lunedì 31 marzo 2008

Varese del basket retrocede in Serie B

Simpatica iniziativa dei canturini, che non sono potuti andare a Varese ad assistere alla partita che ha decretato la retrocessione dei rivali storici, e allora hanno noleggiato un aereo...

La Terra è piatta

Io lo sostengo da tempo che il pianeta Terra non è di forma sferica (come ritengono alcuni pseudo-scienziati), finalmente il muro di menzogne viene scalfito.

--------------------------------------------------------------------------

Astronomo iracheno: «La Terra? È piatta»

L'affermazione in diretta del «ricercatore» Al-Said, che parlava al pubblico a casa e con un collega in studio

Ha acceso una vivace discussione in rete un video tratto da una trasmissione andata in onda qualche mese fa su una tv irachena. L'argomento della puntata era: «La Terra è piatta?». Sul canale Al Fayhaa l'«astronomo e ricercatore» iracheno Fadhel Al-Said, parlando nelle case del sistema solare, e con un collega fisico in studio, afferma che «il nostro pianeta è piatto».

Alcuni stralci della puntata è stata messa online e con i sottotitoli in inglese dal sito «Memritv», del Middle East Media Research Institute, l'istituto di Wahington che esplora il Medio Oriente attraverso i media della regione. Nel corso del dibattito «scientifico», ognuno dei due «esperti» cerca di dare credito alle proprie teorie con delle affermazioni alquanto semplicistiche e molto confuse: «Quando osservate una nave che dal mare raggiunge la costa, la prima cosa che vedete è l'albero dell'imbarcazione. Poi vedrete la prua ed eventualmente la barca intera», è la dichiarazione di Al-Tael. Il fisico iracheno cerca di argomentare che per lui il nostro pianeta è rotondo anche grazie «alle ricerche e alle foto scattate da satelliti, apparecchiature moderne e shuttle».

Ma Al-Said, ribatte: «Quando dalla spiaggia guardate in lontananza - tutto ciò che vedete è in quella distanza 'sfuocata'. Più tardi, mentre la barca raggiunge la spiaggia o il porto vedete la parte superiore. Come la vedete? Nessun medico è ancora stato in grado di capire come funzioni l'occhio». Al-Said choisa poi con una tesi sorprendente: «il sole gira intorno alla Terra perchè è più piccolo della Terra - come è evidente nei versi del Corano».

domenica 30 marzo 2008

Coppa Intertoto

Un'altra sfida prestigiosa attende i campioni d'Europa, del mondo, della supercoppa Terra-Luna, del sistema solare, dei buchi neri e della ipergalassia di Berlusconi (insieme di stelle cornute poste tra la costellazione del Toro e quella dell'Ariete). Il BB?ilan, non pago dei suoi numerosi successi europei (pure una Mitropa Cup nel suo infinito palmares coppeo), punta decisamente al Trofeo Intertoto, unico mancante al suo albo d'oro insieme alla Rogoredo Cup. E infatti gioca in campionato come se fosse una finale (cit.). Che poi non è un trofeo banale, basta guardare il parco delle finaliste dell'ultima edizione.

Tot. AndataRitorno
Gloria2-2Atlético (gt) 2-1 altro »0-1 altro »
Otelul4-2Trabzonspor2-1 altro »2-1 altro »
Chornomorets1-3Lens0-0 altro »1-3 altro »
Cherno More0-2Sampdoria0-1 altro »0-1 altro »
Dacia Chisinau1-5Hamburg1-1 altro »0-4 altro »
AA Gent2-3AaB1-1 altro »1-2 altro »
Rapid Wien3-1Rubin3-1 altro »0-0 altro »
Vėtra0-6Blackburn0-2 altro »0-4 altro »
Tobol2-0OFI1-0 altro »1-0 altro »
Hammarby (gt) 1-1Utrecht0-0 altro »1-1 altro »
Kula2-4Leiria (dts) 1-0 altro »1-4 altro »

sabato 29 marzo 2008

venerdì 28 marzo 2008

Il caffè in latta

Nei posti incivili, dove non sanno cos'è un caffè espresso o una moka, può andar bene anche un Illy in lattina, magari anche in versione cappuccino o macchiato latte. Sono convinto infatti che questa bevanda insignificante in Italia non attecchirà per lo stesso motivo per cui la popolare catena di caffetteria Starbucks nel nostro Paese non ha mai provato neanche ad entrarci. Questo nuovo prodotto nato dalla collaborazione di Illy e Coca Cola costerà più di una tazzina di caffè al bar, quindi ben più di un euro oltretutto. PS Ma il rispettabile signor Riccardo Illy non poteva scegliersi un partner un po' più etico?

E' morto Valentino Fois: ex-gregario di Pantani ed ex-dopato

L'ex ciclista Valentino Fois, 34 anni, è stato trovato morto stamattina nella sua abitazione di Villa D'Almè, in provincia di Bergamo. Ancora non sono chiare le cause del decesso ma, secondo i primi rilievi, l'uomo sarebbe stato colpito da un malore.

GUAI GIUDIZIARI - L'ex corridore era stato coinvolto in passato in un'inchiesta sul doping. Il corpo senza vita di Fois è stato rinvenuto dalla madre con la quale l'ex ciclista viveva nel piccolo centro della provincia di Bergamo.

L'AUTOPSIA - Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Zogno (Bergamo). Per fare chiarezza sulle cause della morte sarà disposta un'autopsia da parte della magistratura.

Fonte Corsera

martedì 25 marzo 2008

BORGOROSSO CAMPIONE

CON OTTO GIORNATE DI ANTICIPO!

La mozzarella di bufala e la diossina

Anche in Corea del Sud si sono accorti che la diossina nella mozzarella di bufala non è una bella cosa. In Italia invece continua ad essere in vendita, in barba ai 109 produttori accusati di avvelenamento di sostanze finalizzate alla produzione, commercio di prodotti adulterati e frode in attività commerciale.
Gli esperti ritengono che i rifiuti tossici, così come gli incendi di rifiuti, siano all'origine dell'inquinamento da diossina. La sostanza entrerebbe nella catena alimentare attraverso il foraggio delle bufale che producono il latte utilizzato per la produzione della mozzarella. La diossina può essere cancerogena e avere effetti anche a livello ormonale ma solo oltre una certa soglia di dosaggio.(fonte)

Paolo Maldini

sabato 22 marzo 2008

Comune di Assago

Ieri mi sono recato all'Anagrafe del Comune di Assago (mio nuovo luogo di residenza) a rinnovare la carta d'identità, poiché era in scadenza. Incredibile: ci ho messo tre minuti di orologio. Quando l'ho rifatta a Milano (più volte) ci ho messo una mattina, l'ultima cinque anni fa, tra latrati di utenti insoddisfatti che si lamentavano e impiegati zombi che facevano melina. Ieri invece non c'era nessuno, se non la gentilissima impiegata (tra l'altro una bella tusa). Che senza cambiare ufficio ha consegnato a me e alla mia mié anche la tessera elettorale del nuovo comune di residenza. Quando la burocrazia produce documenti senza frustrarti è un gran giorno. E' stata per me una nuova via fatta di efficienza e cordialità per l'amministrazione pubblica. E grazie anche al Comune suddetto, che non fa pagare nè ICI nè addizionale comunale sul reddito (grazie a virtuose detrazioni). Proud to be in Assago. Non "I Can" come dice Obama, ma "I am" (but in Assago).

venerdì 21 marzo 2008

Il Pappone delle Libertà

Fa piacere vedere che il centrodestra, ingiustamente accusato di essere bacchettone e retrogrado, abbia candidato invece l’autore e produttore di capolavori quali Papà ti scopo tua moglie, LaStylXste e soprattutto Sotto il vestito la sorca.

giovedì 20 marzo 2008

Quanta saggezza

"Non mi vergogno a dirlo: mi piacciono le donne che la danno. Scelgo quelle facili, quelle che si concedono senza pretendere nulla. Mi piace divertirmi e le migliori soddisfazioni a letto le ho provate proprio con questo tipo di donne". MAX http://www.metronews.it/det.php?id=80256&fid=art_id

Alitalia ha rotto il cazzo

Una compagnia che toglie due terzi dei voli dal suo aeroporto più redditizio con la nobile motivazione di salvaguardare i costi non merita di esistere. E' dieci anni circa che ogni santo giorno Alitalia perde un milione di euro al giorno, prontamente ripianato da qualsiasi governo della Repubblica. I dipendenti andrebbero salvaguardati dall'auspicabile sparizione della compagnia aerea di bandiera, ma è difficile difendere in toto questi lavoratori che continuano ad avere uno stipendio fuori mercato (anche quattro volte superiore alla media del settore) ma con orari di lavoro part-time. Sono convinto che il carrozzone Alitalia, che raccoglie in maniera esemplare le clientele e i privilegi tipici italiani, non cesserà mai di succhiare risorse pubbliche per alimentare la propria casta.

martedì 18 marzo 2008

Gli italiani in vacanza e l'inglese

Ikariam

In un momento di fancazzismo epocale, ieri mi sono iscritto a questo giochino on line... Delle regole non si capisce una fava, quindi si clicca a caso sperando che sia utile allo sviluppo del villaggio (che è lo scopo del gioco). La notizia del giorno è che oggi due frombolieri si sono licenziati perchè - a dir loro - non venivano pagati. Mavafanculoaloro.

lunedì 17 marzo 2008

Crollo del capitalismo

Come cazzo è possibile che la Borsa americana crolli, trascinando nel baratro pure le omologhe mondiali, dopo che la FED ha tagliato il tasso di sconto di un quarto di punto? In pratica richiedere danaro costa meno ma il valore delle azioni invece che aumentare (perchè costa meno prendere soldi a prestito) crolla. Avrà mica ragione questo qui?
L'opera maggiore di Marx è Il Capitale. Critica dell'economia politica. Questo si focalizza dapprima sull'analisi dell'economia politica classica per realizzare una vera e propria "anatomia" del sistema capitalistico. La forma capitalistico-borghese della produzione della ricchezza è caratterizzata dal fatto che il mezzo per crearla è diventato il "lavoro in generale", vale a dire il lavoro che prescinde da ogni sua caratteristica particolare e si presta a essere impiegato come pura forza-lavoro da offrire e acquistare come merce. Marx concorda con gli economisti classici (A. Smith, D. Ricardo) nel ritenere la società borghese come la più complessa organizzazione di produzione. Ciò che questi non accetta degli economisti classici, e critica come "ideologia", è l'attribuzione di una validità assoluta ed eterna a questi caratteri della società capitalistico-borghese, la quale altro non è che il risultato di un processo storico, di per sé mai definitivo. Tale sottolineatura del carattere storico del modo borghese di produzione apre la strada a un'economia di tipo diverso e a una compiuta teoria della rivoluzione proletaria. Infatti, dalla trattazione "scientifica" della merce - del suo valore come derivante dallo scambio dei beni secondo le astratte quantità di lavoro in essi contenute, del plusvalore come porzione del valore prodotto eccedente il salario corrisposto al lavoratore per riprodursi come forza-lavoro e incamerata come profitto, dei prezzi - Marx giunge a formulare la previsione del crollo del capitalismo sotto la pressione della crisi economica (diminuzione del tasso di profitto e sovrapproduzione) e della crisi sociale (povertà crescente e proletarizzazione generalizzata), grazie alla presa di coscienza ed all'attiva azione rivoluzionaria degli sfruttati. (Fonte)

Google Sky

http://www.google.com/intl/en/sky/#latitude=11.99857&longitude=-24.018112&zoom=12&Spitzer=0.00&ChandraXO=0.00&Galex=0.00&IRAS=0.00&WMAP=0.00&Cassini=0.00&slide=2&mI=1&oI=0

domenica 16 marzo 2008

Aldo Moro: dieci misteri

Io continuo a pensare che Aldo Moro sia stato eliminato da forze vicine agli Stati Uniti per impedire che i comunisti governassero il Paese e che tale omicidio si inserisca nella strategia della tensione di quegli anni, che ha impedito di fatto la modernizzazione. Sono passati trent'anni dal rapimento e dall'uccisione di Aldo Moro e ci sono ancora parecchi misteri insoluti. Li raccoglie un ottimo articolo sul Sole di oggi. --------------------------------------------------------------------- L'ANNUNCIO 16 marzo 1978, ore 8,30. Numerosi testimoni sostengono di aver ascoltato da Radio Città Futura, emittente di movimento, qualcuno adombrare la possibilità di un attentato contro un personaggio politico. Davanti agli inquirenti, Renzo Rossellini, direttore della radio, ammetterà di aver solo accennato ad un'ipotesi: "Negli ambienti dell'estrema sinistra circolava la notizia: che, in occasione della formazione de nuovo governo di unità nazionale, le Brigate Rosse stessero per tentare, molto prossimamente, forse lo stesso giorno, un'azione spettacolare, forse contro Aldo Moro." IL COLONNELLO DEL SISMI 16 marzo 1978, ore 9. In via Fani, è presente il colonnello Camillo Guglielmi, ufficiale del Sismi, il servizio segreto militare, addetto all'Ufficio "R" per il controllo e la sicurezza. Anni dopo, davanti ai magistrati, il colonnello Guglielmi offre la sua versione: "Stavo andando a pranzo da un collega che abitava in via Stresa, a pochi passi dal luogo della strage". LA MOTO 16 marzo 1978, ore 9, 03. Durante l'agguato, in via Fani transita una moto Honda di grossa cilindrata con due persone a bordo. Una spara alcuni colpi di mitra contro due testimoni. Nessun investigatore ha mai identificato queste persone. Nessuna conferma è mai giunta dai brigatisti, irriducibili, pentiti o dissociati.

LA MANCATA PERQUISIZIONE 17 marzo 1978, di sera. Alla direzione della Polizia giunge una segnalazione precisa: in via Gradoli, una traversa di via Cassia, al numero civico 96, vi è un covo delle Brigate Rosse. In quello stabile, all'interno 11, vivono da giorni Mario Moretti e Barbara Balzerani. 18 marzo 1978, prima mattina. Agenti di polizia perquisiscono gli appartamenti di via Gradoli 96, tranne uno, quello occupato dai brigatisti.

LA SEDUTA SPIRITICA 2 aprile 1978. Località Zappolino, provincia di Bologna, appennino tosco - emiliano. Un gruppo di professori universitari tiene una seduta spiritica. Nel gioco del piattino compare la parola "Gradoli". Le persone presenti a Zappolino sono Mario e Gabriella Baldassarri, Franco e Gabriella Bernardi, Alberto, Carlo, Adriana e Licia Clò, Romano e Flavia Prodi, Fabio Gobbo.

IL BLITZ DI GRADOLI 5 aprile 1978. Blitz della Polizia a Gradoli, piccola località in provincia di Viterbo, vicino al lago di Bolsena. Tutte le abitazioni vengono perquisite. Del presidente della Democrazia Cristiana e dei suoi rapitori, nessuna traccia.. In quelle ore concitate, Eleonora, moglie di Aldo Moro, si rivolge alla Segreteria del Ministro dell'Interno Francesco Cossiga. Chiede se Gradoli sia anche il nome di una via di Roma. La risposta è secca: a Roma, via Gradoli non esiste. IL FALSO COMUNICATO DEL LAGO DELLA DUCHESSA 18 aprile 1978. Una telefonata al quotidiano romano Il Messaggero annuncia l'arrivo di un messaggio delle Brigate Rosse. Nel comunicato numero 7 si annuncia l'avvenuta esecuzione di Moro, il cui corpo si troverebbe "nei fondali limacciosi del lago della Duchessa." Ma il comunicato è visibilmente contraffatto. Nonostante ciò le forze dell'ordine si recano con elicotteri e uomini lungo le rive del Lago della Duchessa, in provincia di Rieti. Anche in questo caso, di Moro nessuna traccia. Il documento viene scritto materialmente da un certo Tony Chicchiarelli, un falsario della Banda della Magliana, gruppo criminale operante a Roma, in contatto con uomini del Sismi e della loggia massonica P2 di Licio Gelli. Chicchiarelli sarà ucciso nel 1984. VIA GRADOLI 18 aprile 1978. Un residente di via Gradoli 96 telefona ai vigili del fuoco per una perdita d'acqua. Quando i pompieri entrano nella porta dell'interno 11 si trovano davanti ad un covo delle Brigate Rosse. Entrano in bagno. Notano il telefono della doccia posato sopra uno scopettone a sua volta appoggiato sulla vasca. Gli occupanti volevano che l'acqua si dirigesse verso una fessura nel muro? Nell'appartamento vengono rinvenute le divise da avieri utilizzate dai brigatisti per camuffarsi in via Fani, durante l'agguato a Moro e agli uomini della scorta. VIA MONTENEVOSO 1 ottobre 1978. Blitz dei carabinieri e della magistratura milanese in via Montenevoso 8, a Milano. Arrestati Nadia Mantovani, Lauro Azzolini,Antonio Savino, Biancamelia Sivieri, Paolo Sivieri,Maria Russo, Flavio Amico, Domenico Gioia, Franco Bonisoli. Ritrovate le lettere originali scritte da Aldo Moro nella cosiddetta "prigione del popolo". Ma mancano dei pezzi. 10 ottobre 1990. Dodici anni dopo. Durante i lavori di ristrutturazione dell'appartamento, in un'intercapedine, un muratore trova altri documenti originali autografati da Moro e banconote. L'articolo è questo.

Don Camillo e il Vaticano

mercoledì 12 marzo 2008

Mail certificate?

Detta così sembra una cosa intelligente: se una casella di posta elettronica potrà produrre mail aventi valore legale di RACCOMANDATA evidentemente sì. Una domanda sorge spontanea: in caso di omonimie, si useranno caselle condivise, ovvero tutti i Marco Rossi milanesi se la divideranno? Appare invece farlocca la storia che Microsoft consentirebbe in tempo reale la visione di cantieri e deviazioni: probabilmente il giornalista che ha scritto l'articolo ha confuso mappe on line con webcam aggiornate in tempo reale... -------------------------------------------------------------------------------------------

Accordo tra Comune e Microsoft: caselle di posta elettronica per i residenti

Per attivare il proprio account basta collegarsi al portale del Comune e inserire codice fiscale e numero di carta d'identità, ed entro 24 ore sarà possibile accedere alla propria casella: nome.cognome@milanosemplice.it

Testo molto piccoloTesto piccoloTesto normaleTesto grandeTesto molto grande
Milano, 12 marzo 2008 - Oltre un milione di caselle di posta elettronica Windows live per tutti i cittadini residenti, dai 15 anni in su. E' una serie di servizi utili attivati dalla piattaforma integrata Windows Live@Gov: dalle notizie sugli eventi promossi dal Comune, manifestazioni e informazioni sul traffico fino alla "mail to Pec" (Posta elettronica certificata), che sarà in grado di equiparare l'ufficialità di una mail inviata dal dominio milanosemplice.it a una raccomandata, e alla visualizzazione di cantieri e deviazioni attraverso il servizio avanzato di mappe online Microsoft virtual earth.
Questi i principali servizi che saranno messi a disposizione dei cittadini milanesi grazie all'accordo siglato con Microsoft dal Comune e presentato stamani a palazzo Marino, per offrire a tutti i residenti una "identità digitale". Per attivare il proprio account basta collegarsi al portale del Comune e inserire codice fiscale e numero di carta d'identità, ed entro 24 ore sarà possibile accedere alla propria casella: nome.cognome@milanosemplice.it, che utilizza la stessa tecnologia di Windows live hotmail. Presenti questa mattina a palazzo Marino per l'annuncio del nuovo servizio: l'assessore comunale ai Servizi al cittadino Stefano Pillitteri e l'amministratore delegato di Microsoft Italia, Mario Derba.

martedì 11 marzo 2008

Sui pedofili il silenzio è sacro?

Forte con i deboli e debole con i potenti. A leggere le inchieste e le rivelazioni sulle coperture del Vaticano ai sacerdoti accusati di pedofilia sembra di assistere a un capovolgimento dei valori della Chiesa. Scandali come quelli statunitensi o come l'incredibile vicenda di don Gelmini aprono crepe nella credibilità delle istituzioni ecclesiastiche e soprattutto nella loro capacità di prevenire e punire gli abusi sessuali del clero. Adesso un volume in uscita per l'editore Chiarelettere contribuisce ad aumentare i dubbi. In 'Viaggio nel silenzio' Vania Lucia Gaito raccoglie testimonianze e documenti inediti, fondendoli in una panoramica planetaria delle coperture concesse dalle curie ai protagonisti dei reati.

lunedì 10 marzo 2008

Effetti positivi delle liberalizzazioni

Il decreto Bersani sulle liberalizzazioni è stato fumo negli occhi perchè ha creato un mercato più aperto solo in alcuni settori marginali dell'economia; uno dei pochi benefici del decreto è stata l'introduzione della vendita libera dei farmaci da banco (quelli acquistabili senza ricetta medica) anche negli ipermercati. Nessun provvedimento contro banche o assicurazioni, autentici oligopoli-monopoli i cui costi senza la libera concorrenza gravano pesantemente nelle tasche dei cittadini, ma è il decreto è stato meglio di niente. In realtà infatti ha toccato anche la rete di distribuzione dei carburanti. Laddove la grande distribuzione è già riuscita a varare una propria rete di vendita, gli effetti si vedono, eccome. Al centro commerciale di Collestrada (provincia di Perugia), la benzina super costa € 1,200 al litro, ovvero circa venti centesimi (400 lire del vecchio conio) meno del prezzo normalmente praticato in tutte le altre pompe di benzina italiane. Così Collestrada s'incula la globalizzazione. La pagina sotto riportata è tratta dall'edizione odierna del giornalino gratuito "Ventiquattrominuti" e la notizia si può rintracciare altrove, anche in rete.

Grandissimi allenatori: Trap e Malesani

domenica 9 marzo 2008

Infinito amore, eterna, squadra, mia.

Grazie a te Massimo. E grazie a Giacinto, Peppino, Saverio, Walter, Evaristo, Alessandro, Mario, Sandro, Nicola, Roberto, Gabriele, Lothar, Andy, Armando e a tutti quelli che hanno reso grande l'Internazionale FC. Grazie a tutti. Veramente. Di cuore.
"Mi si è rabbrividita la pelle" (Alessandro "Spillo" Altobelli, Milano 8/3/08)

giovedì 6 marzo 2008

Bambino prodigio

Mosè drogato?

Il profeta Mosè, secondo un ricercatore israeliano, si trovava sotto l'effetto di droghe quando sul Monte Sinai Dio gli consegnò i Dieci Comandamenti. Le sostanze attive che provocano illusioni sensoriali, quali gli allucinogeni, avrebbero avuto un ruolo importante durante i riti religiosi degli israeliti ai tempi della Bibbia, ha spiegato il ricercatore Benny Shannon nella rivista di filosofia «Time and Mind». Nel caso di Mosè, dice il professore di psicologia cognitiva all'università di Gerusalemme, non si è trattato di un «evento sovrannaturale». Ma non è neppure solo leggenda: «E' molto più probabile che la vicenda si sia svolta sotto l'effetto di qualche droga psichedelica», ha detto Shannon ieri alla radio israeliana. Mosè sarebbe stato alterato anche quando vide «il cespuglio di spine ardente», dove si manifestò l'angelo di Jahweh, appunto, sotto la forma di una fiamma di fuoco. Anche in questo caso all'origine delle «visioni» ci sarebbero stati delle sostanze narcotizzanti.

mercoledì 5 marzo 2008

Forza Milan

La fine dei luoghi comuni:
  • Il Milan ha la Champions nel Dna.
  • L'atmosfera della Champions trasforma il Milan.
  • Ha eliminato tutte le squadre con cui ha pareggiato 0-0 fuori casa.
  • Con Ancelotti il ritorno a S.Siro è una garanzia: sempre superato il turno.
  • Kakà in Champions è più tutelato: meno falli.
  • Inzaghi uomo delle grandi occasioni. In Europa si trasforma pure lui.
  • Il Milan è una squadra da Champions.
  • Il centrocampo (ieri surclassato) del Milan è da Champions.
  • La Champions è il Milan. (D'ora in poi sarà una Champions di cartone?).
  • Milan Supercampione d'Europa e Campione del mondo, contro l'Arsenal dei giovani (e inesperti).
  • Per il Milan il Campionato è un allenamento per la Champions.
  • Il Milan sa come si vincono queste partite.
  • Il Milan in Champions gioca meglio perché gli avversari non si chiudono.

martedì 4 marzo 2008

E ora tutti su Plutone!

Il grande BB?ilan si toglie anche i fastidi delle coppe europee per concentrarsi sul Trofeo dell'Amicizia interplanetaria: speriamo che la trasferta su Plutone possa dare loro tutte le soddisfazioni che meritano.

Barbagli e Hotmail

Problema irrisolto e irrisolvibile per il camerata Barbagli, alle prese con un comunistissima casella di posta: non gli fanno scrivere nel campo "testo" della mail. Allora l'uomo che è stato su Marte utilizza in maniera arditissima il congegno e dice "ME NE FREGO" scrivendo il suo messaggio solo nell'oggetto.

Padre Pio e il PD

domenica 2 marzo 2008

Carneade! Chi era costui?

Premetto che non ho seguito manco 30 secondi dell'ultimo Festival di Sanremo. Stamattina mi sono svegliato presto (poco prima di mezzogiorno) e, non avendo voglia di fare 200 metri a piedi per andare a comprare il giornale, ho acceso il pc per leggere cosa fosse successo ieri (e anche per vedere i voti dei due anticipi del campionato, facendo 3 fantacalci seri devo informarmi). Leggo che la serata sanremese è stata nobilitata da quattro importanti eventi:
  1. l'uomo della Barona Francesco Tricarico (con cui ho fatto l'asilo e le scuole elementari) avrebbe dato dello str... a qualcuno;
  2. Jovanotti rivela di aver incontrato una volta Berlusconi nei bagni dello stadio San Siro e che lo stesso non si sarebbe lavato le mani dopo la minzione;
  3. Lucilla Agosti è una topolona notevole;
  4. hanno vinto dei carneadi, forse i nuovi Jalisse.
Chissà se diventeranno un mito come loro. Da Myspace: alcuni articoli dove li si accosta a Ramazzotti e Zucchero, le foto del tour europeo (al singolare), documenti che attestano la vittoria a Sanremo (qualora ci fosse ancora qualcuno che non ci credesse), la partecipazione all'Eurofestival (dopo di loro l'Italia non ha più mandato nessuno), il ringraziamento per la citazione in un libro di Mike Bongiorno, un link a degli amici di Padre Pio. Ah, "Fiumi di parole" è una delle canzoni italiane più cantata nel mondo nel periodo estivo.