17 aprile 2014

Sacerdoti dannosi


E' meglio un prete pirata della strada di un prete pedofilo, ma anche chi abbatte un motociclista procurandogli alcune fratture e poi scappa non è proprio una personcina a modo. 

Esistono sacerdoti non dannosi per salute pubblica nell'arci-diocesi di Ravenna? Chi sarà il prossimo parroco di Casalborsetti, un antropofago gourmet?  



Sacerdote-pirata della strada: era il sostituto del prete accusato di pedofilia

Il prelato ha investito un 17enne ed è fuggito, ora è indagato per omissione di soccorso. Era andato a Casalborsetti al posto di Don Giovanni Desio (rep)
Indagato per omissione di soccorso un sacerdote ravennate per aver investito sabato sera con la sua auto, nel capoluogo, un 17enne che viaggiava su uno scooter, ed essere poi fuggito. Il ragazzo ha riportato alcune fratture. Poche ore dopo l'incidente un anziano si era presentato al pronto soccorso dell'ospedale ravennate, chiedendo informazioni sullo stato di salute del ragazzo investito. 

Il prete-pirata della strada era stato inviato a Casalborsetti per sostituire, dopo l'arresto in un'inchiesta anti-pedofilia, il parroco don Giovanni Desio.

Tonni Olimpia


Il basket milanese ieri giocava gara 1 dei quarti di finale di Eurolega. L'Emporio Armani ha perso la prima partita e ora dovrà vincere sempre in casa e espugnare almeno una volta la Nokia Arena di Tel Aviv per raggiungere la Final Four di Assago

Gli israeliani si impongono 101 a 99 all'overtime, ma l'Olimpia dilapida un vantaggio che a tratti sembrava incolmabile e che era di +12 a 2 minuti dalla fine. Decisivo in negativo per l'EA7 un antisportivo di Nicolò Melli negli ultimi 90 secondi dell'ultimo quarto.

Il sito ufficiale dell'EA7 parla di "beffa" ma il Maccabi non ha rubato nulla, ha solo capitalizzato una mentalità vincente che l'ha portato a non mollare mai malgrado sia sempre stato dietro come punteggio rispetto ai milanesi per tutta la gara. Del resto se l'Olimpia Milano 1936, pur con budget decisamente superiore alle altre formazioni della Serie A, ha vinto l'ultimo trofeo nel 1996 una ragione ci sarà pure.


16 aprile 2014

Scambio di embrioni


Saggezza (ed intelligenza) avrebbero dovuto consigliare riserbo e silenzio a questa mamma al quarto mese di gravidanza; le conseguenze saranno che i due gemelli con il patrimonio genetico incompatibile con il profilo materno saranno sottoposti a stress e a istanze giudiziarie dall'esito incerto.

Se questa futura genitrice avesse avuto a cuore la sorte dei feti che porta in grembo non avrebbe sollevato questo inutile clamore. Ma evidentemente per lei risulta rivestire più importanza la coerenza del DNA rispetto alla felicità e alla serenità delle due nuove vite.



Scambio di embrioni, la contesa tra le mamme «Li voglio». «No, sono miei»

Il racconto dei genitori mancati: «Un’infermiera ammise che c’era un errore»

15 aprile 2014

Post@ del cuore


Carlo Rossella ha diretto i due più importanti telegiornali nazionali (TG1 e TG5) oltre al quotidiano "La Stampa". Chissà cosa farà adesso un giornalista dal curriculum così importante. Attualmente CR cura la rubrica "Post@ del cuore" sul settimanale "Chi" dove risponde ai lettori che gli scrivono per chiedere consigli sul tema in oggetto. 
A parte la difficile condizione delle persone che desiderano delucidazioni da questo personaggio (mi auguro che le lettere siano finte), in che mani è (stato) il giornalismo italiano?

Persone come animali (parla per te)


Il cittadino on. Ivan Della Valle, che naturalmente è un pentastellato, il giorno 8 aprile 2014 ha chiesto al Ministro della giustizia se sarà possibile equiparare il sequestro a scopo di estorsione di animali al reato di sequestro di persona.


Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-04412
presentato da
testo di
Martedì 8 aprile 2014, seduta n. 207
DELLA VALLE. — Al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che:
in Italia negli ultimi anni si sono manifestati numerosi episodi di sequestro di animali da compagnia, a scopo di estorsione;
oltre a numerosi articoli di associazioni animaliste che denunciano come in Italia ogni anni sono migliaia gli animali da compagnia, in maggior parte cani, che sono sequestrati a scopo di estorsione, ultimamente il problema è stato discusso durante il programma MEDIASET «L'Arca di Noè»;
se siano allo studio iniziative atte ad introdurre nel codice penale il reato di sequestro di animale, comparandolo al reato di sequestro di persona;
se siano allo studio iniziative affinché l'articolo 629 del codice penale possa essere modificato al fine di renderlo applicabile anche alle fattispecie citate in premesse. (4-04412)

Roberto Fico


Il presidente della commissione di vigilanza della Camera per il 2012 non ha dichiarato alcun reddito lavorativo. Avrebbe vissuto di rendita, dice lui, dedicando tutta la propria vita alla politica. 

I sospetti maligni di qualcuno ipotizzano però che venisse pagato in nero dalla Casaleggio Associati (lo scrivente si dissocia ovviamente da queste malvagie insinuazioni). Berlusconi, a differenza di Grillo, portava in Parlamento alcuni dipendenti delle aziende di famiglia, assunti con regolari contratti di lavoro.

La grande abnegazione di Roberto Fico per il MoVimento SoCiale 5 Stelle è stata premiata con l'elezione alla Camera dei Deputati della sua fidanzata Yvonne De Rosa, che aveva partecipato addirittura ad un solo Meetup quando vi aveva accompagnato il compagno


Qualità della rosa



Al fine di comprendere il motivo per cui la Juventus sta dominando la Serie A basta osservare chi sono i suoi attaccanti e confrontarli con quelli delle sue concorrenti. 

Ieri a Udine hanno giocato Llorente e Giovinco (entrambi a segno) mentre in panchina l'allenatore ha fatto sedere Quagliarella, Vucinic, Osvaldo e Tevez.

14 aprile 2014

Coutinho e gli errori di mercato


Premessa: c'è poco da essere contenti per la rotonda vittoria per 4 a 0 di ieri in casa della Sampdoria. In superiorità numerica per più di un'ora, i blucerchiati ci hanno impallinato per tutto il primo tempo, sbagliando anche un tiro da 11 metri; Maxi Lopez, per rispondere sul campo a Icardi che poco prima aveva portato in vantaggio l'Inter, sottrae il pallone al rigorista designato Eder ed esalta il nostro portierone Handanovic che intercetta il penalty. Non sarà l'unico intervento portentoso dello sloveno, premiato oggi con un voto 9 in pagella sia dal Corriere della Sera che dalla Gazzetta dello Sport.

Ieri intanto il nostro ex centrocampista Coutinho è risultato decisivo nella gara del suo Liverpool capolista della Premiere League.

COUTINHO 8 Ennesimo ex interista che ci fa chiedere chi sia stato il genio che abbia voluto la sua cessione. 


13 aprile 2014

Domenica delle Palme in testa


Concepire un figlio mediante fecondazione eterologa deve essere vietato perché contrario alla legge di Dio, invece mettere al mondo delle creature concepite attraverso uno stupro va benissimo.


“Come in Bosnia per le donne violentate la gravidanza è un dovere”

Il cardinale Sgreccia: “Non si gioca con la vita, non si uccide una persona Il nascituro va amato e protetto come un membro della famiglia”
«La vita è un bene primario. Come per le donne violentate, c’è il dovere di portare a termine la gravidanza». Fa esplicito riferimento al messaggio di Giovanni Paolo II alle bosniache stuprate in guerra il cardinale bioeticista Elio Sgreccia, già presidente della Pontificia Accademia per la Vita, direttore al «Gemelli» del Centro di Bioetica e dell’istituto creato all’Università Cattolica. Prima al Consiglio d’Europa e nel comitato Italiano per la bioetica, poi alla guida del dicastero vaticano (lastampa)

12 aprile 2014

12 aprile 1947


Il signor Cornacchiola dubitava delle modalità con cui la madre di Gesù fu rimasta incinta, primo caso di fecondazione eterologa nella storia dell'uomo. Circa 2000 anni fa quella famosa gravidanza durò solo 17 giorni. L'ex puerpera si manifestò al Cornacchiola e gli fece cambiare idea.


12 aprile 1947 Quando la Madonna apparve a Bruno Cornacchiola alle Tre Fontane


Bruno Cornacchiola con i suoi tre bambini si dirige verso la località "Tre Fontane". I bambini giocano a palla, mentre Bruno prepara uno scritto contro la Vergine Maria: "La Madonna non è Vergine, non è Immacolata, non è Assunta in cielo...".

A un tratto ritrova il più piccolo dei suoi figli inginocchiato all'ingresso di una grotta mentre tiene le mani giunte come se pregasse, sorride e bisbiglia: "Bella Signora!... Bella Signora!...". Nello stesso tempo anche gli altri due bambini cadono in ginocchio, le mani giunte e gli occhi fissi, ripetendo le stesse parole: "Bella Signora!...".

Il padre cerca di alzarli, ma invano: sembrano di piombo. Bruno Cornacchiola è in preda alla paura e piange. Quand'ecco che viene rapito dalla visione di una giovane donna, vestita di una tunica bianca, stretta ai fianchi da una fascia rosa. Ha capelli neri, e un manto verde che la copre dalle spalle ai piedi. Nel 1997 papa Giovanni Paolo II ha approvato la denominazione del luogo come "Santa Maria del Terzo Millennio alle Tre Fontane". (ilmessaggero)

11 aprile 2014

Le fecondazioni e il papa


Papa Francesco non sa come nascono i bambini oppure pensa che i figli della fecondazione eterologa non sono vivi come quelli concepiti con le altre modalità, o che abbiano una dignità diversa. 

Nel primo caso si informi meglio, nel secondo rifletta sui criteri discriminatori delle sue parole: la nascita di un bimbo è l'esatto contrario dell'attentato alla vita.


Fecondazione eterologa, papa Francesco: “Opposizione a ogni attentato alla vita”

Bergoglio risponde alla Corte Costituzionale che ha stabilito che il divieto alla fecondazione eterologa previsto dalla legge 40 è incostituzionale. Incontrando in Vaticano il Movimento per la vita italiano, ha ribadito con parole inequivocabili che “la vita umana è sacra e inviolabile” (ilfatto)

#SalvaUnAgnello


La carne di agnello non è la mia preferita ma campagne di sensibilizzazione a difesa degli ANIMALI come questa mi fanno venire voglia di consumarla molto più spesso. 

#SalvaUnAgnello – La campagna per chi non può difendersi

Animal Equality continua senza sosta il lavoro investigativo per mostrare la realtà che si cela dietro la produzione di carne d’agnello e capretto, rivelando ciò che neanche lontanamente riusciresti ad immaginare. Nel 2013 abbiamo esposto come soffrono gli agnelli, in evidenti situazioni pericolose e illegali. Nel 2014 continueremo a rendere pubblico cosa accade a questi cuccioli indifesi, negli allevamenti e nei macelli.