giovedì 31 luglio 2008

Venere Privata

Dopo l'esercito nelle città e le impronte digitali ai bambini rom, un altro intervento decisivo verso l'eliminazione della criminalità dalle città. Sempre in ottica "Città Sicure" l'idea di installare delle telecamere sui taxi non deve rimanere un provvedimento singolo: per esempio mettere webcam nei camerini donne della Rinascente oppure negli spogliatoi delle piscine sarebbe altrettanto utile perché il delinquente invece di commettere i reati se ne starebbe in casa proprio ad osservare le femmine biotte. A quel punto i malviventi si concentrebbero nelle ore di chiusura. Ma tanto sono le
Ultime ore di sollazzo per i malintenzionati di Milano: da domani regneranno sovrani l'ordine e la sicurezza grazie al reggimento artiglieria a cavallo 'Voloire' e alla 132esima brigata Carri Ariete. Il provvedimento è provvidenziale ma potrebbe porsi qualche problema: la città di Milano sarà in grado di assorbire le deiezioni equine? Qual è l'ente preposto alla loro raccolta e al loro smaltimento? E i tank in città avranno sempre la precedenza agli incroci, come i tram, oppure avranno la precedenza solo se arrivano da sinistra? Se un carro armato si blocca perché ha finito la benzina o ha la batteria scarica potrà essere aiutato spontaneamente dai probi cittadini o bisognerà comunque aspettare il soccorso stradale ACI?

martedì 29 luglio 2008

facciamo qualcosa sul serio

E' il titolo di un intervento accorato di Flavia Vento sul suo blog. Eccone il testo. Si inserisce nel pieno della campagna elettorale 2008 ed è un attacco senza mezzi termini al sistema politico malevolo verso i migliori amici degli uomini. a roma rubano i nostri soldi dicendo che li usano per gli animali e invece nooooooooooooooooooooo! si comprano le pellicce e le borse firmate.ci sono 5000 cani maltrattati nel lazio e i nostri soldi non servono ad aiutarli cirinna faccia qualcosa visto che questi soffrono Il popolo di Flavia Vento comprende la preoccupazione della propria beniamina. Leggere i commenti fa venire il mal di pancia (dalle risate) ma è un effetto collaterale inevitabile. Ma ecco un riassuntino su Flavia Vento, certamente riduttivo delle sue gesta: da quando voleva diventare come Camillo Benso Conte di Cavour, a quando è stata presa in giro da Francesco Totti fino al discorso alla Festa della Margherita, capolavoro di ars oratoria.

lunedì 28 luglio 2008

Città sicure

Possiamo stare sicuri nelle nostre strade e nelle nostre case. Dal primo agosto però. Solo da questa data infatti 300 militari in assetto di guerra pattuglieranno i punti sensibili della città di Milano scoraggiando e contrastando la criminalità. Borseggiatori, topi d'appartamento e ladri d'auto già si cagano in mano. C'è molta delusione per il mancato impiego delle Freccie Tricolori che con le loro acrobazie avrebbero potuto demotivare i criminali divertendo nel contempo l'onesto cittadino. Nella foto un'immagine di repertorio: uno degli ultimi borseggi.

domenica 27 luglio 2008

La Panza Dance

Folegandros - Φολεγάνδρου

Situata nell'arcipelago egeo delle Cicladi ed equidistante dagli aeroporti principali di Mykonos e Santorini è proverbialmente un'isola di stronzi e per turisti a forma di stronzi: lo dice una Bibbia del viaggiatore come Zingarate.com ("la particolarità del turismo è però quello di essere un po' fighetto (milanesi in barca a vela e giu di lì") ) ma anche il Corriere, facendogli una marchetta peraltro ("Snob e più costosa della media greca, Folegandros è un paradiso per pochi"). A parte che già l'agenzia locale di viaggi dell'isola non risponde alle mail che gli invio (forse perchè la mail non è sufficientemente nobile, del resto il dominio libero.it non può non richiamare Lenin e le lotte proletarie), ma magari non lo fa perché impegnata in gravi bagni al muschio bianco. E poi chiedere per un B&B per l'ultima settimana di agosto è troppo sovversivo. E non solo per questa pseudo-agenzia, pure per gli altri loculi (che non sono colombari solo nel prezzo). Dovrò trovarmi un'altra (o altre) isola/e vicina/e a Mykonos per i miei 16 giorni di ferie, che non siano Naxos o Milos già visitate approfonditamente: la candidata è Paros. I 274 kg di C02 che produrrò per il volo vorrei fossero scaricati in una sola delle piscine dell'isola di Folegandros, così voglio vedere come cazzo faranno a farsi il bagno.

Partiamodaqua

Contrappasso

Anche le persone più cattive e malvagie hanno un lato positivo: questo criminale di guerra per esempio. Anche se tifare per quei due lì può sembrare un'ulteriore aggravante per lui, ove possibile. P.S. Chissà come sono i rapporti tra Sinisha e Patrick.

venerdì 25 luglio 2008

Iorg

MAGDI ALLAM SI E' CONVERTITO ALL'INTER
I.org2 - il sito che mangio' i leocorni - venerdì 25 luglio 2008

giovedì 24 luglio 2008

Abbiate paura*

Inter-Al Hilal: 1-0, firmato Burdisso

*anche se avrei dovuto scrivere Abbiati paura

lunedì 21 luglio 2008

I numeri delle maglie del BB?ilan

Il metodo utilizzato dalla squadra del BB?ilan nelle ultime due stagioni per attribuire i numeri di maglia è bizzarro: è la prima volta che il peso del giocatore è la variabile scelta per il numero.

Prima Ronaldo che sceglie il numero 99: l'idea sembra sia venuta al Fenomeno stesso leggendolo direttamente sulla propria bilancia.

Similare anche il metodo adottato da Ronaldinho. Il numero 80 non è il suo peso reale, ma quello che egli spera di raggiungere dopo la ferrea dieta imposta dallo staff sanitario rossonero.

Profetiche parole (e miracoli del BB?ilan Lab)

RONALDO «Rigenerato dal Milan Il più grande sarò io» «La prossima stagione mi rivedrete al massimo della forma. Tornerò il migliore al mondo e chiuderò qui la mia carriera» Una brocca colma di spremuta, un litro di arance rosse di Sicilia: è uno dei segreti di Ronaldo, il carburante usato per riempire il serbatoio svuotato in ogni allenamento. Il Fenomeno beve molto durante l' intervista che arriva dopo 71 giorni da milanista, 631 minuti in campo, 4 gol e 3 assist.
È stanco del continuo interesse per la sua vita privata? «Sì, sono stufo perché è un' esagerazione. Esco da un ristorante con una ragazza e subito mi viene attribuita una fidanzata: non è possibile.

Le scelte illuminate

Roma, Italia — Greenpeace presenta la classifica "Scelte illuminate" sull'impegno della grande distribuzione a rimuovere le lampadine incandescenti dai propri scaffali, prima del bando al 2011 approvato con la scorsa finanziaria. Perché aspettare il 2011 se la tecnologia sprecona può essere mandata in pensione subito? Il "10 e lode in efficienza" va a Leroy Merlin. Al secondo posto Coop e al terzo Ikea. In fondo alla classifica Esselunga.

Leroy Merlin si impegna a eliminare tutte le incandescenti entro il 30 giugno 2009. A Esselunga, uno dei più grandi gruppi italiani, spetta, invece, uno "zero in efficienza": nonostante le dichiarazioni formali sbandierate a favore dello "sviluppo sostenibile", non assume nessun impegno serio.

La scelta illuminata di Leroy Merlin, Coop e Ikea è fondamentale per spostare il mercato verso tecnologie a basso impatto ambientale come le lampadine ad alta efficienza che permettono di risparmiare l'80% di energia, soldi ed emissioni di gas serra rispetto alle lampadine tradizionali. Coop è il primo venditore di lampadine incandescenti in Italia.

L'efficienza energetica è la prima arma per abbattere i consumi di energia e le emissioni di gas serra. Il rapporto del Politecnico di Milano "La Rivoluzione dell'Efficienza" afferma che in Italia attraverso misure di efficienza energetica sarebbe possibile risparmiare – in modo economicamente conveniente - circa 100 miliardi di kilowattora al 2020, oltre il 20 per cento dei consumi stimati a quella data.

venerdì 18 luglio 2008

Il modello inglese (2)

Negli stadi inglesi (e nelle sue vicinanze) non avvengono più incidenti tra tifosi. Questo perchè la cultura anglo-sassone è aliena dalle violenze, loro vanno a vedere il football mica il calcio come da noi. Risolto il problema con il darwinismo sociale sembra però che le risse ci siano lo stesso: 21 morti per ferite da coltelli a Londra dall'inizio dell'anno.

Nella foto Giovanna Melandri ritratta nella dimora kenyana di Briatore prima di aver dichiarato "Non ho mai soggiornato nella villa di Flavio Briatore a Malindi.

18 luglio 1942-18 luglio 2008: a Giacinto

[FOTO Venerdì, 18 Luglio 2008 00:12:15]Sessantasei anni fa, a Treviglio, in provincia di Bergamo, nasceva Giacinto Facchetti. Era il 18 luglio 1942, un sabato. Sono passati, invece, quasi due anni dal 4 settembre 2006. In questi giorni di nuova Inter, in questo luglio di calcio che sta nascendo, c'è una frase di una canzone che ascoltiamo pensando a lui. Magari capita anche a voi. "... Adesso che sei, dovunque sei, chissà se ti arriva il mio pensiero... ... Chissà se ne ridi o se ti fa piacere... ". (Luciano Ligabue, "Il mio pensiero")

giovedì 17 luglio 2008

Pure la cucina belga è inutile

Il Belgio non è uno Stato e non è neanche un'espressione geografica. Si era già detto, a più riprese, ma dopo la cena di ieri sera di più. Sono stato trascinato - oborto collo - in una tipica brasserie belga di Milano.
Avevo già conosciuto la cucina belga, qualche anno fa in quel di Bruxelles. Mi aveva già fatto cagare là in Belgio.
Uno dei piatti nazionali di questo inutile stato dell'Unione Europea è la COZZA: cucinata in mille modi, ma sempre una cozza ti mangi. Le porzioni sono da 1 kg, che sembra tanto, ma è sempre un chilo di cozze. Il peggiore dei molluschi (come qualità), e anche del pesce in senso lato. Al Vent du Nord con € 10.50, comprensive dei mitili, ti omaggiano anche di patatine fritte cotte - ovviamente - alla modalità belga, tramite doppia friggitura (ricetta). Se nel mondo tutti i ristoranti usano il metodo di cottura francese un motivo c'è: con una sola frittura la patatina fritta è più buona.
Dopo cotanta portata, il menu prevedeva carne cucinata in vario modo accompagnata da pappine strane. Ho saltato per non attentare ulteriormente ai miei succhi gastrici.
Il terzo elemento che contraddistingue un menu belga è il cacao e quindi i dolci. Astutamente ho evitato di prendere un dolce con l'85% di cacao ripiegando su un innocua torta di mele con panna montata.
Unica nota positiva la birra (il IV e ultimo elemento della gastronomia belgica): purtroppo non ricordo il nome della mia pinta.

Il ciclismo nuovo

Il nuovo che avanza?
------------------------------------------------ Tracce di EPO nelle urine di Riccò
Tracce di Epo di terza generazione nelle urine di Riccardo Riccò al Tour de France. Vincitore fin qui di due tappe della Grande Boucle e nono in classifica generale, il corridore italiano della Saunier Duval avrebbe utilizzato il composto CERA, attivatore continuo dei recettori dell’eritropoietina. Riccò faceva parte dei corridori sottoposti a controllo dall’Agenzia antidoping francese dopo i prelievi sanguigni effettuati il 3 e 4 luglio scorso, prima dell’inizio della corsa.

mercoledì 16 luglio 2008

Mediaset Premium

Ecco come Mediaset ciulerà danè ai propri utenti. Con l'inizio del prossimo campionato di Serie A MP ha eliminato la possibilità di acquistare singolarmente una partita di calcio. O te le vedi tutte (compresa la Champions) oppure nessuna. L'abbonamento costa minimo € 15 al mese (ma è una promozione, dalla prossima stagione costerà minimo il 30% in più). Non solo, Mediaset ha escogitato il modo di ciulare parte del credito residuo sulle tessere scadute alla fine di giugno scorso, in barba al decreto Bersani e ad una sentenza del Tribunale di Roma. Se vuoi recuperare il credito non utilizzato da una scheda scaduta, tu consumatore pirla sosterrai i seguenti costi: 1) la carta prepagata scaduta devi spedirla via raccomandata R/R (costo € 2,80 + € 0,60 per la ricevuta di ritorno); 2) i costi di gestione della pratica sono minimo di € 3 (se sottoscrivi nuovi abbonamenti), se vuoi non sottoscrivere alcuna nuova offerta per la prossima stagione spendi minimo € 5 + il costo del bonifico; 3) chiamare l'199 costa 15 centesimi ogni telefonata di 3 minuti che gli fai (almeno una volta devi chiamarli); 4) la nuova scheda ha un costo fisso iniziale di attivazione di € 5 e probabilmente altri € 5 per acquistarla fisicamente. TOTALE: 16 (o 11) EURO. Le informazioni sopra citate non me le sono inventate io: lo scrive MP sul suo sito. Ecco come i giusti provvedimenti di Bersani a tutela dei cittadini sono stati vanificati da questa simpatica azienda. Nel silenzio della maggior parte delle associazioni dei consumatori e delle testate giornalistiche. Ma parliamo dell'evoluzione dell'offerta (chiamiamola così) che rimane comunque allettante (questo a malincuore va' ammesso). La possibilità di vedere 4 canali farlocchi (serie televisive statunitensi + Disney) più - soprattutto - il meglio calcio italiano ed europeo. Ironia della sorte, i tifosi del BB?ilan pagheranno la CL solo per gufare altre squadre e magari saranno costretti a comprarsi le partite di Uefa con La7 CartaPiù (sperando che mantenga, almeno lei, questa possibilità). Nei primi anni il digitale terrestre di MP era un'altra cosa, ora è diventato un prodotto diverso da com'era partito. Il primo anno costava € 3 a partita, vabbè quella sì che era una promozione. Poi il costo è passato a € 5, prezzo giusto in confronto soprattutto a Sky. Poi visto che i costi di ricarica della tessera sono stati eliminati (sempre da Bersani peraltro), il prezzo è salito a € 6. Ed è stato eliminato il taglio minimo da € 5 per le ricariche, che è la ragione per cui io ho € 7 euro di credito sulla mia ex-tessera e non € 2).

274 chili di CO2

Quando il mese prossimo andrò in vacanza produrrò 274 kg di anidride carbonica ma contribuendo alla costruzione di una in centrale idroelettrica in Ecuador sanerò completamente questo danno ambientale. Morale: probabilmente è facile intortarmi.

Riduci l'impatto delle emissioni di CO2 causate dai tuoi voli nell'ambiente grazie a progetti certificati ONU per la riduzione delle emissioni.

Contribuisci €5.28per persona a bilanciare i 274kg di C02 per passeggero compreso in questa prenotazione - non ci sono intermediari e easyJet non trae profitti da questo programma.
Dove va a finire il mio denaro?

Il tuo denaro verrà investito in progetti per la riduzione delle emissioni, certificati dall'ONU, per compensare le emissioni di CO2, tra cui ad esempio:
Energia idroelettrica in Ecuador
Il progetto per energia idroelettrica rinnovabile Perlabi, si tratta di una piccola centrale idroelettrica che usa l'acqua del fiume Chirizacha nella parte collinare delle Ande in Ecuador, America Latina. Nei primi 10 anni si prevede una riduzione delle emissioni pari a 74.000 tonnellate. Questo progetto genera energia elettrica pulita, riducendo così la produzione di energia da combustibile fossile, oltre a creare vantaggi e opportunità di lavoro per la comunità locale.
Il prezzo complessivo di questo servizio è: €10.56


HO CONTRIBUITO! 

martedì 15 luglio 2008

Buccinasco nera

Buccinasco sembra un posto tranquillo, un piccolo comune immerso nel verde alle porte di Milano dove comprare casa non costa come a Basiglio e distante anni luce dai casermoni di Corsico o Rozzano. Ma Buccinasco non è quello che sembra. Ferdinando Pomarici, a capo della Direzione distrettuale antimafia, dice che “La presenza delle famiglie (legate alla criminalità organizzata) è simile a quella che ritroviamo al sud. A Buccinasco non si spara, solo perché il controllo mafioso è totale”. BAR DELLA MAFIA A BUCCINASCO Per anni ai suoi tavoli uomini dei clan Sergi, Barbaro, Papalia hanno pianificato omicidi e concluso affari assieme ai siciliani Carollo, Ciulla, Ugone. In via Bramante a Buccinasco, il bar Trevi era più noto come l’“Ufficio”. Dopo il sequestro del 2002, una delibera della passata giunta, approvata a maggio, ne destinava l’uso a pizzeria sociale. Il progetto è stato bloccato dall’attuale sindaco. Un segnale inquietante visto che in questa zona i beni confiscati e non ancora destinati sono moltissimi. Su tutti la villa del clan Sergi in via Odessa. L’episodio non è isolato. Quando, infatti, la passata giunta del sindaco Maurizio Carbonera lanciò il bando per la ristrutturazione della villa del boss Antonio Papalia - attualmente sede della Croce Rossa - la gara andò deserta. Nessun imprenditore si presentò. L’assegnazione dei lavori venne fatta d’ufficio. http://www.nandodallachiesa.it/public/index.php?option=content&task=view&id=610 http://www.piazzadibuccinasco.it/public/post/intervista-al-dottor-ferdinando-pomarici-83.asp

La casta

Un ex socialista, già tra i fondatori del Partito Democratico, arrestato per tangenti. Il capo della coalizione avversaria che lo difende. La verità è che esiste una casta che tutela i propri interessi autoreferenziali, così dice il Presidente del Consiglio: «La vicenda di Del Turco non mi convince perché è stato decapitato completamente - una vera e propria retata - il governo di una Regione. Mi hanno spiegato anche il teorema accusatorio e sapendo come si muove l’accusa in Italia... mah! Non mi interessa che si tratti di una giunta di sinistra. Io pongo le questioni senza guardare se colpiscono questo o quell’altro...».
 

Questa prima pagina di Cuore è sempre di stretta attualità.


domenica 13 luglio 2008

Repubblica Popolare di Assago

La Repubblica Popolare di Assago si estende nel ridente Sud Ovest milanese, confina a Ovest con il retrogrado Ducato di Buccinasco, a Nord con l'Impero Borghes-Morattesco, a est con la MI-GE e a sud con la tangenziale ovest. Gli assaghesi, popolazione antica e dalle forti tradizioni celtico-longobardo-mondinesche, si dedica alla produzione seriale di zarri da sbarco e combattimento. Fonda la sua forza simbolica sulla presenza di numerosissime rotonde in vario stile arrivando a vantare una densità di rotatorie pro-capite unica al mondo, che attira turisti e visitatori anche dall'estero, persino da Lodi a volte. Ricordiamo fra i numerosi luoghi di interesse naturalistico i Laghi di Assago, dove vengono allevate le zanzare più grosse della Lombardia, già usate per azioni di disturbo dall'aviazione inglese durante la seconda guerra mondiale. La Marina Militare Assaghese, di stanza sul Naviglio Pavese dietro il Carrefour, è pronta alla battaglia contro vicini di sempre, le temibili orde Rozzangelesi contro cui, da tempi immemorabili, ingaggia furiose battaglie navali per il controllo della Conca Fallata e dei suoi affluenti.

venerdì 11 luglio 2008

Ce la posso fare

Anche con il 2,6% di possibilità...
Edit: ho perso 4 a 3, con onore.

Il Ministero di Mara (o il mistero?)

Provola

Non si vede una fava?

Rialzalo Mara

Carfagna governatrice? Bocchino: inesperta

Carfagna governatrice? Bocchino: inesperta
Pdl all'attacco di De Luca e Bassolino: «è una finta pace». Ma non mancano gli attriti interni tra Italo Bocchino e Mara Carfagna
Mara Carfagna
Mara Carfagna
SALERNO — Pdl all'attacco di De Luca e Bassolino ma non mancano gli attriti interni tra Italo Bocchino e Mara Carfagna. Una giornata al fronte per gli esponenti locali del partito di Berlusconi, iniziata presso il Lloyd's Baia Hotel di Salerno dove l'imprenditore salernitano Gerardo Soglia, candidato alla Camera, ha presieduto un incontro con la stampa a cui hanno preso parte l'altro candidato del Pdl al Senato Enzo Fasano, il sindaco di Montecorvino Pugliano Mimmo Di Giorgio e il deputato Italo Bocchino. A scandire i tempi della polemica a distanza con il centro sinistra è stato proprio l'imprenditore napoletano che non ha risparmiato affondi a nessuno. «Il popolo italiano ci ha chiesto di diventare un partito unico e noi, subito dopo il voto, avvieremo i comitati costituenti per la nascita del partito del popolo delle libertà. Ciò avrà un valore duplice in Campania, visto che sarà la prima regione italiana dove si vota dopo il 14 aprile. Noi ci presenteremo con lista unica e nove candidati a Salerno. Devo dire che dall'altra parte, ossia nel centrosinistra, ormai sono alla disperazione. L'abbraccio tra De Luca e Bassolino è sintomatico di come stiano annaspando. Evidentemente D'Alema ha chiesto un gesto di apertura a De Luca ma questa manovra danneggia esclusivamente l'immagine del sindaco salernitano».
Per Bocchino è dunque improbabile una candidatura di De Luca a governatore: «Il candidato del centro sinistra in Campania è Nicolais, Vincenzo De Luca non ha gli attributi politici per scendere in campo da solo come ha fatto per le comunali del 2006». Infine Bocchino non ha lesinato una formale bocciatura di Mara Carfagna alla presidenza della regione Campania: «Sono contrario alla sua candidatura, a Palazzo Santa Lucia occorre un colonnello con il pelo sullo stomaco, magari anche i reparti speciali dei carabinieri, ma non lei che ha solo due anni di esperienza politica. Chi fa il suo nome lo fa unicamente per bruciarla». Non si è fatta attendere la replica di Mara Carfagna, intervenuta presso il Jolly Hotel, all'incontro organizzato da Azzurro Donna, a cui hanno preso parte la candidata del Pdl alla Camera Anna Ferrazzano e l'ex governatrice italiana in Iraq Barbara Contini. «La finta pace tra Bassolino e De Luca, a cui ho assistito — ha sottolineato Mara Carfagna — mi indigna fortemente. Vederli abbracciati unicamente per motivi politici mi fa arrabbiare ancora di più. De Luca si è praticamente venduto a Bassolino per avere i finanziamenti dalla regione. Infine sulla mia ipotetica candidatura, credo che le affermazioni rilasciate da Italo Bocchino sia esatte. Alla regione occorre una personalità politica con esperienza e autorevolezza, del resto io non mi sono mai autocandidata, anche se risponderei affermativamente nel caso il partito mi chieda questo impegno ».

giovedì 10 luglio 2008

Scandalo all'italiana

Ecco cosa scrive un quotidiano argentino a proposito del signor B.

RABACIONES CON FUERTE CONTENIDO EROTICO

Sexgate a la italiana: el escándalo salpica a Berlusconi y una ministra

En una causa penal que se le sigue, surgieron datos comprometedores.

El primer ministro Silvio Berlusconi y una ministra de su gabinete han quedado en el centro del escenario de un vasto escándalo ya bautizado "sexygate", como el que hace diez años casi le cuesta la presidencia de los Estados Unidos a Bill Clinton, a raíz de sus comprobados juegos de sexo oral en la sala oval de la Casa Blanca con la becaria Mónica Lewinsky. Desde hace varios días, tanto en la prensa como en los ganglios del poder político italiano, especialmente las Cámaras de Diputados y Senadores, crece el se dice . Se dice que en la Caja de Pandora de las 8.400 intercepciones telefónicas realizadas por la justicia de Nápoles en una causa de corrupción que podría terminar en un proceso penal contra Silvio Berlusconi, hay algunas llamadas que no tienen relevancia penal pero son un cóctel explosivo por su fuerte contenido erótico y las referencias al sexo oral, que los italianos llaman il pompino. Hasta ahora esas intercepciones no han terminado en las páginas de algún diario o revista, como es usual en este país, ni en la línea de los sitios de Internet, donde brotan como manantial los chismes de todo tipo. Pero el diario La Repubblica cita a la ex viceministro de Relaciones Exteriores y dirigente socialista Margarita Boniver, devota partidaria de Berlusconi, que reconoce la existencia de los mensajes a luces rojas . Según la prensa, en los diálogos telefónicos Berlusconi y su actual ministra de Igualdad de Oportunidades, Mara Carfagna, de 37 años, intercambiarían frases de tono más que subido con alusiones a il pompino . En la época en que fueron realizadas las intercepciones judiciales, il Cavaliere era el jefe de la oposición y Carfagna, una soubrette de fama creciente en la televisión. De una gran belleza, Mara (María del Rosario), había sido ya la causa de un escándalo que estalló en enero del año pasado, cuando en la consigna de premios de sus canales de televisión (Berlusconi es propietario de las tres grandes redes comerciales de la televisión), el entonces jefe de la oposición conservadora le dijo públicamente: Si no fuera casado, me casaría contigo . La segunda esposa de Berlusconi, Verónica Lario, otra gran belleza y madre de tres hijos (il Cavaliere tiene otros dos de su primer matrimonio), hizo explotar su ira en una carta abierta al marido que publicó el diario La Repubblica, exigiéndole que pidiera perdón. Berlusconi se apresuró a satisfacer el pedido. Mara es de Salerno y su biografía comprende las actividades en televisión, el mundo del espectáculo y la vida mundana. Pero Carfagna también estudió danza clásica, canto y es licenciada en Derecho. Qué pasaría si Clinton hubiera nombrado a Mónica Lewinsky ministro , se preguntó el diputado opositor Massimo Donadi. El ex fiscal del proceso Manos Limpias de Milán, Antonio Di Pietro, duro opositor parlamentario de Berlusconi, señaló que no se puede refugiar en el privado quien nombra una ministra de la República por razones ajenas a sus funciones institucionales . Di Pietro había acusado hace poco de magnaccia (cafischo diría un argentino, o sea explotador de mujeres) al primer ministro, después que el semanario L Espresso reveló hace dos semanas intercepciones telefónicas con diálogos entre Berlusconi y el ex director de la RAI, la televisión privada, Antonino Saccá, en la que el entonces jefe de la oposición y dueño de la compañía de TV rival, le pidió a su amigo que diera trabajo a cinco soubrettes y actrices de poco relieve. En particular, Berlusconi señaló a Antonella Troíse. Es una loca que dice que yo la perjudico y se está haciendo peligrosa , le dijo. Para todos el pedido lucía como una forma eficaz de hacer callar a la Troíse, vaya a saber por qué. Para parar el aluvión que se le venía encima, Berlusconi anunció un decreto de su gobierno prohibiendo la difusión de las interceptaciones telefónicas. Luego dijo que no necesitaba nuevas normas , tras que sus amigos lo calmaran y los magistrados napolitanos que lo investigan afirmaran que destruirán las llamadas telefónicas sin relieve penal . Pero en Italia es muy difícil que esto ocurra al cien por ciento. En una conferencia de prensa, ayer Berlusconi anunció que no presentará un decreto de ejecución inmediata sino un proyecto de ley que discutirá el Parlamento. Pese a todo el fango que me echan encima los sondeos demuestran que los italianos siguen apoyándome , aseguró el primer ministro conservador Berlusconi y su alianza de centroderecha con la Liga Norte ganaron en abril pasado ampliamente al Partido Democrático, la nueva fuerza de centroizquierda que gobernaba hasta entonces y luego hasta perdió la alcaldía de Roma. Así, Silvio Berlusconi volvió a ser primer ministro por tercera vez en su vida. Lo que aparece en la prensa -dijo ayer- se concentra en los hechos que nada tienen que ver con el programa del ejecutivo y llevan al primer plano el ataque constante de cierta magistratura a quien debe gobernar, elegido por el país, mientras se quiere subvertir el voto de los italianos.

martedì 8 luglio 2008

Ritratto di Silvio Berlusconi

Il premier italiano è stato uno dei più controversi leader nella storia di un paese conosciuto per corruzione governativa e vizio. Principalmente un uomo d'affari con massicce proprietà e grande influenza nei media internazionali. Berlusconi era considerato da molti un dilettante in politica che ha conquistato la sua importante carica solo grazie alla sua notevole influenza sui media nazionali finché non ha perso il posto nel 2006. Odiato da molti ma rispettato da tutti almeno per la sua 'bella figura' e la pura forza della sua volontà Berlusconi ha trasformato il suo senso degli affari e la sua influenza in un impero personale che ha prodotto il governo italiano di più lunga durata assoluta e la sua posizione di persona più ricca del paese. La descrizione di Berlusconi sopra riportata non proviene da giornali comunisti ma dal "press-kit" di uno Stato abbastanza lontano dal comunismo sovversivo.

Perchè a Venezia i numeri civici sono strani

Qui c'è la spiegazione. Chi l'avrebbe mai detto?

domenica 6 luglio 2008

Due pesi e due misure

Una ragazza ventenne strangolata: ma è romena, quindi poco rilevante. La notizia è riportata per dovere di cronaca dall'home page odierna di Repubblica. Se la ragazza fosse stata italiana, e magari si fosse scoperto che l'omicida era rumeno, sarebbe stato dato un'importanza diversa alla tragica notizia? Secondo me sì. Ne sono certo.

sabato 5 luglio 2008

giovedì 3 luglio 2008

Isolato dagli isolani

Ottavo giorno senza linea Tiscali a casa. E io che pensavo che aspettare tre settimane per attivare un'adsl in una casa con già una linea predisposta fosse abbastanza. Mercoledì scorso come d'incanto scompare sia la connessione dati che il voce. Chiamo il numero verde dell'assistenza e mi dicono che MASSIMO entro una settimana si risolverà tutto. Ovviamente non succede una fava. Richiamo il call center ogni tre giorni, non riesco neanche ad insultare gli operatori perchè mi sembra gente preparata, gentile e comunque non è colpa loro se l'azienda sarda è gestita da pingoni. Cinque giorni dopo la mia segnalazione, al numero di telefono corrispondente al mio contratto risponde una simpatica signora, con la quale non ho alcun rapporto di parentela o amicizia. Però mi hanno detto che entro 7 giorni sarà tutto a posto (ogni volta che li chiami la data massima di risoluzione del problema è OGGI + 7 GIORNI). Speriamo che la signora non faccia telefonate internazionali o chiami gli 899.
Mi è già arrivata una fattura, la prima: € 75 da regolare tramite bollettino postale. Peccato che il periodo di riferimento fosse aprile 2008 (in cui non ho potuto usufruire del servizio causa il ritardo nell'attivazione), che avessi scelto la carta di credito quale modalità di pagamento e che fino alla fine di quest'anno dovrei pagare solo € 8 al mese perchè ho usufruito di una (pseudo) promozione grazie alla quale devo spendere una cifra più bassa con cui mi abbonavano anche l'attivazione. Ho chiamato il 130 e tutto risolto (sembrerebbe così). Il sistema delle fatturazioni a Tiscali lo hanno dato in appalto alla Banda Bassotti? Io non sono mica Paperon de' Paperoni. Aggiornamento del 7 luglio: la connettività è stata ripristinata ma in compenso mi è arrivata un'altra bolletta da € 40, ovviamente sbagliata e ovviamente da pagarsi tramite bollettino postale. C'è una novità però: la data del pagamento sarebbe antecedente a quella in cui ho ricevuto la lettera. Non ce la faccio a chiamare ancora il 130.

martedì 1 luglio 2008

Iuliano

Le stanno pagando tutte... Il simpatico Mark conclude in pieno stile Juventus la sua brillante carriera di difensore. Doping: Iuliano positivo alla cocaina (Mark Iuliano) (AGM-DS) - 01/07/2008 12.58.28 - Mark Iuliano e` stato trovato positivo ad un test antidoping. L`ex difensore della Juve sarebbe rimasto vittima della cocaina. La comunicazione e` arrivata attraverso il Coni: `Il Laboratorio di Roma ha rilevato, nel primo campione sottoposto ad analisi, la presenza di Benzoilecgonina (metabolita della cocaina) per Mark Iuliano`. Iuliano, 22 presenze e 1 goal con la mglia della Nazionale, e` stato trovato positivo lo scorso 1 giugno 2008 a Ravenna, in occasione della gara del Campionato di Serie B tra il Ravenna, squadra dove militava il difensore, e il Cesena.

Acqua del rubinetto, buona e filtrata

Se riesco a levarmi lo sbattimento di comprarmi l'acqua in bottiglia spendendo anche due terzi in meno, me lo metto subito questo filtro...
Brita presenta la sua gamma di prodotti per la filtrazione insieme a una ricerca Eurisko
A parole gli italiani si fidano dell’acqua del rubinetto: oltre tre quarti dei nostri connazionali afferma infatti che abbia valenza positive. Nella realtà poi l’acqua degli acquedotti, proveniente dal rubinetto o filtrata, è bevuta solo dal 28% delle famiglie. Potenza indubbiamente del marketing degli imbottigliatori di acqua minerale ma è corresponsabile anche qualche problema di sapore e caratteristiche. Acqua del rubinetto troppo ricca di calcare Rivela una ricerca di Gfk Eurisko che per il 52% degli italiani l’acqua del rubinetto è troppo ricca di calcare, mentre il 24% lamenta la presenza di cloro. Sono dati presentati nel corso di un incontro con Brita, società tedesca leader a livello mondiale nella produzione dei sistemi di filtrazione dell’acqua potabile. L’azienda offre caraffe filtranti per uso domestico, caratterizzate dalla presenza di speciali filtri denominati Maxtra, ognuno dei quali riesce a trattare circa 100 litri di acqua. Le caraffe hanno un apposito indicatore che segnala quando è il momento di cambiare il filtro. Presente nel dettaglio specializzato, Brita ora sta testando la presenza in gdo, dopo un primo esperimento svoltosi nel Carrefour di Assago e conclusosi con successo. Il costo di un litro di acqua filtrato con Brita si aggira sui 6 centesimi di euro. Ma il risparmio non consiste solo nel lato economico ma anche dal punto di vista dell'impatto ambientale, non più bottiglie di plastica e non più automezzi che girano per trasportare tonnellate d'acqua.