilal!
Kahraman ırkıma bir gül! ne bu şiddet bu celal?
Sana olmaz dökülen kanlarımız sonra helal,
Hakkıdır, Hakk'a tapan, milletimin istiklal!
Ben ezelden beridir hür yaşadım, hür yaşarım.
Hangi çılgın bana zincir vuracakmış? Şaşarım;
Kükremiş sel gibiyim, bendimi çiğner aşarım;
Yırtarım dağları, enginlere sığmam, taşarım.
Garbın afakını sarmışsa çelik zırhlı duvar,
Benim iman dolu göğsüm gibi serhaddim var.
Ulusun, korkma! Nasıl böyle bir imanı boğar.
"Medeniyet!" dediğin tek dişi kalmış canavar?
Arkadaş! Yurduma alçakları uğratma sakın!
Siper et gövdeni, dursun bu hayasızca akın.
Doğacaktır sana vaadettiği günler Hakk'ın;
Kimbilir, belki yarın, belki yarından da yakın.
Bastığın yerleri "toprak" diyerek geçme, tanı!
Düşün, altında binlerce kefensiz yatanı.
Sen şehit oğlusun, incitme, yazıktır atanı;
Verme, dünyaları alsan da bu cennet vatanı.
Kim bu cennet vatanın uğruna olmaz ki feda?
Şüheda fışkıracak toprağı sıksan, şüheda!
Canı, cananı, bütün varımı alsın da Hüda,
Etmesin tek vatanımdan beni dünyada cüda.
Ruhumun senden, ilahi, şudur ancak emeli;
Değmesin mabedimin göğsüne na-mahrem eli!
Bu ezanlar ki şahadetleri dinin temeli,
Ebedi yurdumun üstünde benim inlemeli
O zaman vecd ile bin secde eder varsa taşım;
Her cerihamdan, ilahi, boşanıp kanlı yaşım,
Fışkırır ruh-i mücerret gibi yerden na'aşım;
O zaman yükselerek arşa değer belki başım!
Dalgalan sen de şafaklar gibi ey şanlı hilal;
Olsun artık dökülen kanlarımın hepsi helal!
Ebediyyen sana yok, ırkıma yok izmihlal.
Hakkıdır, hür yaşamış bayrağımın hürriyet;
Hakkıdır, Hakk'a tapan milletimin istiklal!

Euro2008

Nazisti all'opera