03 ago 2015

Il Trebbiano naturale (ne esistono evidentemente versioni sintetiche prodotte senza uva) di Bagnarola di Cesenatico, di produzione propria. In Romagna non c'è il mare ma si mangia e si beve bene. Buona premessa.

Storia stroncata

Il fatto amoroso legato a questa rosa abbandonata per strada non dev'essere terminato troppo bene. Il fiore reciso sarebbe però riutilizzabile da altri spasimanti.

02 ago 2015

Gala 1 Inter 0

Quarta sconfitta consecutiva in altrettante amichevoli estive. Come inizio non c'è male.

27 lug 2015

Inter e ICC 2015


Due partite, due sconfitte e nessun gol segnato (e 4 reti subite). Se nella prima gara c'era l'attenuante dell'11 iniziale tecnicamente improbabile, oggi contro il Real Madrid dell'ex Benitez sono stati schierati i titolari. E l'esito finale della sfida è sconfortante perché i blancos sono di un altro livello, pur giocando gran parte del secondo tempo con le riserve. A questa tournée asiatica non hanno partecipato i 2 cileni Medel e Miranda nè il neo-acquisto Jovetic, che si può definire l'Osvaldo montenegrino per il suo carattere spigoloso.  Mancini deve porsi qualche domanda e possibilmente individuare delle risposte.


Cosa sta fissando?

La prima parte della notizia è che Matteo Salvini legge un libro, la seconda è che il testo è al contrario ma lui non se n'è accorto.


Alessio Sabbione


Questo (ex) calciatore del Carpi che di ruolo fa il jolly (quindi è scarso in ogni fondamentale del calcio) è stato licenziato in tronco dopo uno notte brava in discoteca in cui ad un certo punto si è parzialmente denudato. Che bacchettoni questi qui del Carpi. 


Calcio, notte brava per il giocatore del Carpi Sabbione

26 lug 2015

Simona Ventura e la raccolta differenziata (e congiunzione, senza accento)



Con tutti gli interventi di chirurgia estetica a cui si è ragionevolmente sottoposta, la gioviale Simona Ventura è ancora biodegradabile e compostabile al 100% o le sue future spoglia mortali dovranno essere conferite nella frazione secca dei rifiuti solidi urbani, se non direttamente nella plastica (ad Assago nel sacchetto giallo)?

Scuole private


Tranquilli tutti. Le scuole cattoliche continueranno a non pagare le tasse, in uno Stato teocratico è giusto così. Il rimbambimento a spese dei cittadini (laici e non) deve continuare altrimenti c'è il rischio che l'Italia diventi un paese moderno, pericolo scongiurato dal peso specifico dei cattolici sulla nostra società. 

100% Website Reputation

Borgorosso.org website reputation

25 lug 2015

Primo derby 15/16


Premessa: non è mai bello perdere contro dei biretrocessi con la maglia rossonera (che oggi ce l'avevano bianca con i colori sociali al minimo perchè dopotutto se ne vergognano anche loro). Neanche se la partita è un amichevole giocata nel mese di luglio in una città della Cina che non ho capito come si chiama ma che sembra avere uno stadio di dimensioni abnormi.

Il nostro guru in panchina voleva perdere e ha perso. Obiettivo manciniano pienamente raggiunto. Poi ha segnato Mexes con un tiro al volo (da assist su calcio d'angolo) nel sette di un sbigottito Carrizo; il francesino antipatico nessuno lo marcava non ritenendolo una minaccia per la porta nerazzurra. 

Cambiare metà squadra al 14° del secondo tempo e l'altra metà 19 minuti dopo non è stata una mossa geniale, come pure non lo era schierare dall'inizio gente sconosciuta (e/o immeritevole di menzione come Popa, Baldini, Longo o Taider). I bilanisti hanno schierato una formazione migliore più forte della nostra in quanto meno depauperata dal turnover nerazzurro, in parte forzato dalla collocazione della prossima partita dell'Inter nella ICC che è lunedì prossimo alle 14 ora italiana, contro il Real Madrid di Benitez e Cristiano Ronaldo, mica contro la Primavera del Poggibonsi.

Prendiamo in saccoccia una sconfitta estiva contro gli zozzoneri, la quale non rappresenta certo un motivo in più per ritenere il Mancio un allenatore deleterio, le ragioni di critica nei suoi confronti sono già numerose senza scomodare questa esotica amichevole asiatica.



24 lug 2015

Il doping tecnologico

Il doping tecnologico
Lo si usa (forse) ma non si dice 
Alla ricerca del motorino tra gossip, indiscrezioni e indagini 

L'ultima frontiera del ciclismo professionistico è l'introduzione di motorini inseriti nei telai delle biciclette. I corridori sono sottoposti a una buone dose di controlli antidoping (ma non tra mezzanotte e le otto del mattino, orario nel quale possono somministrarsi qualsiasi sostanza vietata, a patto di non lasciare tracce in sangue e urine l'indomani) ma le ispezioni sul mezzo non sono previste dal regolamento UCI.

Qualche giorno fa sono stati pubblicati i dati della frequenza cardiaca di Froome durante un'ascesa del Tour 2013 e non vi era correlazione tra i suoi battiti del cuore e lo sforzo profuso (inoltre il britannico mulinava le gambe come fosse in pianura). E ci sono anche altri episodi controversi: la bicicletta di Hesjedal che muove i pedali in autonomia dopo una caduta del corridore disarcionato. Oppure il buon Cancellara che si premurava di affidare (occultare) il proprio mezzo ai suoi meccanici dopo la vittoria alla Roubaix del 2013.

Il doping tecnologico non è pericoloso per la salute, tuttavia è un elemento di opacità che trucca la bontà delle prestazioni sportive e come tale andrebbe combattuto e non assecondato come sta facendo l'Unione Ciclistica Internazionale.